La Germania perde reputazione a Davos: “Schulz non ha alcun potere di leadership”

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."
  1. Home page
  2. un lavoro

Anche il World Economic Forum si riunirà quest’anno a Davos per discutere delle crisi. I principali economisti ritengono che in Germania vi sia un grande bisogno di azione.

Berlino – quello Forum economico mondiale a Davos, Svizzera sembrare. Con la partecipazione prevista di 2.800 partecipanti, si prevede che a Davos si recheranno più persone che mai. Le aspettative erano predeterminate: la guerra in Ucraina o la guerra tra Israele e Hamas sarebbero state in prima linea, ma tali soluzioni politiche non erano previste Le notizie del GIORNO valutazione. Si tratta piuttosto di creare fiducia per garantire una “cooperazione minima”. Tuttavia il forum sta diventando più politico di quanto non lo fosse da tempo e molti occhi sono puntati sui politici partecipanti, anche se nella lista degli invitati mancano i nomi di attori di spicco come Vladimir Putin.

L’anno scorso a Davos il cancelliere Olaf Scholz (SPD) si è concentrato principalmente sulla neutralità climatica. Ha detto che la Germania vuole diventare climaticamente neutrale entro il 2045 e allo stesso tempo rimanere un forte paese industriale Schulz nel suo discorso del 2023“Se si vuole investire in futuro in modo sostenibile e redditizio, la Germania e l'Europa sono il posto giusto”, ha affermato.

Lo studio PWC conferma il calo di fiducia tra gli amministratori delegati stranieri in Germania

Uno studio condotto da una società di consulenza aziendale non rientra in questo quadro PricewaterhouseCoopers, che ha intervistato più di 4.700 dirigenti provenienti da 105 paesi. Di conseguenza, dopo un anno, la fiducia degli imprenditori di altri paesi nella Germania come piazza economica diminuisce. Solo il 15% degli amministratori delegati di aziende straniere ritiene che la Germania sia importante per la crescita della propria azienda nei prossimi 12 mesi, rispetto al 18% dell'anno scorso.

Il cancelliere Olaf Scholz (SPD) dovrebbe dar prova di maggiore leadership. (Qui all'inaugurazione dell'impianto di manutenzione DB per i treni ICE 4) © Patrick Pleul

Solo lunedì 15 gennaio è stato annunciato che la crescita economica in Germania è scesa dello 0,3%. Ciò significa che la Germania è in recessione.

Capo economista austriaco: “Non vedo alcuna forza dirigente in Olaf Scholz”

Qui gli occhi dell’economia si rivolgono alla politica. In un'intervista con Settimana di lavoro Il capo economista austriaco Gabriel Felbermeier ha affermato che la Germania non è il “malato d'Europa”, ma soffre già di un “raffreddore”. In qualità di direttore dell’Istituto austriaco per la ricerca economica (WIFO), afferma che ciò potrebbe avere un impatto: con il 30%, la Germania ha la quota più alta di creazione di valore nell’eurozona. “Se in Germania scadono o vengono cancellate sempre più misure di sostegno a causa delle restrizioni di austerità, ciò porterà a un aumento dei prezzi per alcuni prodotti”, afferma, il che porterà a un aumento dell'inflazione.

Simili impulsi da parte della Germania potrebbero a loro volta portare l’intera Europa a rinunciare ai tanto desiderati tagli dei tassi d’interesse. Tuttavia attualmente non vede nella politica tedesca una “cura miracolosa” per il problema. Accusa direttamente Schultz di non mostrare alcuna “leadership”.

“Con tutto il rispetto, non vedo in Olaf Schulz alcuna leadership necessaria in una crisi come questa”, afferma Felbermeier. “La coalizione ora vacilla, ma per favore, questa non è la spinta di cui la Germania ha bisogno a lungo termine”, ha aggiunto. “Il trend di crescita diminuirà nei prossimi 10-15 anni”, dice Felpmeier, arrivando addirittura a chiamare per un cambiamento nel governo tedesco da parte dei paesi austriaci all'estero.”Ora c'è bisogno di prescrizioni che convincano anche gli investitori a rischiare i loro soldi in Germania.” Lui non vede nulla di tutto ciò.

Schulz non si recherà al World Economic Forum di Davos, ma parteciperanno Baerbock, Habeck e Lindner.

Ora Schulz si è posto l’obiettivo per il 2024 – forse ancora – di mostrare maggiore leadership, Come promesso al congresso del Partito socialdemocratico di dicembre. La pressione su di lui aumenta: anche gli analisti internazionali avvertono la necessità che assuma un ruolo di leadership. A Davos non lo dimostrerà: al posto di Schulz quest'anno arriveranno tra gli altri il ministro degli Esteri federale Annalena Baerbock (Verdi), il ministro federale dell'Economia Robert Habeck (Verdi) e il ministro delle Finanze Christian Lindner (FDP).

Allo stesso tempo, al Forum economico mondiale si presenteranno questioni completamente diverse, che forse non dovranno essere tutte risolte con la leadership tedesca: la Svizzera vuole ospitare una conferenza di pace per l’Ucraina, una conferenza sostenuta dal presidente Volodymyr Zelenskyj, mentre lo si è saputo dopo un incontro preliminare. di lunedi. In gran parte del mondo, il forum economico è diventato un forum politico di crisi che deve affrontare la crescente disuguaglianza in alcune parti del mondo, l’interruzione delle catene di approvvigionamento, la crescente affermazione dell’intelligenza artificiale e il crollo delle alleanze.

Tuttavia, l’economia tedesca è ancora in grado di far fronte a valutazioni deboli: secondo uno studio PwC, il 67% dei CEO tedeschi ritiene che la crescita economica riprenderà, e la Germania – nonostante il calo dei livelli di approvazione – rimane il terzo mercato più importante per Dopo gli Stati Uniti d’America e la Cina, il mondo. (gatto)

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...