Dicembre 7, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Ferrari gioca di nuovo

00:27

Alfa Romeo: Raddoppia nel primo quarto

La Sauber è stata l’unica squadra a perdere entrambe le vetture oggi nella Q1. “E’ un risultato deludente, soprattutto dopo che siamo sembrati così forti nella FT1 oggi,” ha detto Bottas, che ha concluso nono.

Alla fine, è troppo tardi per passare agli spot. “Due giri non sono bastati per scaldare queste gomme”, ha detto Bottas, che è finito in P18. Ma non vuole cancellare l’intero fine settimana.

“Dato il nostro ritmo durante la siccità, abbiamo ancora la possibilità di un buon risultato”, ha detto Bottas. A proposito, il suo compagno di squadra Zhou ha avuto lo stesso problema, anche lui è passato ai punti “uno o due giri di ritardo”.

“Ho fatto davvero un buon giro con le morbide”, ha detto il cinese, “il che lo rende ancora più frustrante perché penso che oggi si sarebbe potuto fare molto di più”. Del resto: è finito al 17° posto, un posto davanti a Bottas. Solo una piccola consolazione, però.


12:14

Vank Magnussen…

…dopo il nostro primo giro di nuovo qui nel video. Proprio per questi sentimenti amiamo la Formula 1!


00:03

Steiner: Non importa, è solo uno sprint!

È un po’ fastidioso fare una gara veloce questo fine settimana. Per questo motivo, oggi Magnussen può “solo” partire dalla pole position, non in un vero Gran Premio.

“Non proprio, una pole è una pole”, conferma Gunther Steiner e afferma che i punti iridati vengono assegnati anche allo sprint. “E se facciamo bene possiamo ottenere una buona posizione per la gara di domenica”.

Steiner dice che la pole è “simbolica” e non importa se domani ci sarà una gara veloce.


23:51

La cosa più importante del venerdì…

…ovviamente l’abbiamo riassunto di nuovo in una serie di foto separata per te oggi. Il modo più veloce per recuperare il ritardo alla fine della giornata!


Galleria fotografica: Formula 1 2022 in Brasile: la cosa più calda di venerdì


23:41

Ferrari: Mikes spiega la scelta delle gomme

Nel frattempo, Laurent Mekies ha anche commentato la strategia corrotta della Ferrari e ha spiegato: “Ci aspettavamo subito una forte pioggia”. Ecco perché hanno deciso di dividere la strategia delle due auto.

Quindi era già chiaro che l’autista avrebbe sicuramente fatto il bagno. Perché se avesse davvero piovuto, Carlos Sainz sarebbe stato un idiota, ovviamente. “Forse la pioggia era in ritardo di un minuto o due per Charles”, ha detto Meeks.

In definitiva, devi imparare qualcosa da questa situazione. È un po’ tipico che la Ferrari abbia commesso di nuovo un errore del genere…


23:29

La partenza di Russel…

…di nuovo qui nel video. Chissà come sarebbero state le qualifiche senza la bandiera rossa che ha lanciato…


23:23

Hamilton: La posizione in pista è un difetto

Il campione del record è in realtà uno specialista della pioggia. Allora, come ha fatto a finire in ottava posizione oggi? “Questa è stata una qualificazione difficile in generale. Il tempo non era facile da prevedere”, dice.

“Siamo stati tra le ultime vetture in pista, quindi durante il mio giro si è bagnata sempre di più rispetto alle vetture davanti a noi”, dice, citando il motivo principale della sua prestazione relativamente scarsa.

“Penso che abbiamo perso un po’ di temperatura delle gomme nella coda della pit lane, quindi non si è sommato all’unico giro cronometrato che siamo stati in grado di fare”, ha scrollato le spalle.

“Non avevo grip”, spiega, aggiungendo, “Quindi il P8 non è perfetto, ma George ha fatto un ottimo lavoro sul suo giro e congratulazioni a Kevin per il trampolino di lancio”.

Vediamo se riesce a raggiungere la gara come l’anno scorso…


23:12

Magnussen sul podio!

Dopo 141 gare, il danese si è finalmente assicurato il primo posto. Questo lo colloca tra i primi tre in questa serie di foto! Per inciso, Nick Heidfeld (91 gare) è uscito di conseguenza dalla top 10.


23:02

Cosa stava succedendo a Tsunoda?

Il giapponese ha concluso il penultimo giro mentre il suo compagno di squadra era ancora in P12. Questo non ha nulla a che fare con la pioggia. “Ovviamente sono deluso oggi”, ammette il pilota di AlphaTauri.

“Sin dalla FT1 mi mancava il grip e non siamo riusciti a trovare una soluzione prima delle qualifiche”, dice, spiegando che è per questo che non c’era possibilità per lui alla fine del primo quarto.

Nel frattempo, anche il collega Gasly è sconvolto, ma solo perché non è arrivato al terzo quarto. “Oggi abbiamo saltato il terzo quarto solo di quattro decimi. Ma penso che nel complesso sia stata una qualificazione positiva”.

“Il ritmo era lì, quindi è stata una piccola occasione persa che non siamo riusciti ad entrare nel terzo quarto, specialmente quando vedi chi è in piedi per primo”, ricorda Gasly.

Tuttavia, sei “in una posizione forte” per il nemico, afferma. Non sembra proprio la stessa cosa con il suo compagno di squadra…


22:53

Ricardo: Semplicemente non correre a mangiare le macchie

Il rally del Messico sembra essere di nuovo finito. Mentre il suo compagno di squadra Norris era in P4, Daniel Ricciardo è arrivato dieci posizioni dietro di lui. “E’ stata una sessione difficile in condizioni difficili”, sospira l’australiano.

“Onestamente, è stato molto divertente. Ma non avevamo la velocità”, ammette, aggiungendo: “Quando abbiamo messo i punti, non avevo la velocità”. Domani ora vuole espiare.

Lando Norris non ne ha bisogno! Rivela e spiega: “Sono molto felice oggi, penso che abbiamo fatto il miglior lavoro possibile durante i playoff”. La situazione sarebbe potuta migliorare solo se fosse uscito primo nel terzo quarto.

Come è noto, Kevin Magnussen ha fatto proprio questo. “Ma a parte questo, abbiamo preso decisioni perfette e la squadra ha fatto un ottimo lavoro”, ha detto Norris con soddisfazione. L’auto si sentiva bene.

P4 è sicuramente un buon risultato. “Speriamo di poter riempire quella posizione domani e segnare alcuni punti”, ha detto il britannico.


22:45

Williams di nuovo con la possibilità di segnare?

La grande storia di oggi è, ovviamente, Magnussen Ball. Ma Alexander Albon potrebbe essere molto soddisfatto della P11 della Williams. “Abbiamo fatto davvero un ottimo lavoro con la P11 – ha detto lo stesso Albon – non è facile su una pista come questa”.

“Eravamo a pochi decimi dalla P5, quindi sono davvero orgoglioso e penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro”, conferma il pilota della Williams. Se riuscirà a mantenere quella posizione nello sprint, partirà direttamente dietro la zona punti domenica.

Il suo compagno di squadra Latifi è stato sfortunato, dato che nel frattempo era anche in P1 nel primo quarto, alla fine 16° ma ha semplicemente abbandonato. Al-Kindi dice che ci sono stati “alcuni problemi durante la sessione” che non hanno aiutato.

Sfortunatamente, questo non è specificato in modo più dettagliato.


Alle 22.30

Leclerc: La pioggia non è arrivata…

Resteremo con la Ferrari. “Ci aspettavamo una pioggia che non è mai arrivata. Parlerò con il team e cercherò di capire cosa possiamo fare meglio in queste circostanze”, dice Leclerc dopo la scommessa della Q3.

È stato, ovviamente, “molto frustrante”, ammette e afferma: “Il ritmo era lì”. Quindi oggi è stata un’occasione persa. Leclerc sottolinea che nulla può andare storto per il resto del weekend.

A proposito, non è stata una sua decisione quella di allevare sensitivi. “Ho accettato la decisione [des Teams]Per andare all’Inters”, ha detto Leclerc. Ma ora c’è bisogno di parlare, di nuovo…


22:22

Sainz: bloccato dietro a Leclerc

Due volte: la Ferrari non solo ha distrutto il seno di Leclerc, anche Sainz ha sofferto per la decisione sbagliata! “Abbiamo cercato di essere in testa alla linea, ma abbiamo perso molto tempo dietro a Charles”, rivela lo spagnolo.

Di conseguenza, Magnussen aveva una pista più asciutta in testa. Sul suo giro ha poi commesso “alcuni grossi errori” che “forse mi sono costati P2 o P3”, ammette Sainz, che conferma anche che Magnussen merita il comando.

“Sono un suo grande fan e sono felice per lui”, ha detto lo spagnolo. Questo è probabilmente il caso di quasi tutti i conducenti oggi.


22:15

L’allegria emotiva di Haas…

…di nuovo disponibile qui nel video. Le cose non andranno meglio questo fine settimana!



22:01

McLaren: Meglio del podio della McLaren!

Quello che spesso viene dimenticato: il danese è salito sul podio nella sua prima gara di F1 in Australia nel 2014! Non lo fece più dopo. Oggi è bastato per il primo posto.

Per inciso, è stato più “sorprendente” del suo podio per la McLaren in quel momento, ha rivelato a Sky. “Penso che stia meglio”, ricorda. “Non sapevo cosa aspettarmi in quel momento. Ero un ragazzino presuntuoso”.

All’epoca credeva “io ero il re del mondo. Dopo di che ho imparato alcune lezioni”, rivela – e assicura che domani andrà “ovviamente” per ottenere la vittoria. “Sono un pilota da corsa e sono al primo posto”, ha sorriso.

Non vedo l’ora di iniziare…

READ  Magath sa cosa manca al Bayern: 'Ora lo sanno'