Luglio 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Fed potrebbe stringere la rotta: le azioni sono di nuovo nella “trappola dei tassi di interesse”


Rapporto di mercato

Stato: 06.01.2022 22:29

Il buonumore in borsa all’inizio del nuovo anno per ora è finito. Sui rinnovati timori sui tassi di interesse, il DAX ha chiuso in rialzo. Fallita anche l’auspicata ripresa di Wall Street.

Il tempo in borsa sta diventando di nuovo più volatile? Dopo che quasi tutti i mercati azionari internazionali sono stati difficili ultimamente e che sono stati battuti nuovi record, le cose ora sono molto più volatili. Il Dow, che ieri è sceso di circa il 2%, oggi è di nuovo in calo dello 0,5%. L’S&P 500 più ampio ha chiuso leggermente in rosso. Dati forti sugli ordini in entrata dal settore e dati sul sentiment ISM più deboli del previsto dal settore dei servizi hanno scoraggiato gli investitori.

Nasdaq venduto

L’unico punto positivo: le recenti vendite pesanti sul Nasdaq si sono bloccate. Lo scambio tecnologico si è chiuso pressoché invariato, rimanendo a lungo in territorio positivo. Tuttavia, le “grandi aziende tecnologiche” come Apple, Amazon e Microsoft hanno continuato a essere sotto pressione.

Giornata nera per i titoli tecnologici in Europa

Gli investitori oggi evitano in particolare i titoli tecnologici europei. Con un meno 2,4%, l’indice dell’industria europea ha registrato la più grande perdita giornaliera da quando i prezzi sono diminuiti dopo che la variante Omikron del coronavirus è emersa all’inizio di dicembre.

Prima perdita giornaliera nel DAX 2022

Il DAX ha visto la sua prima perdita giornaliera dell’anno dopo essere balzato a un record di ieri. L’indice di riferimento tedesco Xetra ha concluso le sue contrattazioni in rosso dell’1,4% a 16.052 punti. Grazie solo ai cacciatori di occasioni, il DAX ha mantenuto la sua posizione al di sopra della soglia dei 16.000 punti.

Girare più velocemente nei tassi di interesse del previsto?

Il verbale della riunione della Federal Reserve, diffuso mercoledì sera, ha sollevato le preoccupazioni degli investitori europei. Diversi rappresentanti della Federal Reserve hanno sottolineato che gli sviluppi economici e l’inflazione parlano a favore di un’uscita più rapida dalla politica monetaria espansiva. Ha detto che un aumento dei tassi più rapido di quanto previsto in precedenza potrebbe essere giustificato.

La Fed può ridurre il totale delle attività

Alcuni membri della Fed si sono anche espressi a favore dell’inizio della riduzione delle attività totali della banca centrale subito dopo il primo rialzo dei tassi. Ciò non sostituirebbe le obbligazioni scadute, che abbasserebbero i prezzi delle obbligazioni e aumenterebbero i rendimenti di conseguenza. Questo, a sua volta, renderà le azioni meno interessanti rispetto ai titoli a reddito fisso.

Fine del diluvio di denaro

Quindi non c’erano regali per gli investitori sull’Epifania. Al contrario: la Federal Reserve americana ha indicato che ritirerà liquidità dal mercato. L’analista Birgit Hensler di DZ Bank ha affermato che i verbali della riunione della Fed hanno sorpreso i mercati poiché rivelano una visione aggressiva della politica monetaria dei banchieri centrali.

READ  Produttori di auto elettriche: lavoro in calo - La crescita di Tesla continua a vacillare

I rendimenti della Federal Reserve sono ai massimi da due anni e mezzo

A causa della minaccia di una stretta monetaria negli Stati Uniti, gli investitori hanno scaricato i titoli di stato dai loro portafogli. Ciò ha spinto il rendimento dei titoli del Tesoro USA a 10 anni al massimo su nove mesi dell’1,751%. L’obbligazione tedesca a 10 anni ha reso meno 0,031 per cento, che è alto come era due anni e mezzo fa.

Inflazione ai massimi da 29 anni

L’euro è sceso leggermente, tornando sotto gli 1,13 dollari. Inflazione tedesca È aumentato del 5,3 percento a dicembre, il livello più alto dal giugno 1992. Gli analisti si aspettavano un leggero calo dopo che il tasso di inflazione mensile è balzato al 5,2 percento a novembre. Per l’intero anno, l’inflazione è stata del 3,1 per cento, il livello più alto dal 1993. “C’è il rischio che l’inflazione diventi un problema costante in Europa”, ha affermato Ulrich Kater, capo economista di Dekabank. “Se questi indicatori si intensificano durante l’anno, la Banca centrale europea dovrà inasprire la sua politica monetaria e dare priorità anche all’aumento dei tassi di interesse”.

Rimbalzo degli ordini industriali

Solo segnali positivi sono arrivati ​​dal settore. Grazie alla buona domanda estera, ha recuperato più forte del previsto dal precedente crollo degli ordini di novembre. Secondo l’Ufficio federale di statistica, le aziende hanno ricevuto ordini del 3,7 percento rispetto al mese precedente. Gli economisti si aspettavano una crescita di appena il 2,1%.

Le proteste in Kazakistan aumentano i prezzi del petrolio

Gli investitori guardano al Kazakistan con preoccupazione. I disordini hanno fatto salire di nuovo i prezzi del petrolio. Il Brent del Mare del Nord è aumentato di circa il due percento a 82,37 dollari al barile (159 litri). Il Kazakistan produce 1,6 milioni di barili di petrolio al giorno.

Le fantasie sui tassi di interesse pesano su Bitcoin

Gli investitori si sono anche ritirati da investimenti ad alto rischio come le criptovalute, temendo che i tassi di interesse sarebbero aumentati rapidamente negli Stati Uniti. Il picco di Bitcoin è sceso del 2,7 percento a $ 42.413, il minimo in quasi cinque settimane, ma ha recuperato leggermente. Timo Emden di Emden Research ha affermato che “la disattivazione dei clic sta rendendo di nuovo meno attraenti le risorse crittografiche”. La prospettiva di una politica monetaria più restrittiva ha anche reso l’oro la “moneta antinflazionistica” meno attraente. Il metallo prezioso è sceso dell’uno per cento a 1790 dollari l’oncia.

READ  Finn ha fatto esplodere la S di Tesla per rabbia per una bolletta della batteria di € 20.000

Vincitori Corona nelle liste di vendita

Il più grande perdente oggi è stato ancora una volta le azioni dei vincitori di Corona. Hanno sofferto per alcuni giorni del fatto che, secondo gli studi attuali, la variante omicron del virus può portare a cicli di malattia abbastanza lievi. Nel DAX, le azioni del rivenditore online Zalando hanno subito perdite significative inferiori al 4%. I giornali sono scesi al livello più basso da agosto 2020.

Anche gli indirizzi di Delivery Hero sono crollati del cinque e mezzo percento e sono stati i più grandi perdenti al DAX. Era al livello più basso da settembre 2020.

Merck acquisisce fornitori di mRNA

Il gruppo Merck con sede a Darmstadt vuole espandere la propria attività di tecnologia mRNA attraverso un’acquisizione. DAX ha firmato un accordo per acquistare la società biofarmaceutica statunitense Exelead. Il prezzo di acquisto è di circa 780 milioni di dollari USA (690 milioni di euro). Exelead, con sede a Indianapolis, Indiana, USA. È specializzato, tra l’altro, in nanoparticelle lipidiche, componente chiave delle terapie mRNA, che vengono utilizzate anche nella lotta al COVID-19.

Deutsche Bank conferma l’obiettivo di ritorno

Deutsche Bank si vede sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di rendimento chiave di quest’anno. Il direttore finanziario James von Moltke ha dichiarato a Handelsblatt di essere “molto fiducioso” che la banca soddisferà i requisiti che si era prefissata. “L’obiettivo di rendimento dell’otto percento è la nostra stella polare, la spinta centrale dell’intera banca e dell’intero rinnovamento”. Molti analisti di recente hanno dubitato che il più grande istituto finanziario tedesco avrebbe raggiunto l’obiettivo che si era prefissato per le sue dichiarazioni dei redditi.

Milioni di multe su Google e Facebook

L’autorità francese per la protezione dei dati ha imposto una multa di milioni di dollari a Google e Facebook. Sulle loro pagine, gli utenti non potranno rifiutare i cookie con la stessa facilità con cui possono accettare, come dice la spiegazione. Quindi due filiali di Google devono pagare insieme una multa di 150 milioni di euro. Su Facebook 60 milioni di euro.

L’autorità ha lamentato che sulle pagine google.fr, facebook.com e youtube.com era possibile accettare i cookie con un solo clic, ma era necessario rifiutare i cookie diversi clic. Ciò pregiudica la libertà di consenso e viola la legge francese. Gli operatori della piattaforma hanno ora tre mesi per mettere a punto il modo in cui operano in Francia. Per ogni giorno di ritardo saranno dovuti 100.000 euro.

READ  L'exchange di criptovalute austriaco Bitpanda sta licenziando più di 270 dipendenti

Flatexdegiro . crash

Il broker online Flatexdegiro mira a fare più record nel nuovo anno dopo la forte crescita del business nel 2021. È probabile che il numero di account dei clienti cresca del 30-40 percento per raggiungere 2,7-2,9 milioni. Secondo il CEO Frank Nehag, è probabile che il cliente medio agirà in media meno nel 2022 rispetto allo scorso anno. In generale, il numero di transazioni nel corso dell’anno dovrebbe aumentare solo da 91 milioni a 95 a 115 milioni. In borsa la notizia è stata accolta con prezzi più bassi. Per quanto riguarda la quota di Flatexdegiro, è scesa di quasi il 9%.

Amazon e Stellantis lavorano insieme

Amazon si assicura una posizione più importante in milioni di auto future grazie all’accordo con la società automobilistica Stellantis. Il gruppo, che comprende marchi come Peugeot, Chrysler, Fiat e Opel, vuole includere l’assistente vocale Amazon Alexa nel nuovo cockpit digitale, hanno annunciato le aziende al CES tech show di Las Vegas. Per il più grande rivenditore online del mondo, questo è un successo nella corsa con Google Assistant per un posto in macchina. L’accordo sviluppa anche il servizio cloud AWS di Amazon, che sarà utilizzato dalle auto Stellantis.

Amazon sarà il primo ad acquistare il camion per le consegne elettrico Ram ProMaster di Stellantis, che arriverà sul mercato nel 2023. Il rivenditore online ha finora fatto affidamento principalmente sulla startup statunitense Rivian per alimentare la sua flotta. A causa di problemi di produzione, Amazon non ha più ordinato i seguenti veicoli di consegna dalla società di veicoli elettrici Rivian. Le azioni di Rivian sono diminuite del sette percento.

Société Générale amplia la sua attività di leasing

La banca francese Société Générale sta riorganizzando la sua attività di leasing di veicoli e gestione della flotta con un’acquisizione da 1 miliardo di euro. Il gestore della flotta ALD Automotive, che appartiene al gruppo, vuole acquisire il concorrente olandese Leaseplan per 4,9 miliardi di euro. A seguito dell’accordo, Société Générale deterrà poco più della metà delle azioni della società di noleggio combinata, che gestirà quindi 3,5 milioni di veicoli. Di recente, la banca possiede quasi l’80% di ALD.