Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La crudeltà sugli animali alla Lidl è un’organizzazione / Germania, Spagna e ora Italia: in tutta Europa …

Fondazione Albert Schweitzer per il nostro ambiente

Berlino (ots)

Lo scandalo della carne Lidl colpisce sempre più paesi. Le organizzazioni per il benessere degli animali hanno ora rilasciato filmati dalle stalle in Italia. Le immagini sono state scattate sotto copertura nel 2022 in due allevamenti di pollame collegati a Lidl, il più grande fornitore italiano di pollame AIA (Agricola Italiana Alimentare). Ciò era precedentemente evidente a causa dell’abuso di animali e della contaminazione da batteri.

I video sono stati realizzati nell’estate del 2022 presso due grandi allevamenti da ingrasso del nord Italia, tra cui i più grandi allevamenti avicoli d’Europa. Mostrano crudeltà sugli animali illegali ma anche legali: i polli da carne non sono solo maltrattati dai lavoratori. Anche l’allevamento atroce e le condizioni abitative atroci creano dolore e sofferenza. Il materiale del film conferma l’impressione già data dalle fotografie dei fienili tedeschi e spagnoli dei fornitori Lidl: dietro il pollo Lidl si nasconde la tortura degli animali. Controlla i record www.lidl-fleischskandal.de Obiettivo.

La Fondazione Albert Schweitzer per il nostro ambiente, Equalia dalla Spagna, Essere Animali dall’Italia e altre organizzazioni europee per il benessere degli animali chiedono ancora una volta a Lidl di innalzare i propri standard di benessere degli animali nell’ingrasso in tutta Europa. In quel giorno https://albert-schweitzer-stiftung.de/lidl-fleischskandal Puoi aderire alla richiesta. Più di 170.000 persone in tutta Europa lo stanno già facendo.

Scandalo della carne alla Lidl: gli attivisti per i diritti degli animali chiedono alla Lidl di agire

Il 25 ottobre e il 15 novembre, le organizzazioni per la protezione degli animali hanno già rilasciato scioccanti informazioni classificate dalla Bassa Sassonia e dalla Spagna. Da allora lo scandalo della carne di Lidl è stato seguito dai media in patria e all’estero.

READ  Serie A: Trasmissione in TV e live streaming in Germania

Mahi Klosterhalfen, presidente della Fondazione Albert Schweitzer, si aspetta che Lidl finalmente si muova: “Germania, Spagna, Italia – le foto mostrano: Lidl sostiene l’allevamento intensivo e la crudeltà sugli animali in tutta Europa. Per parlare di singoli casi qui, altrimenti per mantenere un rapporto rotto sistema, davvero debole C’è. Dopo tre scandali, la direzione di Lidl deve rendersi conto che è ora di agire. Lidl deve ora implementare almeno i criteri della European Chicken Initiative in tutta Europa”.

La European Broiler Chicken Initiative co-fondata dalla Albert Schweitzer Foundation, ad es. B. “Iniziativa per il benessere degli animali” prima delle specie sane. Inoltre, tutti i polli in una struttura hanno molto spazio, luce diurna, opportunità di lavoro e regolamenti per rendere la macellazione il più priva di stress possibile. Più di 500 aziende sono affiliate in tutto il mondo. Comprende anche i concorrenti di Lidl Aldi, Bünting, Globus, Norma e Tegut.

Buttati via e dimenticati: polli da carne nell’allevamento industriale

Il materiale del film mostra le condizioni disumane dell’allevamento intensivo: migliaia di animali vengono letteralmente riversati nelle stalle. Il filmato mostra i lavoratori che gettano a terra pulcini di un giorno. Entro poche settimane di vita, i polli diventano vegetativi senza la possibilità di lavorare o riposare.

Durante questo periodo, i polli non possono conservare le loro ossa e organi mentre si riproducono. Soprattutto i muscoli del torace diventano innaturalmente grandi. Le conseguenze sono dolore, deturpazione e insufficienza d’organo. I video mostrano chiaramente con quanta lentezza si muovono i polli di quattro settimane, che in realtà sono ancora pulcini. Se un essere umano cresce velocemente come questi polli, possono raggiungere i 300 kg durante l’infanzia. Nel video, diversi polli da carne giacciono esausti o addirittura in agonia sul pavimento coperto di feci. Alcune persone raddrizzano e torcono le gambe, il che è un segno di distorsione ai piedi o alla schiena. Nel mezzo ci sono sempre animali morti che sono morti inosservati.

READ  Elezioni presidenziali in Italia: i candidati più promettenti

Mentre le tortuose condizioni di riproduzione e allevamento sono incredibilmente legali, il filmato mostra anche chiare violazioni della legge europea sul benessere degli animali: per uccidere animali malati e feriti, i lavoratori gli afferrano la testa, li lanciano in aria e gli spezzano il collo. Un operaio picchia un pollo a terra con un bastone. Un operaio preme un pollo contro la barra di sostegno di un sistema di irrigazione. Nessuna delle persone che hanno scattato le foto ha verificato se gli animali fossero effettivamente morti.

I metodi di uccisione documentati dagli investigatori non sono stati né delicati né efficaci, hanno detto alle autorità italiane attivisti per i diritti degli animali. Sono state presentate denunce anche nei confronti di fornitori spagnoli e tedeschi.

L’AIA è già stata chiara molte volte

A luglio 2021, dopo che Essere Animali ha pubblicato le indagini, il proprietario di altri allevamenti legati all’AIA era già stato multato di 3.000 euro per maltrattamento sugli animali.

I rischi dell’allevamento avicolo industriale hanno un impatto anche sulla sicurezza alimentare: secondo il Sistema di allarme rapido per alimenti e mangimi della Commissione europea, tre decessi e 66 pazienti sono stati infettati tra agosto e settembre a causa del consumo contaminato da Listeria monocytogenes. Gli insaccati erano di AIA, quindi Lidl e altri supermercati hanno dovuto ritirare i prodotti.

I prodotti AIA possono essere trovati in Germania, ad es. B. in Rev e Edega.

sinistra

A proposito della Fondazione Albert Schweitzer per il nostro ambiente

La Fondazione Albert Schweitzer si batte contro l’agricoltura intensiva e promuove il veganismo. Per fare ciò, utilizza meccanismi legali e influenza attori importanti del mondo degli affari e della politica per aumentare gli standard di benessere degli animali, ridurre il consumo di prodotti animali e migliorare la gamma di alimenti a base vegetale. Fornisce informazioni fondate alle parti interessate e mostra alternative. Scopri di più su https://albert-schweitzer-stiftung.de.

READ  Ritratto: Georgia Maloney è la nuova regina della destra in Italia

Contatto stampa:

Diana Von Webel
Fondazione Albert Schweitzer per il nostro ambiente
+49 30 400 54 68-15
[email protected]

Contenuto originale: Fondazione Albert Schweitzer per il nostro ambiente, trasmesso da news aktuell