Dicembre 2, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Corea del Nord vuole espellere il soldato americano Travis K

La Corea del Nord vuole espellere il soldato americano Travis K

Un soldato americano ha attraversato illegalmente il confine con la Corea del Nord quest’estate. È stato arrestato. Adesso deve lasciare nuovamente il Paese.

Due mesi dopo aver attraversato il confine con la Corea del Nord senza permesso, un soldato americano è costretto a lasciare nuovamente il paese, in gran parte isolato. La Corea del Nord ha ordinato l’espulsione di Travis King dal Paese, hanno riferito mercoledì i media statali del Paese vicino, secondo l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Il motivo addotto è che il soldato è entrato illegalmente nella Repubblica popolare. Inizialmente non era chiaro quando avrebbe lasciato il Paese.

K ha attraversato il confine il 18 luglio durante un tour civile dell’area di sicurezza congiunta sul confine pesantemente fortificato tra la Corea del Nord e quella del Sud. Funzionari statunitensi hanno affermato di ritenere che King abbia attraversato il confine intenzionalmente.

Si dice che il soldato fosse sconvolto

Un mese dopo l’incidente, a metà agosto, le autorità nordcoreane hanno commentato per la prima volta dove si trovava il giovane soldato americano. Durante le indagini, ha ammesso di essere entrato illegalmente nella Corea del Nord, hanno riferito all’epoca i media controllati dallo Stato nel paese isolato. Si dice che abbia disertato in Corea del Nord per la rabbia nei confronti del “trattamento disumano e della discriminazione razziale nell’esercito americano”.

Secondo Pyongyang, il soldato, un uomo di colore, ha espresso il desiderio di chiedere asilo in Corea del Nord o in un Paese terzo perché deluso dalla “società americana ineguale”.

Non è stato possibile verificare in modo indipendente il resoconto della Corea del Nord sulle presunte motivazioni dell’uomo. Gli Stati Uniti non vi avevano accesso diretto.

“Probabilmente è metà vero e metà propaganda.”

Park Young-ho, esperto della Corea del Nord ed ex ricercatore presso l’Istituto per l’unificazione nazionale della Corea del Sud, ha detto riguardo alle presunte dichiarazioni del soldato: “Forse metà di esse sono vere e l’altra metà è propaganda”. Nessuno sa cosa vuole veramente King.

Non ci sono relazioni diplomatiche tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord. La Corea del Nord, in gran parte isolata a livello internazionale a causa del suo programma di armi nucleari, accusa da decenni gli Stati Uniti di politiche ostili.

Secondo le forze statunitensi in Corea del Sud, il soldato ha partecipato a un giro commerciale lungo la parte sudcoreana della zona demilitarizzata e poi ha deliberatamente attraversato il confine con la Corea del Nord. Come annunciato in seguito dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, il soldato avrebbe dovuto tornare in patria. In Corea del Sud ha trascorso un certo periodo di tempo in un centro di detenzione per un crimine.

La cosiddetta zona smilitarizzata separa i due stati coreani l’uno dall’altro. Negli ultimi decenni, gli americani hanno attraversato più volte il confine con la Corea del Nord senza permesso. Lì vengono solitamente condannati a diversi anni di prigione e vengono rilasciati solo dopo lunghe trattative.