Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: Perché tante spiagge rischiano di chiudere – Panorama

– Alcune spiagge italiane rischiano la chiusura. Due anni dopo il Corona, la prima stagione senza misure e requisiti sanitari seri è ora in sospeso, il che è molto importante per l’industria del turismo.

Finalmente Bella è tornata in Italia per una vacanza estiva senza restrizioni corona! Vacanze piene di complessità non sono né divertenti né confortevoli per l’industria turistica italiana. Ma ora alcune spiagge rischiano di chiudere.


Solo questa volta Corona non è da biasimare – almeno non direttamente: c’è carenza di personale. Le strutture costiere dal nord al sud Italia indicano che mancano circa 4000 bagnini. ORF.

Di radio austriaca Si riferisce ai reclami dell’Associazione delle Compagnie Balneari. Un bagnino è necessario per 100 metri di spiaggia, ma non abbastanza. Circa il 40 per cento dei sopravvissuti necessari è scomparso.

C’è carenza di personale

Ma perché la carenza di personale in piscina è così alta? Il motivo è Corona: durante il lungo lockdown, molti bagnini si sono cambiati. Come molte altre attività, erano quasi completamente inattive, ma avevano comunque bisogno di entrate. Inoltre, passo ORF C’è ancora carenza di giovani poiché i corsi per il rilascio di licenze salvavita sono stati sospesi. Questo è un problema non solo per le strutture balneari ma anche per molti hotel. Perché anche questi non possono aprire le loro piscine agli ospiti senza bagnino.

Anche cibo e hotel sono stati colpiti

Di ORF Pavlo Manka, presidente dell’Associazione Albergatori Federalberg in Sardegna, cita: “Non si poteva garantire la stabilità minima a causa di epidemie, ospitalità e turismo e i lavoratori cercano qualcos’altro. Hanno lavori come corrieri, muratori e autisti. Gli albergatori si lamentano anche dei posti vacanti, in molte strutture manca un terzo del personale richiesto.

READ  La lotta per l'aviazione italiana - L'economia