Aprile 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: Il video della Meloni da Palazzo Sigi in perfetto stile Netflix – Politica

Italia: Il video della Meloni da Palazzo Sigi in perfetto stile Netflix – Politica

Bisogna immaginare per un momento che si tratti di Olaf Scholes: il cancelliere tedesco passerà tre minuti a esprimere con parole ben scelte i suoi ultimi piani di governo, mentre segue la telecamera attraverso le stanze della cancelleria nel miglior stile Netflix. Alla fine del video sarà già arrivato nella sala del gabinetto, seduto tra i ministri che aspettano lì con un ultimo saluto al pubblico.

Difficile da immaginare? Anche nell’Italia politicamente diversificata, anche i giornalisti veterani non ricordano nulla di paragonabile. Ma Georgia Meloni è sempre pronta per un nuovo lato della comunicazione politica. Sei mesi al potere come capo della Costellazione Tripartita, percorre Palazzo Sigi, sua residenza ufficiale nel centro di Roma di fronte alla Colonna di Marco Aurelio, sempre a stretto contatto con il video. Strumento fotografico. Alterando artificialmente il tono della sua voce, sostenendo le mani secondo tutte le regole della retorica, attraversa una serie di stanze con mobili storici, oltre la scrivania del governo, e infine verso la porta ancora chiusa.

Il governo consente lavori più pericolosi

Ecco la sua descrizione del processo decisionale: “Ora mettiti al lavoro”, dice Georgia Maloney, aprendo la porta del gabinetto. Infatti tutto il governo, tutti i capi dicastero, sono seduti lì, rassegnati, ad aspettare senza alzare lo sguardo, e solo il ministro degli Esteri Antonio Tajani le fa un sorriso un po’ imbarazzato – o sorride divertito? Il Primo Ministro, che ovviamente vuole essere chiamato Primo Ministro, cioè in forma maschile, si dirige con sicurezza al suo posto, alza il campanello, sorride maliziosamente alla telecamera e si parte.

È stata eletta una coalizione di tre partiti di destra che, tra le altre cose, hanno promesso misure favorevoli alle imprese. Adesso lo fa. Ciò rende più facile per le aziende chiudere contratti di lavoro a tempo determinato da uno a due anni. Nel settore del turismo sono nuovamente consentiti gli stage per i vecchi dipendenti. Alcuni benefici sociali vengono tagliati per i disoccupati che non partecipano alle attività del governo. I redditi bassi dovrebbero ricevere sgravi fiscali, per i quali il governo sta investendo tre miliardi di euro, secondo Meloni “il taglio fiscale più importante degli ultimi decenni”, che porterà i privati ​​fino a 100 euro al mese.

Tutto questo dovrebbe creare posti di lavoro per più persone, ma ovviamente aumenta il numero di lavori precari già diffusi in Italia. Pertanto, i partiti di centro e di sinistra hanno criticato il pacchetto come un mosaico nel posto sbagliato, chiedendo invece una riforma fiscale globale. Ma sono anche scioccati dal modo in cui sono state prese le misure.

Maloney pensava poco di portare con sé un nemico politico

Il video non è solo il momento clou della Meloni. Un altro è scegliere una data. La riunione di gabinetto, dove il capo del governo è cinematografico, si è svolta il 1 maggio di tutti i giorni. In Italia nella “Festa del Lavoro” i sindacati hanno il potere di interpretare. Tradizionalmente organizzano un grande spettacolo gratuito all’aperto davanti alla Basilica di San Giovanni in Laterano.

Maurizio Landini, segretario dell’importante sindacato CGIL, ha definito “arrogante e offensiva” la decisione di consentire la riunione del governo il 1° maggio. “Stiamo introducendo misure per il mercato del lavoro. La sinistra va ai concerti”. Maloney ei suoi uomini pensavano poco di portare con sé un nemico politico. In Germania, Scholz o Merkel avrebbero consultato ampiamente i sindacati. C’è stato solo un incontro formale in Italia, la sera prima della riunione del Gabinetto.