Luglio 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Io non sono una smentita di Corona”: una nazionale non vaccinata abbandona l’Em

“Non sono un negazionista di Corona”
Nazionale non vaccinata rinuncia all’EM

Jüri Knorr è una delle speranze della pallamano tedesca. Ma ai prossimi campionati EM di gennaio, la squadra nazionale probabilmente gareggerà senza il 21enne. Dopo aver contratto la corona nel novembre 2020, non è ancora stato vaccinato. Ma questo è obbligatorio per il torneo.

I giocatori di pallamano tedeschi molto probabilmente dovranno fare a meno del giovane Guri Knorr ai prossimi campionati EM di gennaio. Il torneo dovrebbe attualmente svolgersi in Slovacchia e Ungheria (13-30 gennaio) in condizioni 2G-Plus, ma il regista 21enne Rhein-Neckar Löwen non è stato vaccinato contro il coronavirus.

“Purtroppo dovrò obbedire a questa regola – ha detto Knorr a Mannheimer Morgen -. Se sarò nominato, non potrò partecipare agli Europei. Mi dispiace tanto”. Il giocatore del backcourt è stato contagiato da Corona nel novembre 2020 e ha lamentato gravi sintomi, ma il suo status di “guarito” termina ufficialmente dopo sei mesi.

Guardando ai campionati nazionali nel 2024 (EM) e nel 2027 (Coppa del Mondo), Knorr, figlio del giocatore nazionale di lunga data Thomas Knorr, è una speranza per la pallamano tedesca. Nato a Flensburg, fa parte di un gruppo di 35 giocatori che formerà il suo allenatore della nazionale Alfred Jeslason all’inizio della prossima settimana.

“Non è come sembra”

Knorr si basa sulla protezione naturale dell’immunità. Dal suo recupero, i suoi anticorpi e la risposta dei linfociti T specifici per Covid-19 (cellule T che distruggono le cellule infette da virus e supportano la formazione di anticorpi) sono stati regolarmente identificati. “Ho fiducia in questi risultati clinicamente provati della mia immunità naturale dopo sei mesi”, ha detto Knorr.

“Sto anche affrontando il tema della vaccinazione e capisco che una volta che perderò la mia immunità naturale attualmente testata dal punto di vista medico, dovrò occuparmi più intensamente di una potenziale vaccinazione”, afferma Knorr. Rimarrà la massima priorità per la mia salute e la protezione dei miei simili”.

Knorr prende le distanze dai “pensatori secondari” e dai teorici della cospirazione. “Non è come sembra. Non sono un negazionista della corona. È stato più difficile per me rispetto ad altri della mia età. Ecco perché prendo questa malattia così seriamente”, ha detto.

Jennifer Ketman, amministratore delegato di Löwen, ha sottolineato che dovrebbe affrontare la questione “con delicatezza” e “con la dovuta cautela”. Tuttavia, il club “non ha intenzione o modo di sollecitare il nostro personale a ottenere un vaccino per prevenire il corona”, ha spiegato Keatman. In una lettera, i Lions hanno fatto riferimento al rigoroso regime di test, “al quale Guri Knorr è assolutamente soggetto, ovviamente”.

READ  Darts World Cup: Raymond van Barneveld vince il ritorno di "Ally Pally" - freccette