Novembre 26, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Intervista a Lily Baker Piers Morgan: “Nostro figlio sarebbe finalmente morto per vederlo” – la gente

Questa intervista ti è entrata sotto la pelle!

Lily Baker (45 anni) ha parlato martedì sera nel programma “Piers Morgan Unseen” per il presentatore televisivo britannico Piers Morgan (57) sulla pena detentiva per suo marito e leggenda del tennis. Boris Becker (54).

L’uomo yemenita è stato condannato a due anni e sei mesi di carcere venerdì a Londra per aver rinviato il fallimento.

Lily e Boris Becker si sono sposati nel 2009 ma hanno divorziato dopo nove anni. A seguito della relazione, il figlio di Amadeus (12 anni), lunedì ha appreso della pena detentiva del padre.

Nella toccante intervista con Piers Morgan, Lily, da donna forte, ha spiegato quanto ha sostenuto il marito nonostante la separazione nella fase più difficile della sua vita.

Lily Baker ha parlato di…

… stato familiare: “Penso che sia una cosa personale per tutti noi. Siamo una grande famiglia. (…]Stiamo tutti uniti ora, ex mogli, figli e l’attuale fidanzata Lillian. La prima cosa che abbiamo fatto tutti è stata chiamare l’un l’altro e parlare”.


Intervista emotiva: Piers Morgan parla con Lily BakerFoto: TalkTV

…il motivo dell’intervista: “È difficile perché tutti hanno un’opinione in merito. E lei ha ragione. Sono qui per mostrare a tutti che le donne forti gli danno le spalle e non sono qui per parlare per lui ma per proteggerlo”.

…la sua lite con la fidanzata di Boris, Lilian de Carvalho Monteiro (33): “Fino ad oggi sono molto imbarazzato. Ci incontreremo abbastanza presto e vorrei scusarmi con lei faccia a faccia, con Lillian. È stata la prima a contattarmi e chiedermi come stavamo io e Amadeus. Ha ringraziato. Abbiamo “tutto bene. Poi ho chiamato Barbara ed era solo una cosa non detta, incontriamoci e proteggiamo quest’uomo. Gli bastava l’umiliazione!”

… attrattiva di Boris: “È un grande papà, un ragazzo divertente, onestamente, o hai quell’atmosfera o lui no. Lo ha. Se lo incontri, sai quanto è attraente. Quando ti siedi con lui e lui racconta una storia, tu resta con lui. Ha questi occhi azzurri ed è solo un mago”.


Lillian è stata un grande sostegno per Boris e ogni giorno è andato a processo insieme a lui

Lillian è stata un grande sostegno per Boris e ogni giorno è andato a processo insieme a luiFoto: Alastair Grant / AP

… I primi giorni di Boris in prigione: “Lillian mi ha detto che sta bene. Sta bene! Voglio dire, questo ovviamente non è un hotel a cinque stelle. Sai che si vergogna. Sai che è stato insultato. Il miglior corso che può fare in questo momento è rimanere mentalmente forte e concentrato per ottenere questo. pezzo fuori dalla sua strada”.

… il momento in cui Ibn Amadeus venne a conoscenza della pena detentiva: “Non vorrei che qualcuno dicesse a un dodicenne che suo padre dovrebbe andare in prigione. Questa è stata la cosa più difficile che ho dovuto fare. Non riusciva a capirlo e ancora non riesce. Mi si spezza il cuore ma mi ha reso un leone perché penso che siamo passati abbastanza come famiglia. Chiedo simpatia qui. “

… La prima visita di Amadeus al carcere: “Non vedo l’ora di vedere suo padre. Ho appena detto a un dodicenne che suo padre è in prigione. La parte più triste è che non potevo trattenerlo perché i bambini vanno online, su YouTube. Ma lui ha un grande ambiente intorno a lui che lo supporta. Gli ho detto che tutti commettiamo errori”.


Poco prima della pena detentiva, Boris ha salutato suo figlio Amadeus

Poco prima della pena detentiva, Boris ha salutato suo figlio Amadeusfoto: .

… il verdetto: “Penso che sia molto difficile. Dovrebbe esserci un rigore? Comunque. Personalmente, certo, sono di parte, faccio parte della famiglia, ma penso che due anni e mezzo siano molto difficili”.

… la sua reazione dopo il verdetto: “Sono crollato completamente. Non potevo credere a quello che stavo ascoltando perché ero convinto fino al verdetto che avrebbe avuto meno di due anni e mezzo. Ho dovuto rimettermi in sesto e non sapevo come farlo. In qualche modo ce l’ho fatta”.

Le sue ultime parole a Boris: “Gli ho detto che ci saremmo visti il ​​prossimo fine settimana se lo avessi voluto. Staresti bene. Poi gli ho mandato un cuore. Ovviamente vorrei fargli visita presto con mio figlio se Boris lo vuole. “

Boris Becker è da venerdì a Wandsworth, la seconda prigione più grande della città. Nelle prossime settimane o mesi dovrebbe essere trasferito in un’altra prigione con un livello di sicurezza inferiore. Dopo aver scontato un anno e tre mesi di prigione, Baker può trascorrere il resto del suo tempo in libertà vigilata.

READ  Orribile scherzo sugli animali che volano intorno alle orecchie di Sebastian Povpaf