Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ingiunzione del tribunale di Gibilterra: yacht oligarca messo all’asta

Ordinanza del tribunale di Gibilterra
Yacht oligarca all’asta

Un prestito di JPMorgan va all’oligarchia russa. Ma come appare nell’elenco delle sanzioni, la banca statunitense vede il contratto rotto. A Gibilterra la magistratura confisca il suo yacht e lo mette all’asta. La banca chiede il ricavato a titolo di restituzione del prestito.

Un tribunale di Gibilterra ha ordinato la vendita all’asta dello yacht dell’oligarca russo Dmitriy Pampinsky. Secondo la sentenza del tribunale pubblicata il 14 giugno, “MV Axioma” dovrebbe muoversi “al prezzo più alto possibile”. La nave, lunga 72 metri, è stata sequestrata a marzo come parte delle sanzioni britanniche contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina.

Con la confisca dello yacht di Pampinski, la magistratura della piccola regione britannica all’estremità meridionale della Spagna ha dato seguito a una denuncia della banca statunitense JPMorgan. Nel dicembre 2021 la banca ha concesso un prestito di 20,5 milioni di euro a una società registrata nelle Isole Vergini britanniche. Tra i proprietari di questa azienda c’era una società cipriota, che a sua volta era di proprietà di Pumpianski.

JPMorgan ha considerato l’inclusione di Pampinski nell’elenco delle sanzioni del Regno Unito contro la Russia una violazione del contratto di prestito. Di conseguenza, la banca di Gibilterra ha chiesto la confisca e la vendita dello yacht battente bandiera maltese. JPMorgan chiede che i proventi della vendita vengano utilizzati per rimborsare il prestito.

Pumpianski è il capo del più grande produttore russo di gasdotti TMK. Pertanto, ci sono anche sanzioni dell’UE contro di lui in connessione con la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina. Diversi paesi europei, tra cui Spagna, Italia e Francia, hanno sequestrato yacht appartenenti agli oligarchi russi.

READ  Guerra con la Russia: la centrale nucleare ucraina è messa in pericolo dalle azioni russe