Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il verdetto sull’iniezione letale dell’orso Gaya è oggi – o verrà in Baviera?

Il verdetto sull’iniezione letale dell’orso Gaya è oggi – o verrà in Baviera?
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Creato da:

Da: Giovanni Velde

Dopo la cattura dell’orso Gaia nel 2020. Successivamente sono stati rilasciati di nuovo. © Provincia Autonoma del Trentino

È in corso dalle 9 di mattina al tribunale amministrativo di Trento il processo sul futuro dell’orsa Gaia, che avrebbe ucciso un burlone in Trentino. Puoi ucciderla?

Trento – Il caso ha fatto scalpore in tutto il mondo: il 5 marzo il corridore Andrea Papi (26 anni) è stato ucciso da un orso alla periferia di Caldese, in Trentino. I funzionari in Italia pensavano che l’orso fosse Gaia (codice JJ4) e credevano che stesse proteggendo i suoi cuccioli da un intruso. Gaia viene catturata e attende l’iniezione letale nel recinto degli orsi di Castellar vicino a Trento, in Italia.

Anche un secondo orso dall’Italia deve essere ucciso

Maurizio Fugatti del partito di destra Lega Nord ha ordinato la loro uccisione, così come un altro orso di nome MJ5, abbreviato come “The Boss” dai locali in Val de Sol. A marzo ha aggredito e ferito un pedone nella zona.

L’Associazione protezione animali ha presentato ricorso contro le ordinanze di abbattimento della LAV, il TAR di Trento le ha sospese e la seconda ordinanza della provincia è stata revocata. La prima data dell’udienza principale è stata rinviata dall’11 maggio ad oggi.

Nel frattempo, un rapporto forense di due veterinari ha suscitato indignazione tra gli attivisti per il benessere degli animali: afferma che Gaya non può essere ritenuta responsabile dell’attacco mortale. Un rapporto forense ha mostrato che i segni dei morsi sul Joker morto provenivano da un animale maschio e quindi Gia non poteva essere ritenuta responsabile della sua morte.

L’orso troverà rifugio in Baviera?

La Munich Animal Society, che gestisce un rifugio per orsi a Bad Fussing vicino a Basa, si è offerta di accogliere Kaya. Il presidente della provincia Fugati non ha voluto precisare le spese di trasporto, ma le pagherebbe il sindacato animali. Anche l’argomento secondo cui l’orso dovrebbe essere ucciso per motivi di sicurezza pubblica diventa obsoleto quando si trasferisce in Baviera.

Secondo osservatori locali, l’udienza in tribunale durerà diverse ore.