Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il telescopio Webb fa scoperte inaspettate ai margini del sistema solare

Il telescopio Webb fa scoperte inaspettate ai margini del sistema solare

Il pianeta nano Eris e la sua luna Disnomia in una rappresentazione artistica

© tramite Reuters/NASA/JPL-Caltech

Plutone è stato a lungo considerato il nono pianeta del sistema solare, ma più lontano dal Sole, ai margini del sistema solare, c'è un pianeta nano più massiccio chiamato Iris. È uno dei cosiddetti Oggetti transnettuniani, un gruppo di corpi celesti nella cintura di Kuiper, fuori dall'orbita di Nettuno. Ora è di proprietà di un team di scienziati Telescopio spaziale James Webb Su Iris e Fai fai (Un altro è un po' più piccolo Il mondo dei nani) e ho fatto una scoperta straordinaria.

Screening per depositi di metano

Come i ricercatori in uno Un articolo sulla rivista specializzata Icarus Nel loro rapporto, hanno studiato l'origine dei depositi di ghiaccio di metano sulle superfici di Eris e Makemake. Sono giunti alla conclusione che Metano Molto probabilmente è stato creato dal fatto che le cose Perle calde Visualizza. Potrebbe aver prodotto metano al suo interno, che poi si è fatto strada verso la superficie.

È possibile immaginare acqua liquida sotto uno strato di ghiaccio

Come Rapporti modificabiliPotrebbero esserci processi di convezione all’interno di Eris e Makemake che trasportano il metano dal nucleo attraverso la crosta ghiacciata fino alla superficie. Ciò li farebbe trovare sotto la crosta ghiacciata delle cose Anche acqua liquida Dare. Secondo i ricercatori, il metano sulla superficie è stato “cotto” relativamente di recente, quindi i nuclei devono rimanere caldi.

➤ Leggi di più: Cosa accadrebbe se un pianeta gigante apparisse improvvisamente nel sistema solare?

Fino a tre volte la distanza tra il Sole e Nettuno

Eris ha un diametro di 2.326 chilometri Più piccolo della luna terrestre (3474 chilometri). Il pianeta nano ruota attorno al Sole in un'orbita che, nel suo punto più lontano, è tre volte più lontana dal Sole dell'orbita di Nettuno. Makemake ha un diametro di 1.434 chilometri. In media, la sua orbita è leggermente più vicina al Sole di quella di Eris.