Il segretario generale della NATO Stoltenberg mette in guardia sui rischi per la sicurezza dopo le dichiarazioni di Trump sulla NATO

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

NDopo le dichiarazioni del candidato presidenziale americano Donald Trump, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha messo in guardia contro le ipotesi secondo cui gli alleati non sarebbero in grado di mantenere il loro impegno di fornire assistenza in caso di attacco. “Qualsiasi suggerimento secondo cui gli alleati non si difenderanno a vicenda mina la nostra intera sicurezza, inclusa la sicurezza degli Stati Uniti”, ha detto domenica Stoltenberg.

Ciò significa maggiori rischi per i soldati americani ed europei. Si prevede che gli Stati Uniti rimarranno un alleato forte e impegnato della NATO, indipendentemente da chi vincerà le elezioni presidenziali. Trump vuole candidarsi nuovamente per il Partito Repubblicano alle elezioni di novembre.

Durante una campagna elettorale nella Carolina del Sud, l’ex presidente degli Stati Uniti ha dichiarato che “il presidente di un grande paese” una volta gli aveva chiesto se gli Stati Uniti avrebbero comunque protetto questo paese dalla Russia anche se non avesse pagato i costi della difesa. Lui rispose: “No, non ti proteggerò”. Piuttosto, “incoraggia la Russia a fare quello che diavolo vuole”. Non è chiaro se una conversazione del genere sia mai avvenuta tra Trump e un capo di Stato, come ha anche detto il repubblicano: “Supponiamo che sia successo”.

Qui troverai i contenuti di Twitter

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Stoltenberg ha sottolineato domenica che la NATO è pronta e in grado di difendere tutti gli alleati. Il norvegese ha detto: “Qualsiasi attacco alla NATO incontrerà una risposta forte e unita”. Il presidente del Consiglio UE Charles Michel ha criticato il fatto che le “dichiarazioni sconsiderate” sulla sicurezza della NATO servono solo gli interessi del presidente russo Vladimir Putin. È necessario che l’Unione europea diventi più indipendente, investa nella sua difesa e resti unita.

“Ciò riguarda soprattutto noi tedeschi”.

Norbert Röttgen, esperto di politica estera della CDU, ha avvertito sul quotidiano Bild che la Germania dovrebbe “prepararsi alla possibilità che Donald Trump vinca le elezioni americane in autunno”. L’ex presidente della commissione per gli affari esteri del Bundestag ha affermato che ciò farebbe precipitare la NATO in una crisi esistenziale perché Trump vede l’alleanza di difesa in termini puramente transazionali. “Chi, a suo avviso, non paga abbastanza non sarà protetto dagli Stati Uniti”. Dal punto di vista di Trump, egli dichiara che i paesi che non pagano sono “fair game”. Questo riguarda soprattutto noi tedeschi”.

La Germania deve quindi “capire che presto non avremo altra scelta che difenderci in un momento in cui l'Europa è testimone di una guerra. Dobbiamo farlo come europei perché qualsiasi altra cosa equivarrebbe ad arrendersi a Putin”, ha detto Röttgen. , in termini concreti, che questo significa “dobbiamo aumentare significativamente la produzione di armi in Europa”.

Il portavoce della Casa Bianca a Washington, Andrew Bates, aveva già criticato aspramente le dichiarazioni di Trump sabato sera (ora locale). “Incoraggiare l’invasione dei nostri più stretti alleati da parte di regimi assassini è orribile e preoccupante e mette a rischio la sicurezza nazionale americana, la sicurezza globale e la stabilità della nostra economia interna”, ha affermato Bates.

Leggi anche

Annuncio di deportazioni di massa

Trump, che ha governato la Casa Bianca dal 2017 al 2021, ha più volte minacciato di ritirare gli Stati Uniti dall’alleanza di difesa. Il repubblicano vuole essere rieletto presidente il prossimo novembre e lotta per la sua candidatura alle primarie del suo partito. Tra le altre cose, dichiara il suo desiderio di continuare la rivalutazione fondamentale della NATO.

Il suo partito, a sua volta, ha bloccato per diversi mesi lo stanziamento di ulteriori miliardi in aiuti all’Ucraina, attaccata dalla Russia. Mercoledì è fallito al Senato un pacchetto legislativo che comprendeva il sostegno a Israele e miliardi di dollari per la sicurezza delle frontiere statunitensi, oltre a nuovi aiuti per 60 miliardi di euro (56 miliardi di euro) a Kiev.

Leggi anche

Joe Biden

Nella Carolina del Sud, Trump ha celebrato il fallimento del pacchetto legislativo e ha anche annunciato deportazioni di massa in caso di rielezione. “Fin dal primo giorno metterò fine all’intera politica delle frontiere aperte dell’amministrazione Biden e lanceremo la più grande operazione di deportazione nazionale nella storia degli Stati Uniti”, ha detto il repubblicano. “Non abbiamo altra scelta.”

Il cosiddetto emendamento sulla sicurezza nazionale prevedeva un totale di 20,2 miliardi di dollari per la sicurezza delle frontiere. Inoltre, l’accordo negoziato da Democratici e Repubblicani prevedeva diverse modifiche alla politica di immigrazione.

Ridicolo contro Nikki Haley

Durante la manifestazione, Trump ha anche deriso il suo rivale per la nomina repubblicana, Nikki Haley, ex governatore dello stato americano. Nel suo discorso agli elettori nello stato natale di Haley, Trump ha sollevato la questione della permanenza di suo marito, Michael, nella campagna elettorale. “Dov'è tuo marito? Oh, è fuori città (…) Cos'è successo a tuo marito?”, ha bestemmiato Trump.

La persona interessata ha risposto sulla piattaforma online X, precedentemente Twitter. “Michael è schierato e serve il nostro Paese, cosa che tu non sai. “Una persona che non rispetta costantemente i sacrifici delle famiglie dei militari non ha posto come comandante in capo delle forze armate”. Haley ha scritto In riferimento allo schieramento del marito nel Corno d'Africa.

Haley è considerato l'unico concorrente interno al partito di Trump nella lotta per la presidenza del Partito Repubblicano. Tuttavia, nelle primarie che si sono effettivamente svolte, è sempre stata dietro all'ex presidente.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...