Maggio 24, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il rivenditore tedesco ha cessato l’attività: ora tutte le filiali sono chiuse

Il rivenditore tedesco ha cessato l’attività: ora tutte le filiali sono chiuse

Non solo un rivenditore tedesco sta chiudendo tutte le filiali in Germania, ma cesserà presto l’attività. Riassumiamo qui i motivi.

Il gruppo Otto con sede ad Amburgo cesserà le operazioni della piattaforma di gioco Mytoys.de e chiuderà tutte le filiali entro febbraio 2024. Il gruppo ha annunciato lunedì che il marchio Mytoys sarà in futuro visualizzato solo sulla piattaforma Otto. Verrà negoziato un accordo di interessi e sviluppato un piano sociale per i circa 800 dipendenti interessati della direzione di Mytoys Berlin e dei suoi 19 negozi fissi.

“Naturalmente, questa decisione è stata molto difficile per noi, soprattutto alla luce del lavoro impegnato e professionale di tutti i dipendenti di Mytoys”, ha spiegato Sebastien Kluck, direttore dell’e-commerce di Otto. Ma dato il modello di business, in deficit da anni, non c’è alternativa. Secondo i rapporti, Mytoys ha registrato una perdita al lordo delle imposte e degli interessi nell’ordine di 1 milione di dollari nell’ultimo anno fiscale e ha avuto solo un leggero risultato positivo in un anno dal 2011.

MyToys ha interrotto le operazioni: “La trasformazione è irreale”

In futuro sarà disponibile solo la collezione MyToys di Otto.

Foto: Foto: Uwe Zucchi/dpa

Otto ha spiegato che, nonostante i molteplici riorientamenti strategici e gli elevati investimenti, l’azienda non ha ottenuto una forte performance economica e la necessaria redditività sostenibile. In questo contesto, il successo della trasformazione tanto necessaria, combinato con investimenti più elevati, aumento dei costi e pressione del mercato, non può essere pianificato né seriamente né realisticamente.

Inoltre, è più facile gestire proficuamente il segmento del gioco competitivo a basso margine all’interno di Otto Market. “Vogliamo utilizzare il successo del modello di mercato per tenere maggiormente conto dell’importanza del settore dei giochi in forte crescita ma anche altamente competitivo in futuro”, ha spiegato Klauke. La società del gruppo Limango, che in precedenza operava sotto l’egida del gruppo Mytoys, non è stata interessata dalla chiusura.

Altri lettori sono interessati anche a:

Una rapida panoramica di tutte le novità CHIP

  • Fonte: Google

    Non perdere nessuna novità

    Basta premere il pulsante e seguire Google per non perdere mai nessuna notizia da CHIP.