Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il prezzo aumenta lì: il DAX non si muove


Rapporto di mercato

Stato: 04.07.2022 16:20

Nuova settimana, vecchi problemi: le preoccupazioni per l’economia e quindi gli utili aziendali hanno tenuto saldamente in pugno il DAX. Nessuno slancio proveniente da Wall Street oggi.

In borsa, la frase “E se …?” boom di nuovo. Gli investitori sono attualmente preoccupati che la Russia possa presto interrompere del tutto la fornitura di gas all’Europa occidentale. Ciò farebbe senza dubbio precipitare la Germania in una recessione.

In questo ambiente desolante, il tentativo di recupero del DAX in mattinata non ha prodotto risultati. Al momento, l’indice principale tedesco è tornato al livello di chiusura di venerdì. Ciò non cambierà nulla nella situazione fondamentale del mercato azionario tedesco. Tecnicamente parlando, l’indice principale tedesco è ancora in ribasso e il trend ribassista generale rimane intatto.

La conclusione è che l’azione dei prezzi di oggi nel DAX ha comunque un’importanza limitata. Poiché il volume dei mercati azionari europei è debole, l’assenza di investitori statunitensi è chiaramente evidente. Wall Street è chiusa oggi per le festività del Giorno dell’Indipendenza.

Paura dei tagli del gas

Nel frattempo, i rischi per gli utili aziendali restano elevati. Anche senza una crisi europea del gas, l’aggressiva politica dei tassi di interesse delle banche centrali potrebbe portare a una recessione. Gli esperti di mercato finanziario intervistati dalla società di consulenza Sentix si stanno ora preparando fermamente per una recessione nell’eurozona. Lo dimostra il Sentix Economic Index pubblicato oggi. L’indice generale dell’area euro è sceso da meno 15,8 punti di giugno a meno 26,4 punti di luglio, il valore più basso da maggio 2020.

Il quadro delle prospettive economiche è stato particolarmente cupo: il valore più basso da dicembre 2008 è stato misurato a meno 35,8. A quel tempo, la crisi finanziaria raggiunse il culmine dopo il crollo di Lehman Brothers. “Il dinamismo ricorda sotto ogni aspetto la crisi del 2008”, spiega Manfred Hubner, esperto di Syntex. “Quello che era allora il collasso del sistema finanziario è ora il pericolo di un collasso delle forniture energetiche in Europa”.

READ  Grande balzo dei tassi di interesse fuori dal tavolo: Wall Street festeggia un improvviso rialzo

Corona sta facendo il resto dell’economia?

“Un altro argomento che si profila all’orizzonte è il coronavirus a lungo dimenticato”, avverte l’esperto di investimenti Jürgen Molnar della società di intermediazione RoboMarkets. “Un’altra forte ondata in autunno, comprese le misure che hai adottato, potrebbe eventualmente rafforzare la recessione nell’economia tedesca”.

I timori di una recessione degli investitori si riflettono anche sui prezzi delle materie prime. Il prezzo del rame metallico industriale è sceso al livello più basso in un anno e mezzo. In Cina, i futures sul minerale di ferro sono diminuiti di quasi il 6% dopo che il governo di Pechino ha annunciato nuove restrizioni epidemiche a causa dell’aumento del numero di casi di coronavirus.

Lieve aumento del prezzo del petrolio

Nonostante le preoccupazioni economiche, nel pomeriggio i prezzi del petrolio saliranno nuovamente. Il prezzo di un barile di petrolio Brent del Mare del Nord è aumentato dello 0,7% a $ 112,80. Ultimamente, i fattori negativi hanno dominato il mercato del greggio. L’onere principale è il timore di un significativo rallentamento dell’economia globale.

L’oro è stabile sopra i 1800$

All’inizio della settimana, il prezzo dell’oro è riuscito a mantenersi al di sopra dell’importante soglia dei 1800 dollari. Per un’oncia troy del prezioso metallo giallo, nel primo pomeriggio vengono pagati $ 1.808. L’euro è in trend laterale a $ 1,0450.

Ammortizzatori del tallone per Volkswagen, BMW e Audi negli Stati Uniti

La carenza di chip e i problemi della catena di approvvigionamento continuano a rallentare il mercato automobilistico statunitense e le cose stanno andando male anche per i produttori tedeschi. Volkswagen ha venduto 78.281 auto nuove nel secondo trimestre, un terzo meno di un anno fa.

La BMW ha smaltito 78.905 veicoli del principale marchio BMW, il 18,3% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le vendite della controllata Volkswagen Audi negli Stati Uniti sono diminuite del 28% a 48.049 auto.

Henkel sta valutando più uffici domestici per risparmiare gas

Il produttore di beni di consumo Henkel sta valutando la possibilità di reintrodurre temporaneamente più uffici domestici per risparmiare gas. “Possiamo quindi abbassare drasticamente la temperatura negli uffici, mentre i nostri dipendenti possono riscaldare la casa a un limite normale”, ha affermato Karsten Knobel, presidente Henkel della Rheinische Post.

Quota Uniper con nuove perdite

Tra le aziende è tornato alla ribalta il fornitore Uniper, colpito dalla crisi del gas. Dopo i guadagni iniziali, i titoli quotati su MDAX sono scivolati in rosso. Un portavoce del ministero federale dell’Economia ha affermato che lo Stato sta lavorando duramente per trovare una soluzione al problema Uniper. Anche l’intervento federale può essere un’opzione.

Commerzbank ha già tagliato quasi 7.000 posti di lavoro

Commerzbank sta tagliando 10.000 posti di lavoro più velocemente del previsto. “Presumiamo che entro la fine dell’anno avremo raggiunto accordi con la stragrande maggioranza dei dipendenti interessati. A metà giugno abbiamo già in atto circa 7.000 soluzioni contrattuali individuali”, ha affermato il CEO Manfred Knof della Frankfurter Allgemeine Zeitung. .

Schaeffler Holding aumenta la sua partecipazione in Vitesco

READ  Mercati azionari USA chiudono leggermente in territorio positivo - DAX finalmente più forte - Facebook genera più profitti - K+S alza le aspettative - KION si vede sulla buona strada con obiettivi annuali - Economia, Infineon al centro | newsletter

La famiglia Schaeffler ha aumentato la sua partecipazione nella casa automobilistica Vitesco con sede a Ratisbona. La famiglia che possiede IHO ha acquistato circa 1,6 milioni di azioni Vitesco, ha annunciato la società. La sua quota è aumentata al 39,99% dal 35,98%. Insieme alle azioni di IHO Beteiligungs GmbH, la famiglia possiede il 49,99% di Vitesco. È stato affermato dagli ambienti della società che la holding ha utilizzato la situazione di mercato appropriata per aumentare la propria quota.

Ryanair ha trasportato più passeggeri che mai a giugno

La compagnia aerea low cost irlandese Ryanair ha registrato un numero record di passeggeri per il secondo mese consecutivo a giugno. Il numero di passeggeri ha raggiunto i 15,9 milioni, dopo i 15,4 milioni di maggio di quest’anno. Il fattore di occupazione è stato del 95% per la prima volta dall’inizio della pandemia di COVID-19. Ryanair mira a trasportare il 15% di passeggeri in più quest’estate rispetto alla stessa stagione 2019.

Saudi Aramco rovescia Apple

Il calo dei prezzi nei mercati azionari dall’inizio della guerra in Ucraina ha ribaltato la classifica delle 100 società quotate di maggior valore. La compagnia petrolifera saudita, Saudi Aramco, ha sovraperformato nella prima metà dell’anno Apple è al secondo postoSecondo una ricerca della società di revisione e consulenza EY.

Tesla ha rallentato le consegne

Dopo le perdite di produzione legate alla corona a Shanghai, Tesla ha battuto la serie di record trimestrali per la consegna. Il produttore di veicoli elettrici ha consegnato 254.695 veicoli ai clienti nel secondo trimestre. Nel primo trimestre erano ancora ben 310.000. Tesla ha recentemente aumentato le consegne di trimestre in trimestre.