Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente Zelensky vede l’Ucraina in cammino verso la NATO

Il presidente Zelensky vede l’Ucraina in cammino verso la NATO
Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky vede il suo paese in cammino verso la NATO, nonostante la guerra di aggressione della Russia. Nel suo videomessaggio, distribuito sabato sera a Kiev, Zelensky ha affermato che, alla luce dei nuovi aiuti militari dall’Occidente e del sostegno internazionale, il suo Paese ha avuto una buona settimana per il suo “movimento verso la NATO”.
Zelensky ha anche ringraziato la Lituania, uno stato membro dell’UE, per il suo speciale sostegno. Il parlamento della capitale, Vilnius, ha deciso questa settimana di richiedere l’invito dell’Ucraina ad aderire alla NATO al prossimo vertice della NATO a Vilnius l’11-12 luglio.

Secondo il Cremlino di Mosca, la ricerca di Zelenskyj dell’adesione alla NATO è una delle ragioni della guerra di aggressione della Russia. Nell’autunno del 2022, Zelensky ha chiesto l’adesione espressa del suo paese alla NATO. Si basa su un trattamento preferenziale per l’Ucraina. Il governo federale e gli Stati Uniti d’America nutrono riserve al riguardo.

La Cina parla di “visita per la pace”. Ma cosa porta effettivamente il viaggio del presidente cinese a Mosca? ZDFlive oggi con l’esperto cinese Miku Hootari.

20/03/2023 | 25:20 min


In generale, il prerequisito per l’adesione alla NATO è che il candidato non dovrebbe essere coinvolto in conflitti internazionali e controversie sui confini. L’Ucraina è stata invasa dalla Russia il 24 febbraio 2022 e da allora si è difesa dalla guerra di aggressione.

Nel suo videomessaggio, Selinsky ha particolarmente elogiato l’assistenza militare dei membri della NATO Germania, Polonia e Stati Uniti, tra gli altri, che forniscono armi e munizioni all’Ucraina. Zelenskyj ha nuovamente chiesto sostegno a Paesi che, a differenza dell’Occidente, non si erano chiaramente allontanati dalla Russia.

Oggi in Ucraina c’è una lotta per valori universali vicini a tutti i popoli. “Tutti apprezzano la sicurezza e la protezione dal terrorismo”, ha detto Zelensky. Nessuno vuole quello che rappresentano gli occupanti: “Campi di concentramento russi, deportazione di bambini, stupri di donne, incendi di città”. E più il mondo lo impara, più velocemente l’aggressore perderà la Russia. Poi arriva la pace.