Novembre 29, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il presidente Usa comunica con la Bielorussia: Biden è preoccupato per la situazione al confine polacco

Il presidente degli Stati Uniti comunica con la Bielorussia
Biden preoccupato per la situazione al confine polacco

La situazione al confine tra Polonia e Bielorussia si sta trasformando sempre più in una catastrofe umanitaria: migliaia di profughi sono bloccati a temperature sotto lo zero. I giornali polacchi parlano di dieci morti. Ora il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta esprimendo la sua preoccupazione e chiamando Russia e Bielorussia.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha espresso preoccupazione per la situazione al confine bielorusso-polacco. Biden ha affermato che la situazione è “estremamente preoccupante”. “Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per la Russia e abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per la Bielorussia”, ha aggiunto.

Migliaia di migranti, principalmente dal Medio Oriente, sono attualmente bloccati al confine esterno dell’Unione europea in Polonia a temperature vicine allo zero. In un campo improvvisato nella zona di confine tra Polonia e Bielorussia, più di 2.000 migranti sono attualmente in attesa nelle condizioni più difficili. Secondo quanto riporta il quotidiano polacco “Gazeta Wyborksa”, negli ultimi mesi sono già morte dieci persone nella zona di confine.

L’Unione Europea vuole inasprire le sanzioni

L’Unione europea accusa il governatore della Bielorussia Alexander Lukashenko di prendere di mira i migranti ai confini di paesi dell’UE come Lettonia, Lituania e Polonia in rappresaglia per le sanzioni. Giovedì, in una riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, gli Stati Uniti e i membri europei del governo bielorusso hanno accusato il governo bielorusso di “orchestrare lo sfruttamento delle persone” e di destabilizzare i confini esterni dell’Unione europea.

Nel conflitto con la Bielorussia, l’Unione Europea stringerà ancora la sua corsa: alla riunione dei ministri degli Esteri Ue di lunedì le sanzioni saranno estese a chi “sostiene direttamente o indirettamente” il traffico di migranti in Bielorussia, parlando il ministro degli Esteri Heiko Maas a “Rheinische Post” e “Bonner General-Anzeiger”. Il politico del Partito socialdemocratico, inoltre, non ha escluso l’adozione di misure punitive nei confronti delle compagnie aeree partecipanti.

La Polonia ha schierato 15.000 soldati nell’area e ha eretto un recinto di filo spinato a causa della folla. La Bielorussia e la Russia alleata hanno annunciato venerdì esercitazioni militari congiunte nella regione bielorussa di Grodno, vicino al confine polacco.

READ  Dopo la vaccinazione contro il corona: il rischio di sviluppare miocardite è più alto di quanto inizialmente ipotizzato