Febbraio 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il nuovo romanzo di Murakami: Meditazioni e stanze degli enigmi

Il nuovo romanzo di Murakami: Meditazioni e stanze degli enigmi

Forse è stata l’esperienza limitata del lockdown a riportare Haruki Murakami a “La città e il suo muro incerto”. All’inizio della pandemia ha rivisitato il racconto omonimo, che aveva già pubblicato su una rivista letteraria nel 1980 e che ha ripreso nel romanzo del 1985 “Hardboiled Wonderland”. Perché gli sembra ancora incompleto. Ha rivisto questa storia di un giovane amore improvvisamente interrotto e vissuto in un mondo di sogno e l'ha ampliata fino a ben 640 pagine, come sempre.

Gioia per i principianti

Tutto inizia quando il narratore diciassettenne è innamorato di una ragazza che scompare improvvisamente dopo lunghe conversazioni e promesse di baci. Solo in una città semireale, dal muro incerto e in continuo movimento, lo ritrova. Il ragazzo trova l'accesso a questo luogo apparentemente più profondo – come spesso accade con Murakami – attraverso un buco nel terreno. È stato fatto entrare da una pericolosa guardia del cancello. Freud per principianti, proprio all'inizio del romanzo.

Ma poi si aprono sempre nuovi spazi stranamente incantevoli, che lei persegue non solo volentieri, ma con entusiasmo. Il ragazzo diventa un lettore di sogni presso la biblioteca locale, che conserva i vecchi sogni sotto forma di un uovo. La sua amica scomparsa è una bibliotecaria che gli regala sogni, anche se non riconosce la persona che ama. Da questo lato, questo episodio molto tenero può essere letto come un tentativo di riavvicinamento ad una ragazza che soffre di una grave depressione.

Altamente produttivo e di larghe vedute: Haruki Murakami è forse l'autore giapponese contemporaneo più famoso all'estero. I suoi romanzi e racconti come “Wild Sheep Hunt” e “Mister Wind-up Bird” sono stati tradotti in circa 50 lingue. Ti immergerai nel Giappone degli ultimi quattro decenni. La perdita, la morte, la solitudine e l'insicurezza emotiva giocano un ruolo importante nella vita quotidiana degli eroi di Murakami. Una combinazione di elementi mistici e realistici crea il fascino di molte delle sue storie. Lo scrittore, spesso considerato candidato al Premio Nobel, compirà 75 anni il 12 gennaio.

Il narratore è quasi lasciato in questo aldilà in parte significativo, in parte pacifico, perché la sua ombra gli è stata portata via, è stato squartato ed è diventato sempre più debole. Ma poi quella stessa ombra lo tira fuori di nuovo. Almeno questo è quello che sembra in un primo momento.

Il giovane riprende senza interruzione la sua vita normale, studiando a Tokyo e lavorando per molti anni in una libreria. Ad un certo punto si trasferì in una biblioteca senza computer nella prefettura di Fukushima.

Lì fa amicizia con un uomo più anziano che si rivela essere un fantasma e con un ragazzo che viene generalmente descritto come autistico. La biblioteca distrettuale ha molte somiglianze con la biblioteca della città murata. Anche il ragazzo autistico li conosce, sa disegnare una mappa dell'aldilà e vuole viverci lui stesso.

Solitudine, buona conversazione, torta e jazz

“La città e il suo muro incerto” è un romanzo pieno di elementi Murakami riconoscibili: molti personaggi solitari, ma per i quali la buona conversazione, la torta e il jazz arrivano sempre al momento giusto. Ciò rende possibile la fuga. Anche qui Murakami è più un costruttore di ensemble che un concentratore narrativo. Con un gesto generoso, ti invita nei suoi spazi da sogno pieni di riflessi lampeggianti, sogni reciproci e vittime contorte.

Dopo il doppio romanzo piuttosto noioso Assassination of the Commander, l'ormai 75enne è riuscito a creare una rete di stanze puzzle che si aprono naturalmente e si abbracciano. Quindi anche le palesi ripetizioni di Murakami hanno finalmente un senso, perché funzionano come un mantra meditativo e creano uno spazio testuale che libera tempo in cui possiamo rilassarci attraverso la lettura e lasciare che la nostra guardia interiore apra tutte le porte.

Il racconto incompiuto ha trovato casa in questo meraviglioso romanzo.

Haruki Murakami: “La città e il suo muro incerto”
Tradotto da Ursula Greif
Dumont, 640 pagine, 34€
Data di uscita: 12 gennaio 2024