Aprile 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il negozio di ferramenta non vuole essere lasciato con la merce

Il negozio di ferramenta non vuole essere lasciato con la merce

Obi riduce la sua collezione di oggetti. In questo modo, il negozio di ferramenta vuole evitare che la merce venga dimenticata. I fornitori sono scioccati.

Il leader di mercato Obi vuole ridurre l’assortimento nei suoi negozi fino al 30 percento. L’obiettivo è ridurre la merce stazionaria a una gamma più alta e rendere così il negozio di bricolage più funzionale e digitale, riferisce “Giornale alimentare(LZ). Secondo il direttore degli appalti di Obi Gonn Weide, ciò dovrebbe “aumentare la portata” e “ridurre la complessità”.

L’Obi Store contiene attualmente dai 40.000 ai 60.000 articoli con una superficie media di 8.000 metri quadrati. La nuova gamma dovrebbe includere solo 30.000 prodotti. A seconda delle dimensioni del mercato, Obi vuole ampliare la gamma.

Gli articoli natalizi non funzionavano bene

Un fornitore riferisce a “Lebensmittelzeitung” che Obi sta ordinando quasi un quarto di articoli in meno. I principali fornitori prevedono anche costi aggiuntivi di diversi milioni di euro. Perché Obi li esorta a riprendersi i vecchi prodotti e finanziare la trasformazione degli scaffali.

Il negozio di ferramenta ha anche giustificato il passaggio ai produttori con domanda stagnante, ha scritto “LZ”. Ad esempio, gli affari con gli articoli natalizi sono andati molto male alla fine del 2022.

Anche le merci stagionali vanno meno bene perché Obi ha smesso di produrre i propri opuscoli cartacei, chiamati volantini.

Il problema delle grandi quantità di merci? Vincoli il capitale. Secondo le informazioni, Obi ha aumentato le sue azioni del 20% a 1,6 miliardi di euro nel 2021, ma poi gli sono rimaste molte materie prime a causa della sua riluttanza ad acquistare.