Aprile 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il motivo della parziale mobilitazione in Russia? Putin è “scioccato” dal contrattacco

Il motivo della parziale mobilitazione in Russia?  Putin è “scioccato” dal contrattacco
  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

da: Moritz è soffice

Si dice che Vladimir Putin sia rimasto “scioccato” dal contrattacco dell’Ucraina. Tuttavia, apparentemente ci sono state molte critiche sull’imballaggio parziale che ho ordinato.

MOSCA – Il presidente russo Vladimir Putin sarebbe rimasto “scioccato” dal contrattacco dell’Ucraina lo scorso autunno. Ciò ha spinto il sovrano del Cremlino a decretare la mobilitazione parziale, secondo l’Istituto per lo studio della guerra (ISW). “Il contrattacco ucraino su larga scala nella regione di Kharkiv tra il 6 e l’11 settembre potrebbe aver scioccato Putin e avergli chiarito che doveva ordinare la chiamata involontaria dei riservisti”, valuta l’ISW. Newssettimana menzionato.

Lo scorso settembre, la Russia non ha potuto compiere alcun progresso rilevante nella guerra in Ucraina. Invece, Kiev ha lanciato la sua controffensiva ed è riuscita a riconquistare migliaia di chilometri quadrati di territorio nell’Ucraina orientale. Le regioni erano precedentemente sotto il controllo russo. Questa è stata un’amara sconfitta per Putin. Anche il Cremlino è stato oggetto di crescenti critiche. Poi è arrivata la cosiddetta mobilitazione parziale. Secondo l’istituto, Putin si è reso conto che “i volontari non sono sufficienti per difendere le posizioni russe o condurre operazioni offensive di successo”, secondo l’istituto.

Il contrattacco ucraino ha “scioccato” Putin

L’istituto rivela maggiori dettagli nella sua valutazione. In vista della mobilitazione, si dice che Putin si sia consultato con esperti vicini al Cremlino sul posizionamento delle sue forze sul campo di battaglia. Questi esperti “hanno espresso preoccupazione per la capacità delle forze volontarie di resistere in prima linea”, secondo l’istituto.

Nonostante questo contrattacco, i progressi della Russia nella guerra in Ucraina sono rimasti fermi. I combattimenti vanno avanti da un anno. Secondo l’opinione prevalente, Putin ha rovinato la mobilitazione. Soldati ubriachi anche ad alta voce Newssettimana Sono stati convocati. Il Cremlino subisce ancora enormi perdite. Quindi la Russia può ottenere armi dalla Cina.

    Vladimir Putin, Presidente della Russia
Vladimir Putin, Presidente della Russia © Mikhail Metzel / dpa

Nonostante la parziale mobilitazione, Putin non è riuscito a raggiungere gli obiettivi nella guerra in Ucraina

Tuttavia, il dottor Gian Gentile, vicedirettore del RAND Arroyo Center, ritiene che la mobilitazione abbia avuto successo solo in parte. Almeno dal punto di vista tecnico. La Russia è riuscita a reclutare nuovi soldati da utilizzare nella guerra. Tuttavia, Putin non ha raggiunto gli obiettivi prefissati durante la guerra. Le forze sono “mal addestrate” e non adatte a fare nulla contro i soldati ucraini. (del Maestro)