Il fumo danneggia il sistema immunitario a lungo termine, anche anni dopo aver smesso

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. Home page
  2. mondo

Insiste

Il fumo ha un effetto negativo e duraturo sul sistema immunitario. È alla pari con fattori come la disposizione genetica e l’età.

FRANCOFORTE – Il fumo fa male alla salute, questo è noto da tempo. Non solo ha conseguenze negative sui polmoni e sul sistema respiratorio, Ma danneggia anche il cervello. Ma più recente è la consapevolezza che il fumo ha anche un effetto negativo a lungo termine sul sistema immunitario – e questo può accadere anche diversi anni dopo che i fumatori hanno smesso di fumare.

Almeno questo è quanto suggerisce un nuovo studio a lungo termine condotto da un gruppo di ricerca internazionale e recentemente pubblicato sulla rivista specializzata natura È stato pubblicato. Di conseguenza, il fumo di sigaretta ha sul sistema immunitario del corpo umano lo stesso forte effetto dell'età e dei geni.

Il fumo danneggia il sistema immunitario: in uno studio i ricercatori si concentrano sulle cosiddette citochine

Nell'ambito dello studio a lungo termine, condotto dall'Istituto Pasteur francese, un gruppo di ricerca internazionale ha esaminato gli effetti di 136 fattori ambientali sulle reazioni immunitarie in un totale di 1.000 adulti sani. I fattori esaminati riguardano principalmente gli aspetti socio-demografici, le abitudini alimentari e lo stile di vita dei soggetti del test.

Nelle loro ricerche i ricercatori si sono concentrati in particolare sul rilascio delle cosiddette citochine. Queste sostanze coordinate vengono rilasciate quando il sistema immunitario reagisce quando gli agenti patogeni entrano nel corpo umano. Poiché le citochine attivano determinate cellule immunitarie, hanno effetti anche sui processi infiammatori e sulla riproduzione e sviluppo dei batteri cancro. Le citochine includono interferoni e interleuchine.

Un gruppo di ricerca coinvolto nello studio ha concluso che il fumo ha il maggiore effetto sul sistema immunitario

Gli scienziati hanno analizzato la produzione di 13 citochine in campioni di sangue esposti a un totale di dodici diversi stimolanti immunitari. Attraverso queste stimolazioni, i ricercatori hanno innescato risposte in entrambe le parti del sistema immunitario.

Il sistema immunitario umano è costituito da un lato da una parte innata e generalmente reattiva, dall’altro da una parte acquisita che risponde a diversi fattori. Influenze variabili come malattie e vaccinazioni Interagisce quindi in modo più specifico con gli agenti patogeni. Sulla base di ciò, il gruppo di ricerca è stato in grado di determinare la reazione immunitaria specifica che si è verificata di conseguenza.

Di tutti i fattori esaminati, il fumo ha avuto l’effetto maggiore sul sistema immunitario. Più sigarette i soggetti del test fumavano ogni giorno, più sigarette fumavano ogni giorno, ha detto il leader dello studio Darragh Duffy. Specchio giornaliero Secondo una conferenza stampa. Tuttavia, gli effetti del fumo sulla parte innata del sistema immunitario erano temporanei e scomparivano una volta smesso di fumare. Si manifestano principalmente sotto forma di varie reazioni infiammatorie.

L’effetto del fumo sul sistema immunitario acquisito è maggiore del suo effetto sul sistema immunitario innato

Tuttavia, il fumo di prodotti del tabacco ha avuto un impatto molto maggiore sulla parte acquisita della risposta immunitaria: secondo i ricercatori, ha cambiato significativamente il numero di citochine rilasciate dal sistema immunitario in seguito all'infezione. Soprattutto a lungo termine. Il gruppo di ricerca presume che questi effetti continueranno per anni dopo la cessazione del fumo.

Violino Saint-André, che ha anche partecipato allo studio, sta indagando sul perché questo sia collegato. Secondo lei, gli effetti a lungo termine del fumo sulle cellule T sono dovuti ai cambiamenti nella metilazione del DNA. Questi sono marcatori chimici sul materiale genetico che influenzano l'attività genetica. “C'è più metilazione nei fumatori attuali ed ex fumatori che nelle persone che non hanno mai fumato. L'effetto aumenta con gli anni e il numero di sigarette”, afferma l'autore dello studio.

Viceversa significa anche: Fumare meno aiuta. A proposito, la metilazione continua per anni, anche se smetti di fumare. A questo proposito, alle persone che fumano da anni o che fumano da anni si consiglia sempre di fare attenzione e di controllare regolarmente il proprio stato di salute.

I ricercatori avvertono: “Il momento migliore per smettere di fumare è adesso”.

I ricercatori comprendono sempre meglio i diversi aspetti del fumo, ma le raccomandazioni non cambiano. “Non è mai una buona idea iniziare a fumare. Il momento migliore per smettere è adesso”, raccomanda il ricercatore Darragh Duffy, che ha partecipato allo studio.

Il fumo fa male alla salute, questo è noto da tempo.  Tuttavia, secondo un nuovo studio a lungo termine, ha conseguenze a lungo termine anche sul sistema immunitario.
Fumare una sigaretta sopra un posacenere © IMAGO/Burkhard Schubert

La prima autrice, Violene Saint-André, ha messo in guardia i giovani durante una conferenza stampa: “Non iniziate mai a fumare”. Ma questo sicuramente non fa bene solo alla salute. I fumatori possono anche trarre benefici finanziari dallo smettere di fumare All'inizio dell'anno sono state nuovamente aumentate le imposte sui prodotti del tabacco. (Fabian Hartmann)

Related articles

Scontro tra tifosi dopo la partita dell’Italia-Firmense

La polizia è soddisfatta dell'affluenza di pubblico alla Pirmasenser Schlossplatz. Nell'ambito dell'evento Pirmasenser City, venerdì alle 21...

Puoi risparmiare con il più economico E10?

tzle autostava in piedi: 16 giugno 2024, 5:02da: Michaela Brehm, Simone MonsInsisteDividePuoi davvero risparmiare con il più economico...

Immagini della parata del compleanno di Re Carlo

Home pageUn'ampia strada fiancheggiata da alberistava in piedi: 16 giugno 2024 alle 13:37da: Susan CropperInsisteDivideLa principessa Kate ha...

Buchi neri in un doppio fascio: gli astronomi osservano getti luminosi di materia

Scienze Galassie La GU 287 mostra cosa succede quando due buchi neri...