Maggio 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Dalai Lama chiede al ragazzo di succhiargli la lingua – reagisce a un video

Il Dalai Lama chiede al ragazzo di succhiargli la lingua – reagisce a un video
  1. Pagina iniziale
  2. mondo

creatura:

da: Jennifer Lanzinger

In un video, il Dalai Lama chiede a un ragazzino di succhiargli la lingua. Molte critiche e costernazione sono state ora seguite dalle scuse del leader tibetano.

NUOVA DELHI – Il Dalai Lama è venerato in tutto il mondo e il leader spirituale dei tibetani è popolare tra molte persone in tutto il mondo. Ora però il Dalai Lama ha fatto scandalo, con molte persone che hanno criticato il comportamento del maestro buddista. Ora il capo dei tibetani si è scusato.

Video in proiezione: Il Dalai Lama chiede al ragazzo di succhiarsi la lingua – il presidente si scusa

A scatenare lo scandalo è stato un video che mostrava il Dalai Lama e un ragazzino. Nel video, il Dalai Lama bacia un ragazzo sulle labbra, poi tira fuori la lingua e gli dice di succhiarlo. Molte persone sui social media hanno criticato il comportamento dell’insegnante buddista. Il clamore divenne così grande che il capo dei tibetani si sentì in dovere di scusarsi.

Il Dalai Lama è venerato in tutto il mondo e ora ha fatto scandalo. (Foto d’archivio) © Sanjay Kumar / ap

L’account ufficiale del Dalai Lama su Twitter ha pubblicato lunedì il seguente messaggio: “Sta circolando un video che mostra un recente incontro in cui un ragazzo ha chiesto a Sua Santità il Dalai Lama se poteva abbracciarlo. Sua Santità desidera scusarsi con il ragazzo e alla sua famiglia, così come ai suoi tanti amici in giro per il mondo, per il dolore che le sue parole possono provocare.”Anche nei luoghi pubblici e davanti alle telecamere”.

Il Dalai Lama è amato da molte persone in tutto il mondo, per molti è un simbolo di armonia. Dal suo esilio in India, promuove i diritti dei tibetani e vuole ottenere per loro libertà culturali e religiose all’interno della Repubblica popolare cinese, oltre che nel dialogo con la Cina. Nel 1989 è stato insignito del Premio Nobel per la Pace per la sua lotta.

Nel frattempo, il papa è apparso a Roma. Con il bel tempo, 100.000 fedeli festeggiano la Pasqua con il Papa in Piazza San Pietro. Di fronte alla guerra e alle sofferenze, Francesco chiede con forza la pace.