Febbraio 28, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il Bayern è minacciato da un inverno costoso

Il Bayern è minacciato da un inverno costoso

Con il freddo estremo e gli alti costi di riscaldamento, tutta la Germania trema a causa di un inverno costoso. Anche il Bayern Monaco deve temere lo stesso, anche se difficilmente i costi del riscaldamento causeranno notti inquiete ai Monacosi.

“C’è un po’ di squilibrio. Davanti abbiamo quasi raddoppiato tutte le nostre posizioni. Dietro forse avremo bisogno di un po’ di fortuna per qualificarci. Ma il fatto è che abbiamo solo sei giocatori in difesa. È un po’ di uno squilibrio.” All’inizio di settembre l’allenatore Thomas Tuchel non ha usato mezzi termini e ha inviato un messaggio chiaro ai pianificatori del Bayern Monaco. Non molto tempo fa il Monaco non aveva ancora raggiunto il numero migliore quando fallì un’operazione all’ultimo minuto per Joao Balenha, il numero sei voluto da Tuchel.

Tre mesi dopo, il messaggio di Tuchel risuona più forte in tutto l’edificio commerciale della Sabiner Straße perché la “fortuna” sperata non si è concretizzata. A volte, Tuchel aveva a sua disposizione un solo difensore centrale, Dayot Upamecano, e le ali difensive a volte formavano la formazione titolare da sole.

A gennaio, due difensori, Noussair Mazraoui e Kim, dovrebbero partecipare con le rispettive nazionali rispettivamente alla Coppa d’Africa e alla Coppa d’Asia. Non sorprende quindi che gli abitanti della capitale bavarese approfittino volentieri della finestra di mercato invernale, tradizionalmente difficile, per liberare uno o due cantieri.

Il difensore centrale è una “priorità assoluta” al Bayern Monaco

Il quotidiano “Bild” ha affermato giovedì che il contratto con un difensore centrale (almeno) rappresenta una “priorità assoluta”, confermando il presunto desiderio del Bayern di ingaggiare nuovi giocatori al centro della difesa. Idealmente, recentemente si è detto che il nuovo acquisto dovrebbe poter occupare anche posizioni esterne nella difesa a quattro.

Opinioni e rapporti discutono se un’alternativa alla posizione a sei debba essere introdotta anche quest’inverno o solo la prossima stagione.

Indipendentemente da ciò, è chiaro che i giocatori che possono davvero aiutare il Bayern Monaco ad andare avanti sono pochi e rari – e costosi – nella finestra di mercato di gennaio.

Il fatto che i dirigenti dei campioni della Bundesliga abbiano pubblicamente annunciato la necessità fondamentale di nuovo personale difficilmente aiuterà il desiderio della competizione di ottenere richieste di trasferimento favorevoli, così come il fatto che il Bayern fosse pronto a guadagnare circa 65 milioni di euro all’anno in l’estate.

L’importo che alla fine è rimasto sul conto di deposito a tempo determinato – e molti club saranno molto felici di uscire dal coinvolgimento di Monaco nelle prossime trattative.

I principali candidati per il ruolo di difensori centrali erano il quattro volte vincitore della Champions League Raphael Varane, retrocesso dal Manchester United, Takehiro Tomiyasu dell’Arsenal, Eric Dier del Tottenham Hotspur e Clément Lenglet, attualmente in prestito dal Barcellona all’Aston Villa. .

Il problema: a parte Tomiyasu, che i Gunners probabilmente lascerebbero andare solo se venisse fatta un’offerta non etica, i presunti candidati sono altrettanto importanti quanto i loro attuali datori di lavoro. Ciò aumenta le possibilità di un accordo, ma solleva anche la questione se i giocatori menzionati possano aiutare immediatamente il Bayern Monaco. Il club della Bundesliga in realtà non può permettersi di ingaggiare un nuovo giocatore fisicamente e mentalmente.

L’alternativa è acquistare grandi talenti come Juriel Hato (17/Ajax Amsterdam) o Lenny Euro (18/OSC Lille). Anche se questi accordi sono costosi in inverno, ci sono possibilità di un accordo redditizio in futuro. . Tuttavia, c’è da dubitare che i giovani possano facilmente trasferirsi in un nuovo paese e ad un nuovo livello.

Le opzioni per sei giocatori del Bayern costeranno probabilmente diversi milioni

La situazione diventa ancora più chiara quando si tratta dei nuovi sei: oltre a Palenha, Tuchel sembra particolarmente affezionato al nazionale spagnolo Martin Zobimendi (24/Real Sociedad).

Secondo Bild quest’ultima è una potenziale opzione anche per l’inverno. Tuttavia, considerata la commissione di trasferimento di 60 milioni di euro che dovrebbe essere fissata in estate, è probabile che un accordo in inverno sia molto più costoso, se non addirittura possibile. Soprattutto perché Zobimendi è attualmente indispensabile a San Sebastian e rappresenterà i loro colori nella fase a eliminazione diretta della Champions League del prossimo anno.

Non calerà neanche il prezzo di Pallina, che il Bayern ha ancora nel radar. Soprattutto da quando il portoghese ha improvvisamente prolungato il suo contratto con il Fulham fino al 2028 dopo il fallimento del suo trasferimento al Monaco.

Il fatto che l’eterna mente del Bayern, Uli Hoeness, abbia dichiarato a margine di un evento di beneficenza a fine ottobre: ​​”Il nostro allenatore sta procurando tutto il necessario” dovrebbe dare speranza a Tuchel, ma i cantieri aperti dall’estate 2023 potrebbero costare caro al Bayern .

Marco Affeldt