Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I piani di Kiev sono “molto più grandi” contro la Russia

I piani di Kiev sono “molto più grandi” contro la Russia
  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

da: Storione Cristiano

Continuano le congetture sull’annunciato contrattacco ucraino. Anche gli esperti hanno difficoltà a valutare la situazione nella guerra in Ucraina.

Kiev – C’è un aspro conflitto sul fronte nell’est dell’Ucraina. Soprattutto, la battaglia di Bashmut continua con immutata forza. Di recente, l’immagine è leggermente cambiata lì. Dopo mesi di combattimenti difensivi, l’esercito ucraino ha riportato alcuni successi a Bakhmut. Ma cosa significa questo? Potrebbe essere questo l’inizio della tanto attesa controffensiva ucraina? È quasi impossibile rispondere a questa domanda, anche gli esperti trovano molto difficile valutare la situazione Guerra in Ucraina valutare correttamente.

Lukas Weber, co-fondatore del sito Filo di lottatoreho parlato con Agence France-Presse di “contrattacchi localmente limitati”. Ucraina dentro e intorno a Bashmut. Qualcosa di simile accade anche in altri punti della fronte. “È difficile sapere se è iniziato un contrattacco pianificato, ma queste azioni indicano che l’Ucraina sta pianificando qualcosa di molto più grande”, ha detto Weber.

Soldati ucraini pilotano un drone vicino alla città assediata di Bakhmut. © SERGEY SHESTAK / ap

L’enigma internazionale sul contrattacco ucraino

Dove Kiev Difficile da prevedere vista la lunghezza massima del fronte, che si estende per oltre 800 km. Secondo Weber, Bashmut non è strategicamente importante, ma un contrattacco lì “sarebbe motivo di imbarazzo per il Cremlino e il Gruppo Wagner, che hanno quasi conquistato la città”. Il successo ucraino ci saràRussia frustrante e sarebbe una grande battuta d’arresto per Mosca”.

“Sarei propenso a interpretare che l’Ucraina stia cercando di trattenere le forze russe a Bakhmut per costringerle a rimanere a un certo punto in prima linea”, ha detto all’AFP Ivan Cliches del think tank estone dell’Estonia. Allo stesso tempo, l’Ucraina potrebbe attaccare altrove. “Recentemente, nei canali militari russi è scoppiato il panico per presunti movimenti ucraini verso siti nelle aree controllate dalla Russia”, afferma Klyszcz. Ma queste fonti sono “non sempre affidabili”.

Fervono i preparativi per il contrattacco in Ucraina

Kiev potrebbe anche provare a riprendersi la centrale nucleare di Zaporizhia nel sud-est del Paese. Una settimana fa, il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, ha espresso preoccupazione per una situazione “sempre più imprevedibile e potenzialmente pericolosa” attorno alla centrale nucleare. Altri analisti occidentali prevedono progressi nel sud o verso la città occupata di Severodontsk a est.

In ogni caso, ultimamente sono aumentati i segnali di contrattacco. Anche i frequenti attacchi ai treni russi e quindi ai rifornimenti potrebbero essere preparativi. Solo giovedì (18 maggio) un treno merci è nuovamente deragliato sulla penisola annessa alla Russia. La Crimean Railway ha parlato di “interferenze dall’esterno”. Testimoni oculari hanno affermato che un’esplosione ha preceduto l’incidente. Anche in Russia i treni merci sono stati ripetutamente fatti deragliare da atti di vandalismo vicino al confine con l’Ucraina.

Quando inizia il contrattacco nella guerra in Ucraina? Kiev tace

Tuttavia, non si sa ufficialmente nulla di un contrattacco da parte dell’Ucraina. Di recente, il presidente ucraino Volodymyr Zelenskij Metti in chiaro che il contrattacco sarà ritardato ancora un po’. Zelensky ha detto in uno di loro che il suo paese sta ancora aspettando l’attrezzatura promessa BBC-colloquio. È vero, l’Ucraina può davvero attaccare con successo. Ma perderemo molte persone. “Penso che questo sia inaccettabile”, ha detto Zelensky. Nello specifico, il capo dello Stato ha nominato i mezzi blindati che non erano ancora arrivati.

Tuttavia, non bisogna dimenticare l’elemento sorpresa. Un alto funzionario statunitense ha detto al Congresso Di recente conQuesto Stati Uniti d’America Esercito ucraino appositamente addestrato per sorprendere il nemico. In effetti, sembra più sensato che l’Ucraina tenga Mosca all’oscuro se un contrattacco è effettivamente in corso o se l’attacco è solo un altro “test”. Quindi si può presumere che l’indecisione di Zelensky sia una tattica deliberata dell’Ucraina. Anzi, è anche possibile che il mondo non sappia che il contrattacco è iniziato fino a quando non si sapranno i primi risultati concreti. (CS/afp)