Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“I nostri cuori si stanno spezzando”: il vicepresidente americano parla della catastrofe umanitaria a Gaza

“I nostri cuori si stanno spezzando”: il vicepresidente americano parla della catastrofe umanitaria a Gaza

“I nostri cuori si stanno spezzando”
Il vicepresidente americano parla di catastrofe umanitaria a Gaza

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Finora non c’è alcun accordo di cessate il fuoco in vista tra Hamas e Israele. Molti civili nella Striscia di Gaza soffrono attualmente di cure mediche inadeguate e di carenza di cibo. Il vicepresidente americano Harris chiede maggiore sostegno al governo israeliano.

Il vicepresidente americano Kamala Harris ha definito disumane le condizioni in cui vivono le persone nella Striscia di Gaza assediata e chiusa e ha parlato di una catastrofe umanitaria. “I nostri cuori si spezzano (…) per tutte le persone innocenti di Gaza che soffrono di quella che è chiaramente una catastrofe umanitaria”, ha detto Harris a Selma, in Alabama, dove si celebrava l'anniversario dei sanguinosi attacchi a sfondo razziale. La polizia reprime una manifestazione per i diritti civili nel 1965. “La gente a Gaza muore di fame, le condizioni sono disumane”.

Harris ha chiesto al governo israeliano di consentire l’ingresso di maggiori aiuti nella zona costiera e di aprire nuovi valichi di frontiera. “Il governo israeliano deve fare di più per aumentare in modo significativo il flusso di aiuti. Non ci sono scuse”, ha detto, esprimendo il suo orrore per il disastro che ha circondato un convoglio umanitario pochi giorni fa. Secondo l'autorità sanitaria controllata dal Movimento di resistenza islamica (Hamas), giovedì più di un centinaio di persone sono state uccise e diverse centinaia sono rimaste ferite mentre cercavano di accedere agli aiuti umanitari.

In riferimento alla minaccia di Hamas

Harris ha detto che troppi palestinesi innocenti sono già stati uccisi. Allo stesso tempo ha sottolineato che, dal punto di vista del governo statunitense, Israele ha il diritto di difendersi dalla minaccia rappresentata da Hamas. All'inizio di ottobre i terroristi dell'organizzazione palestinese e di altri gruppi estremisti hanno compiuto il massacro più devastante nella storia di Israele. Questo è stato il motivo della guerra di Gaza, durata circa cinque mesi.

A causa dell’elevato numero di vittime palestinesi nella Striscia di Gaza e della catastrofica situazione umanitaria nella zona di guerra, cresce la pressione per decidere un cessate il fuoco. Anche gli Stati Uniti spingono per un accordo. “La minaccia che Hamas rappresenta per il popolo israeliano deve essere eliminata”, ha detto Harris. Mesi.” Le settimane danno ciò che è attualmente sul tavolo.”