Ottobre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I farmaci aumentano il rischio di cancro nei bambini

Roberto Clatt

I plastificanti (ftalati) nei medicinali aumentano notevolmente il rischio di cancro alle ossa e linfoma nei bambini e negli adolescenti.


Burlington (Stati Uniti). I plastificanti (ftalati) si trovano nei prodotti in plastica, ma anche in Droghe Cosmetici inclusi. a Farmaco Gli ftalati sono usati principalmente per incapsulare le capsule in modo che non si dissolvano prematuramente. Tuttavia, i plastificanti vengono utilizzati anche come stabilizzanti nelle tradizionali preparazioni viscose e compresse. Secondo gli studi, questo è un problema perché molti plastificanti hanno un effetto simile a un ormone nel corpo. Pertanto, sono considerati interferenti endocrini e si sospetta che possano causare obesità, asma, diabete e persino infertilità.


Gli scienziati dell’Università del Vermont hanno ora studiato se i comuni ftalati dei farmaci fanno lo stesso Rischio di cancro può influenzare. Secondo il loro post in Giornale del National Cancer Institute (JNCI) Hanno analizzato i dati di un registro sanitario danese di 1,3 milioni di persone nate tra il 1997 e il 2017. I dati sanitari includevano la professione medica da bambino ad adulto.


Medicinali contenenti ftalati nei bambini

Sulla base delle prescrizioni, il team di Thomas Ahern ha ricostruito la quantità di plastificante bambini Da farmaci contenenti ftalati fino all’età adulta. Inoltre, i ricercatori hanno esaminato il carico nel grembo materno dei farmaci che la madre ha assunto durante la gravidanza. Sono stati in grado di determinare se esistesse un’associazione tra l’esposizione agli ftalati e il rischio di sviluppare il cancro fino all’età di 18 anni.

Il cancro alle ossa e il linfoma sono plastificanti

Durante il periodo di studio, 2.027 bambini e adolescenti hanno sviluppato il cancro. Alcuni tipi di cancro erano significativamente più comuni nei bambini che assumevano farmaci contenenti ftalati per un periodo di tempo più lungo. Il rischio di sviluppare un cancro ai linfonodi è raddoppiato e il cancro alle ossa era tre volte più comune.

READ  L'onda autunnale sta davvero girando adesso? Il dottore classifica


“Questa associazione si è verificata solo con l’esposizione a plastificanti a basso peso molecolare, che generalmente si presume abbiano una maggiore attività biologica”, spiega Ahern. I medicinali contengono, ad esempio, dibutilftalato (DBP), acetato di cellulosa ftalato, ipromellosa ftalato e polivinilftalato acetato.

Causa di preoccupazione

Sebbene lo studio non sia riuscito a stabilire una relazione causale tra cancro infantile e plastificanti, gli autori affermano che i risultati sono motivo di preoccupazione. “I nostri risultati si aggiungono al crescente corpo di prove che queste sostanze chimiche onnipresenti hanno un effetto dannoso sulla salute umana”, ha affermato Ahern.

Altri studi hanno anche fornito prove che i plastificanti possono aumentare il rischio di cancro. “L’esposizione alla plastica è già stata collegata al cancro alla tiroide, al cancro al seno e ad altri tumori solidi”, spiega Frances Carr. I risultati ora pubblicati supportano l’ipotesi.

Giornale del National Cancer Institute, doi: 10.1093/jnci/djac045