Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I detriti spaziali provenienti dalla Stazione Spaziale Internazionale stanno accelerando verso la Germania

I detriti spaziali provenienti dalla Stazione Spaziale Internazionale stanno accelerando verso la Germania

Domani, venerdì, una massa di detriti spaziali del peso di circa tre tonnellate entrerà nell'atmosfera. Dobbiamo preoccuparci?

Una massa di detriti spaziali del peso di 2.600 chilogrammi, delle dimensioni di un enorme contenitore per rifiuti, si sta precipitando verso la Terra e probabilmente entrerà nell'atmosfera domani, venerdì. Lo ha affermato il Ministero dell'Economia e della Protezione del Clima. Si dice che l'ammasso sia una piattaforma contenente pacchi batteria staccatasi dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) il 21 marzo 2021.

Il quotidiano “Bild” ha riferito che il mucchio di spazzatura orbita attorno alla Terra da tre anni e potrebbe trovarsi in un'area che si estende dal Nord Reno-Westfalia alla Lusazia nella Germania orientale.

La proprietà è attentamente monitorata

Un portavoce del ministero ha detto a t-online: “Le analisi preliminari condotte dal Centro aerospaziale tedesco hanno mostrato che parti dei pacchi batteria potrebbero sopravvivere al ritorno sulla Terra e raggiungere la superficie terrestre”. Inoltre: “Secondo lo Space Situation Center, la minaccia che la Germania deve affrontare è altamente improbabile”. Se, contrariamente alle aspettative, emergeranno “indicazioni che la Germania è colpita”, verranno utilizzati meccanismi di risposta alla crisi federali e statali per rispondere a qualsiasi potenziale minaccia. Tuttavia, allo stato attuale della situazione, ciò è estremamente improbabile. Tuttavia, la proprietà è attentamente monitorata.

Cos'è il Centro aerospaziale tedesco?

Il Centro spaziale tedesco di Udem è gestito dalla cooperazione civile-militare tra il Ministero federale della difesa e il Ministero federale per l'economia e la protezione del clima. Monitora costantemente lo spazio vicino alla Terra, prepara analisi sugli imminenti ritorni di oggetti spaziali e collabora con partner internazionali.

La NASA afferma anche in una vecchia lettera che la piattaforma della batteria “brucerà in modo innocuo nell’atmosfera”. Tre anni fa, il Mission Control Center di Houston (stato americano del Texas) separò il mucchio di spazzatura tramite il braccio robotico della Stazione Spaziale Internazionale Canadarm2 e lo catturò con delle immagini.

Solo poche settimane fa, un satellite dell'Agenzia spaziale europea (ESA) si è schiantato in modo controllato sull'Oceano Pacifico (leggi tutto qui). A febbraio, i cacciatori di meteoriti hanno rintracciato un piccolo frammento dell'asteroide 2024 BX1, che è andato in fiamme sopra Berlino la notte del 21 gennaio (leggi tutto qui).