Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

HSV, Werder, Schalke: cosa aspettarsi Friedhelm Funkel nella battaglia per la promozione – 2a Bundesliga

I Tre Grandi, HSV, Schalke e Werder, stanno arrivando. Darmstadt non può essere fermata. Il St. Pauli (2 punti in quattro partite) sta soffrendo la sua prima crisi.

Già a 14 giorni dalla fine della stagione, la gara promozionale in seconda divisione è molto emozionante. BILD ha parlato con l’esperto di promozione Fredhelm Funkel (68), che ha guidato sei squadre in Bundesliga, sulle tendenze e le inclinazioni preferite.

Funkel: “Darmstadt, St. Pauli, Brema, Schalke, HSV – sarà una gara molto calda per i primi tre. Penso che nessun’altra squadra possa eguagliarla. Nemmeno Heidenheim e Norimberga. Ma è imprevedibile chi lo farà arrivare in cima”.

In un certo senso, (quasi) tutti i club hanno brillato.

Orologio squadra Brema. Cinque vittorie in cinque partite con il nuovo allenatore Uli Werner (33): “Quando torni così in una partita come il Paderborn (4:3 dopo 1:3), dimostra che la squadra è solida. Werner continua da dove aveva interrotto a Kiel. Anche lì ha fatto un ottimo lavoro. Svolge il suo lavoro in modo calmo. “

Inoltre: “Davanti al Werder ci sono due pazzi con una brocca di riempimento e Doksch. I gol sono assicurati. Toprak è un personaggio capace. Bittencourt migliorerà anche”.

Quante vittorie ha ancora Funkel Werder? “La serie di vittorie può durare più a lungo. Il Brema può battere ancora Karlsruhe”.

HSV Funkel particolarmente convinto quando ha vinto la coppa a Colonia (5:4 ai rigori): “Ho guardato la partita. Da allora sono convinto che l’Amburgo può fare la scala”.

L’ex allenatore elogia: “A volte il gioco offensivo sembra un po’ selvaggio. Ma l’HSV ha subito meno gol. È fantastico. Tim Walter lo fa davvero bene. Mi piace la squadra per la compattezza e la fisicità. Non c’era differenza a Colonia rispetto a il club della Bundesliga”.

READ  Cambio confermato - Chiarezza con Pierre-Emerick Aubameyang

Funkel è stato particolarmente catturato da un paio di momenti salienti: “Kittel è davvero bravo in questa stagione, un giocatore eccezionale dell’HSV. Walter ha fatto un ottimo lavoro con quello. Hoyer Fernandez è come l’undicesimo giocatore”.

Il giorno successivo (6 febbraio), HSV si recherà a sorpresa il leader Darmstadt. Funkel: “Quello che l’allenatore Lieberknecht ha costantemente ottenuto mi ricorda il suo periodo di grande successo a Braunschweig”. L’allenatore è stato all’Eintracht per dieci anni e tra il 2011 e il 2013 è stato promosso dalla terza divisione alla Bundesliga tedesca.

Guardando al duello contro l’HSV, Funkel afferma: “Darmstadt ha già 39 punti e una vittoria contro l’HSV potrebbe essere una pietra miliare”. Allora gli assiani avranno già otto punti in più rispetto ad Amburgo. Nessuno vuole sperare in Volkspark…

Schalke ha fatto un lavoro corto in Aue (5-0). Funkel: “Diventeranno più forti nella seconda metà della stagione. Hanno visto grandi turbolenze in estate e ora hanno più giocatori”. Andreas Wendheim (26, in prestito dallo Sparta Praga) ha brillato ad Aue con un gol e ha realizzato tre assist.

E San Paolo? “Ora ho bisogno di un senso di realizzazione contro Paderborn per credere di nuovo in lui”, dice Funkel. “La partita sarà molto importante per loro per tornare in carreggiata. Ma il Paderborn è molto forte fuori casa. “Con un incredibile 21 punti in nove partite, i Westfaliani sono la prima squadra del campionato all’estero.

Scintillio: S. All’improvviso Pauli aveva qualcosa da perdere. È un po’ più snervante”.

Una frase che dovrebbe valere per l’intera battaglia promozionale delle prossime settimane…