Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina – L’Ucraina attacca la Crimea via mare e dall’aria

Guerra in Ucraina – L’Ucraina attacca la Crimea via mare e dall’aria

I combattenti filo-ucraini vogliono espandere i loro attacchi. Si dice che la Russia raddoppierà la produzione di munizioni per artiglieria. Maggiori informazioni nel blog delle notizie.

Le cose più importanti a colpo d'occhio


scaricamento…

Immagine dell'icona del contenuto incorporato

inclusione

Attacchi russi all’Ucraina occidentale: la Polonia manda in aria aerei da combattimento

4:45: L'aeronautica ucraina ha avvertito di attacchi missilistici contro l'Occidente. Ha detto su Telegram che i residenti di Leopoli dovrebbero andare nei rifugi. Anche il sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha segnalato attacchi ed esplosioni. Ha scritto su Telegram che la difesa aerea era in funzione. I detriti di un missile lanciato caddero in una foresta e la incendiarono. Domenica mattina presto è stata emessa un'allerta meteo in tutta l'Ucraina.

La Polonia ha inviato aerei da combattimento in volo per monitorare la situazione dopo le notizie di attacchi missilistici russi sull'Ucraina occidentale. Lo ha annunciato il comando operativo delle forze aeree polacche a X.

Attacchi di droni in Crimea

21:57: Il porto navale russo di Sebastopoli, nella Crimea occupata, è diventato ancora una volta il bersaglio degli attacchi missilistici e dei droni ucraini. La difesa antiaerea russa ha abbattuto più di una dozzina di missili e diversi droni in serata, ha riferito l'agenzia statale TASS. Poco prima il traffico sul ponte di Crimea tra la penisola e la terraferma russa si è temporaneamente interrotto. Il comandante dell'aeronautica militare ucraina, Mykola Oleshuk, ha ringraziato i suoi piloti e la Marina per la missione su Telegram: “L'aria e il mare hanno lo stesso colore”, ha detto, riferendosi alla luce del fuoco.

Secondo i rapporti russi, nell'attacco a Sebastopoli sono rimasti feriti una donna e un bambino. Sui social si stanno diffondendo notizie di gravi esplosioni nel porto di Sebastopoli e del possibile impatto di una nave lì ancorata. Non è stato possibile confermare le notizie in modo indipendente.

Da parte loro, le forze russe hanno preso di mira la città di Kharkiv, nell’Ucraina orientale. Secondo i media ucraini, durante la giornata diversi missili sono caduti sulla città. Almeno una persona è stata uccisa.

La Russia ha annunciato il sequestro di un altro sito nell'Ucraina orientale

13:12: Secondo le informazioni ricevute da Mosca, l'esercito russo ha sequestrato un altro villaggio nell'Ucraina orientale. Il ministero della Difesa russo a Mosca ha affermato che le forze armate russe “hanno liberato il villaggio di Krasnoye” vicino a Bakhmut. Il ministero usa l'antico nome russo per la città ucraina di Ivanevskij.

Alla fine di febbraio, l’Ucraina ha segnalato pesanti combattimenti nella regione. I soldati russi tenteranno di avanzare verso Chasev Yar, un luogo di importanza strategica da quando l’esercito russo ha catturato Bakhmut nel maggio 2023.

Smara: Spegnere un incendio nella raffineria di petrolio

8:42: Secondo le informazioni ufficiali, l'incendio in una raffineria di petrolio russa è stato domato. L'incendio è scoppiato dopo l'attacco di un drone ucraino, ha riferito l'agenzia di stampa Interfax, citando il governo della regione russa di Samara, dove si trova l'impianto di Kuibyshev. Di conseguenza, si è verificato anche un attacco simultaneo di droni contro un’altra raffineria. Ma ciò non ha avuto successo e il sistema non è stato danneggiato.

L'Ucraina annuncia nuovi attacchi di droni russi

8:12: Secondo i militari, l'Ucraina è stata nuovamente attaccata dalla Russia con i droni durante la notte. L'aeronautica militare ucraina ha dichiarato di essere stata in grado di abbattere 31 dei 34 droni. Sono stati intercettati nelle zone centrali, meridionali e sudorientali del Paese.

Raffineria di petrolio russa bruciata dopo un altro attacco di droni

7:39: Un'altra raffineria di petrolio è in fiamme nella regione russa di Samara, sul fiume Volga, dopo un sospetto attacco di droni ucraini, hanno detto le autorità russe. Lo riferisce l'agenzia di stampa statale TASS, citando il governatore Dmitry Azarov. Il ministero della Difesa russo ha riferito su Telegram che un totale di dodici droni sono stati distrutti nelle regioni di Bryansk (cinque), Belgorod (cinque), Voronezh (uno) e Saratov (uno). Inoltre, 11 missili sono stati distrutti sulla regione di confine di Belgorod. Il governatore della regione di Bryansk, Alexander Bogomas, ha dichiarato sul suo canale Telegram che non ci sono feriti o danni a causa delle macerie.