Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina in diretta: Amnistia: la Russia usa munizioni vietate contro i civili

© 1 & 1 Mail & Media / spot sulle notizie

Aggiornato il 13/06/2022 alle 07:30

  • 06:45: ➤ La Russia sta usando un tipo di munizione proibito contro i civili
  • 06:05: L’ambasciatore in Ucraina chiede carri armati Shultz

Aggiorna il live streaming della guerra in Ucraina qui

Amnesty raccoglie prove degli attacchi con bombe a grappolo russe a Kharkiv

L’organizzazione per i diritti umani Amnesty International ha accusato le forze armate russe di aver commesso numerosi crimini di guerra nella città di Kharkiv, nell’Ucraina orientale. Secondo Amnesty International lunedì, aveva prove che le forze russe hanno usato bombe a grappolo e mine a grappolo in almeno sette attacchi alla seconda città più grande del paese. Queste armi sono vietate dai trattati internazionali.

Amnesty International ha indagato su 41 attacchi che hanno ucciso almeno 62 persone e ferito almeno altre 196. I membri dell’organizzazione hanno parlato con 160 persone a Kharkiv in aprile e maggio, inclusi sopravvissuti all’attacco, famiglie delle vittime e testimoni. Munizioni a grappolo sparano in aria decine di piccole cariche esplosive che si diffondono su un’area di centinaia di metri quadrati, uccidendo e ferendo indiscriminatamente persone.

“Le persone sono state uccise nelle loro case, nelle strade, negli stadi e nei cimiteri mentre aspettavano in fila per ricevere aiuti umanitari o per acquistare cibo e medicine”, ha detto Donatella Rovera, ricercatrice di Amnesty International. “L’uso ripetuto di munizioni a grappolo ampiamente vietate è spaventoso e mostra il completo disprezzo per le vite dei civili”.

Russia Non ha firmato la Convenzione sulle munizioni a grappolo né il Trattato sulle mine antiuomo. Tuttavia, Amnesty International ha sottolineato che il diritto umanitario internazionale proibisce l’uso indiscriminato di armi che uccidono persone per natura. Chiunque li usi comunque commette crimini di guerra. Inoltre Ucraina Non ha firmato contratti. (app)

READ  Vittima del dittatore bielorusso Lukashenko: "Se dovessi tornare indietro mi ucciderei" - Politica all'estero

Stato a colpo d’occhio:

Dal 24 febbraio, la Russia ha condotto una guerra di aggressione contro l’Ucraina dall’aria e dal suolo. Un po’ prima, signor Presidente Vladimir Putin Il Il diritto dell’Ucraina di esistere come stato indipendente è in dubbio e il Le cosiddette Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk nell’Ucraina orientale.

Da allora, l’esercito ucraino ha combattuto gli invasori nel miglior modo possibile. Migliaia di morti sono state segnalate da entrambe le parti, ma il numero esatto di soldati e civili non è stato verificato in modo indipendente. La verità è che la situazione umanitaria in Ucraina peggiora di giorno in giorno. secondo Quasi 7 milioni di persone sono ormai fuggite dall’Ucraina (dal 9 giugno), in particolare donne e bambini, in quanto gli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni non possono lasciare il Paese.

L’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno risposto con sanzioni. Inoltre, forniscono armi anche all’Ucraina Germania Supporta il Paese con spedizioni di armi. anche armadietti di classe Al-Fahd riceverà l’Ucraina dalla Germania. Quello Nato Interviene attivamente nella guerra finora improbabile.

Il primo fine settimana di aprile sono apparse le immagini I cadaveri di diversi civili nella cittadina di Bucha vicino a Kiev hanno causato terrore internazionale. L’Ucraina parla di gravi crimini di guerra e di genocidio e accusa le forze russe di averli commessi. Nonostante le numerose indicazioni, Mosca nega il suo coinvolgimento nell’uccisione di civili. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sottolineato che i negoziati con la Russia dovrebbero continuare. Uno preparato da tempo è in funzione dal 18 aprile Grande offensiva russa nell’Ucraina orientale.

L’offensiva russa in Ucraina: operazioni di combattimento in corso e movimenti di truppe. (Attenzione: questa infografica verrà aggiornata regolarmente)

© dpa infografica GmbH

Altri rapporti del 12 giugno:

Gli hacker portano critiche sulla guerra in Ucraina ai siti televisivi russi

Hacker non identificati hanno messo un messaggio contro la guerra in Ucraina sui siti web della televisione di stato russa. Sul portale di trasmissione in diretta “Smotrim.ru”, ad esempio, domenica sera accanto alle immagini della distruzione in Ucraina “Putin sta distruggendo russi e ucraini! Ferma la guerra!” , come riportato da molti utenti Internet della rete.

La televisione di stato russa ha successivamente riconosciuto che c’era stato un attacco di hacking a “Smotrim” e al sito web del telegiornale “Vesti”. Di conseguenza, per meno di un’ora sono stati mostrati “contenuti non autorizzati con chiamate di estremisti”.

In Russia, la guerra di aggressione in Ucraina è ufficialmente chiamata operazione militare speciale. La deviazione dalla linea ufficiale è punibile come diffusione di presunte false informazioni sulle forze armate russe.

Lunedì sera, il sito web di Smotrym ha mostrato nuovamente collegamenti a materiale di propaganda, ad esempio sulla “liberazione” della zona industriale assediata dell’Ucraina orientale del Donbass e sull’assegnazione del presidente del Cremlino Vladimir Putin con il premio “Eroe del lavoro”. (Dpa)

+++

Unione: Ucraina, Moldova e Georgia hanno bisogno di opportunità per l’adesione all’UE

La fazione federale del Bundestag vuole una prospettiva immediata sull’adesione all’UE di Ucraina, Moldova e Georgia. Il Governo federale Deve lavorare per garantire che questi tre paesi siano già al Consiglio europeo del 23/24. Secondo una domanda presentata all’Agenzia di stampa tedesca (Dpa) a Berlino, lo status di candidato per l’adesione all’Unione europea sarà concesso il 1 giugno.

“È nel nostro interesse offrire un percorso a Ucraina, Moldova e Georgia Unione europea Günter Kirschbaum, portavoce per la politica europea del Gruppo parlamentare (DPA), ha dichiarato:

Il sindacato desidera inoltre invitare il governo federale a lavorare all’interno del processo di adesione per garantire che vengano aperte nuove opportunità di partecipazione a programmi congiunti come quelli della politica estera, di sicurezza e di difesa comune senza la piena adesione. Ciò vale anche per i settori della ricerca, dell’energia, dei trasporti e della protezione del clima.

“Poiché il processo che porta all’adesione è spesso lungo, sosteniamo la creazione di un nuovo modello che consentirà ai candidati di essere strettamente associati all’UE anche prima della piena adesione”, ha spiegato Kirschbaum.

La vicecapo del gruppo parlamentare responsabile per l’Europa, Patricia Lips, ha accusato il governo federale di indecisione su questo tema e di isolare sempre più la Germania dai suoi partner internazionali. (Dpa)

+++

Ambasciatore in Ucraina: Schultz dovrebbe preparare i carri armati durante la visita a Kiev

L’ambasciatore ucraino Andrei Melnik attende il consigliere Olaf SchulzHa promesso di consegnare carri armati tedeschi in Ucraina durante una visita a Kiev. “Purtroppo, senza armi pesanti tedesche, non saremo in grado di spezzare la formidabile superiorità militare della Russia e salvare la vita di soldati e civili”, ha detto Melnik all’agenzia di stampa tedesca DPA.

Gli ucraini si aspettano che il cancelliere Olaf Schultz parli durante la sua visita Kiev Annuncerà un nuovo pacchetto di aiuti per le armi tedesche, che dovrebbe sicuramente includere i principali carri armati Leopard 1 e le navi corazzate Marder che possono essere consegnate immediatamente”.

Secondo i media, Schulz ha in programma di recarsi a Kiev questo mese con il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro italiano Mario Draghi. Ufficialmente, la visita non è stata né confermata né smentita.

Con materiale da dpa e AFP

Le indicazioni degli ultimi giorni sono le seguenti:

Il generale Martin Schills, un alto ufficiale dell’esercito tedesco, ha avvertito di gravi pericoli militari per la Germania. “Siamo molto minacciati e attaccati”, ha detto il tenente generale. “Fondamentalmente, abbiamo già una guerra: una guerra dell’informazione, attacchi informatici”.

immagine teaser: © IMAGO / Agencia EFE / IMAGO / Esteban Biba