Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: Gestore di hedge fund: il prezzo del petrolio potrebbe raggiungere $ 200 quest’anno – Basse possibilità per il petrolio russo | newsletter

Il mercato petrolifero è stato teso dall’inizio della guerra
La riduzione della domanda può compensare il deficit
obiettivo di prezzo rialzista

annuncio

Per, trading di oro, tutte le materie prime con leva (fino a 30).

Fai trading di materie prime con leva elevata e spread ridotti. Puoi iniziare a fare trading con un minimo di 100,00 per beneficiare degli effetti di 3000€ di capitale!

Una nota su Plus500: il 77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi correre un rischio elevato di perdere i tuoi soldi. Plus500UK Ltd è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority (FRN 509909). Plus500CY Ltd è autorizzata e regolamentata da CySEC (#250/14).

La guerra in Ucraina provoca movimento nel mercato petrolifero

Dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio, il prezzo del petrolio è inizialmente aumentato bruscamente. C’era grande paura che la consegna delle materie prime russe fallisse a causa delle sanzioni imposte alla guerra di aggressione e che ci sarebbero carenze in Europa e negli Stati Uniti. La Russia è uno dei maggiori produttori di petrolio greggio al mondo. Mentre il prezzo di un barile di WTI è salito a $ 123,70 nelle ultime settimane, il Brent è costato fino a $ 127,98 dall’inizio della guerra. Anche se il prezzo del petrolio è leggermente diminuito di recente, è ancora a un livello elevato. La tensione ha sollevato la prospettiva di ulteriori sanzioni contro la Russia. Secondo l’agenzia di stampa tedesca, l’Unione Europea potrebbe smettere di importare petrolio russo. Non sembra che sia stato raggiunto un accordo a livello dell’UE su questo punto, poiché la Germania ha recentemente rifiutato di imporre un divieto totale alle importazioni di petrolio. Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno già interrotto le forniture di petrolio dalla Russia.

READ  Crescita debole?: Gli analisti tagliano l'obiettivo di prezzo per le azioni NVIDIA: NVIDIA sta affrontando un calo della domanda? | newsletter

Gestore di hedge fund: le spedizioni di petrolio russo falliranno

Il gestore di hedge fund, Pierre Andurand, non vede ancora la fine della strada. Secondo “MarketWatch”, il fondatore della società di investimento Andurand Capital Management ha scommesso in passato che il prezzo del petrolio scenderà al rosso – cosa che ha fatto nella primavera del 2020 sulla scia del crash di Corona – ma l’esperto di mercato il prezzo target è ora più rialzista. Come Andurand ha spiegato di recente nel podcast “Odd Lots” di Bloomberg, al momento non si presume che il petrolio verrà spedito dalla Russia all’Europa e agli Stati Uniti in futuro, non importa quanto velocemente Russia e Ucraina raggiungano un accordo. “Per me non si tratta solo di un cessate il fuoco, penso che le sanzioni contro la Russia rimarranno in vigore fino a quando l’Occidente non sentirà di potersi fidare di loro e che non attaccheranno un altro vicino dopo pochi mesi, altrimenti attaccheranno i paesi della NATO”. ha detto il giornale. Investitore di podcast. “Voglio dire, non puoi negoziare improvvisamente per paura di attacchi nucleari e l’uso di armi chimiche e biologiche e restituire loro i soldi”. Di conseguenza, Andurand si aspetta che il petrolio russo scompaia dai mercati occidentali.

Il prezzo del petrolio potrebbe ancora salire a $ 200 quest’anno

Tuttavia, i paesi occidentali non possono sostituire facilmente le forniture di petrolio perse. Secondo le stime del gestore dell’hedge fund, circa 4 milioni di barili di petrolio potrebbero essere rimossi dalle forniture russe e gli stati del Golfo potrebbero sostituire circa 1,5 milioni di barili. Il resto dovrà essere prelevato dalle riserve dei paesi occidentali, che dovrebbero esaurirsi dopo due anni e mezzo. È anche improbabile che i produttori di petrolio di scisto e alcuni membri dell’OPEC riescano ad aumentare le proprie capacità di produzione molto rapidamente. Secondo Andurand, la situazione del mercato petrolifero potrebbe allentarsi se la domanda di materie prime diminuisse a causa dell’aumento dei prezzi. Un osservatore del mercato ritiene che il prezzo del petrolio a $ 200 sarà realistico quest’anno. “Per avere lo stesso impatto sull’economia del prezzo elevato del 2008 quando era di $ 150, ora potrebbe essere più vicino a $ 250”, ha spiegato l’esperto.

READ  Rewe: Non c'è mai stato un mercato come questo prima d'ora - puoi fare acquisti qui presto

Tasse più alte possono alleviare in qualche modo la carenza

Pochi giorni dopo essere apparso sul podcast di Bloomberg, il fondatore di Andurand Capital ha nuovamente commentato sul suo account Twitter le possibili sanzioni petrolifere contro la Russia. “Una semplice soluzione è una tassa del 100% sul petrolio russo importato dai paesi europei. In questo modo, coloro che sono in grado acquisteranno barili sostitutivi o offriranno petrolio russo con uno sconto del 50%”, ha scritto Andurand nell’SMS.

“Paesi come la Germania, che sono diventati così dipendenti dal petrolio russo, finiranno per pagare di più, ed è giusto pagare per gli errori del passato piuttosto che tenere l’Europa in ostaggio”. Sebbene l’esperto abbia previsto che le forniture di petrolio siano ancora insufficienti, il rilascio di riserve strategiche e la riduzione della domanda e delle forniture dai paesi del Golfo potrebbero compensare il deficit.

Conto a garanzia per la ricostruzione dell’Ucraina

Inoltre, il gestore di hedge fund ha suggerito che i paesi europei paghino il 30% del prezzo delle spedizioni di petrolio in Russia, mentre il restante 70% va in un conto a garanzia a cui il governo russo può accedere solo in caso di una svolta nella guerra in Ucraina . “I fondi congelati dalla banca centrale, gli individui sanzionati e le garanzie saranno utilizzati per ricostruire l’Ucraina”, ha affermato Andurand. Successivamente, tutti i fondi rimanenti dal conto fluiranno in Russia se il governo russo mostra un comportamento responsabile.

Secondo il Financial Times, il fondo discrezionale Andurand Commodity Booster Fund è aumentato di circa il 109% tra l’inizio dell’anno e l’inizio di marzo poiché l’investitore ha scommesso su prezzi più elevati delle materie prime. Complessivamente, la società di investimento gestirà circa 1,1 miliardi di dollari.

redazione finanzen.net

Altre notizie sul prezzo del petrolio (Brent)

Fonti delle immagini: Alistair Scott / Shutterstock.com, meepoohfoto / Shutterstock.com