Maggio 29, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra in Ucraina: a causa delle grandi perdite di carri armati, la Russia pianifica una nuova produzione

Guerra in Ucraina: a causa delle grandi perdite di carri armati, la Russia pianifica una nuova produzione
  • daPatrizio Mayer

    Vicino

Mentre file di carri armati moscoviti rimangono sul campo di battaglia ucraino, è chiaro che la Russia sta nuovamente accelerando la produzione del vecchio modello. Il video mostra il primo passaggio.

Kaluga – Le sconfitte della Russia Guerra in Ucraina Rimane molto elevato mentre Kiev avanza in modo offensivo, almeno nel sud del paese, a circa 13 chilometri a sud di Orykiv, nella regione di Zaporizhzhya. Secondo lo Stato maggiore ucraino, l’esercito russo ha già perso 4.675 carri armati nella guerra aggressiva condotta dal leader del Cremlino Vladimir Putin il 27 settembre.

Pesanti perdite nella guerra in Ucraina: la Russia aumenta nuovamente la produzione di carri armati T-80

Secondo l’American Business Journal, ciò include: Forbes Oltre a diversi veicoli corazzati da trasporto truppa, ci saranno più di 2.000 carri armati, di cui Mosca presumibilmente ne aveva circa 3.000 pronti per l’uso quando l’invasione, che ha violato il diritto internazionale, è iniziata il 24 febbraio 2022. Putin sta gradualmente esaurendo i mezzi disponibili? carri armati?

La Russia ora vuole aumentare nuovamente la produzione dei vecchi carri armati T-80. Questo è scritto Forbes Indica un video che circola su X (ex Twitter) che pretende di mostrare l’attuale produzione di una turbina a gas per il T-80. Inoltre, Alexander Potapov, amministratore delegato della società di difesa russa Uralvagonzavod, ha annunciato a metà settembre che la sua azienda avrebbe ripreso la produzione del carro armato T-80 da 46 tonnellate “da zero”.

Il video in questione mostra i lavoratori di un impianto di turbine Kaluga nella città omonima, Kaluga, a circa 190 chilometri a sud-ovest di Mosca. I lavoratori versano l’acciaio in telai prefabbricati in modo che le turbine a gas possano essere assemblate da singole parti fuse. L’obiettivo sembra essere quello di costruire una nuova turbina con una capacità di 1.500 cavalli Forbes.

Carro armato russo T-80: forse una nuova turbina a gas per maggiore velocità e autonomia

Forse questo non solo aumenterà la velocità relativamente elevata del serbatoio: 45 km/h fuoristrada e fino a 70 km/h su strada. Ma soprattutto occorre aumentare la portata, uno dei principali punti deboli del T-80. Perché: con una turbina a gas da 1.250 CV della versione “più recente” dei primi anni Novanta, il T-80U, un equipaggio di tre uomini poteva percorrere al massimo 335 chilometri. Non è molto.

Dopotutto, sul terreno e in combattimento, l’auto non procede dritta attraverso la strada, ma su un percorso tortuoso. Dovrebbe essere previsto anche un ritiro alla base o al rifugio nelle retrovie della prima linea del fronte. Per questo motivo, alla fine dell’Unione Sovietica, furono installati serbatoi di carburante aggiuntivi nella parte posteriore della torretta T-80 per aumentare l’autonomia fino a 600 km. Ma i loro gas di scarico caldi possono essere rilevati a diversi chilometri di distanza utilizzando sensori di immagini termiche, installati, ad esempio, sui serbatoi Leopard 2 forniti all’Ucraina. Il che ovviamente significa uno svantaggio in combattimento.

“I lavori sull’impianto a turbina di Kaluga sono un chiaro segno che i russi sono seriamente intenzionati a costruire nuovi carri armati”, ha commentato. Forbes Il video del tweet (vedi sopra), che presumibilmente mostra anche la preparazione delle turbine. Tuttavia, è improbabile che i nuovi vecchi serbatoi vengano costruiti rapidamente. Perché: secondo il rapporto, nella centrale della grande città (circa 340.000 abitanti) sul fiume Oka non vengono costruite turbine da 30 anni. Potrebbe essere necessario formare prima il personale su questo aspetto.

Carri armati russi nella guerra in Ucraina: i nuovi carri armati T-80 mirano a compensare le pesanti perdite

E: i carri armati dovranno infine essere assemblati a Uralvagonzavod a Nizhny Tagil, a più di 2.000 chilometri da Kaluga. Numerosi fornitori devono consegnare qui singole parti del serbatoio. Alcuni di loro dovranno anche aumentare la produzione o modificarli nuovamente se gli elementi di assemblaggio non saranno compatibili con gli elementi T-90M attualmente prodotti, il che di per sé rappresenta un rischio per gli equipaggi russi.

Secondo i video dei droni ucraini, sul campo di battaglia sono rimasti anche alcuni T-90M relativamente moderni. Sondaggi Stampa sudoccidentale Di conseguenza, 25 carri armati russi T-90A e cinque carri armati russi T-90M sono stati distrutti o catturati tra febbraio 2022 e aprile di quest’anno. Quindi servono rifornimenti. È chiaro che le agenzie energetiche di Putin stanno ora lavorando alla modifica dei vecchi carri armati progettati per l’invasione russa dell’Ucraina. Mentre i soldati russi a volte equipaggiano i loro carri armati con tronchi d’albero per proteggerli dai missili guidati anticarro. Le perdite continuano ad aumentare e ad aumentare. (sera)