Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Guerra di Gaza: migliaia di persone protestano in Italia contro Israele nonostante il divieto

Guerra di Gaza: migliaia di persone protestano in Italia contro Israele nonostante il divieto

Madrid, Roma, Milano, tel Aviv – I sostenitori dei palestinesi hanno protestato contro Israele in molti luoghi. Nonostante il divieto ufficiale, diverse migliaia di persone sono scese nelle strade di Roma nel Giorno della Memoria dell'Olocausto. Secondo la polizia, alle manifestazioni in diverse città hanno preso parte centinaia di partecipanti. C'era silenzio quasi ovunque. A Milano, dove viaggiavano circa 1.200 persone, ci sono stati scontri con la polizia. Lì i partecipanti hanno anche esposto slogan e manifesti con accuse di genocidio contro Israele.

Dopo un appello del governo di destra Roma L'autorità responsabile ha vietato l'uso dell'ascensore per evitare discorsi di odio contro Israele in occasione della Giornata internazionale che commemora gli oltre sei milioni di ebrei uccisi dalla Germania nazista.

Migliaia di persone hanno protestato a Madrid, la capitale della Spagna, contro l'operazione dell'esercito israeliano, che combatte contro i terroristi di Hamas. Striscia di Gaza che ha attaccato Israele il 7 ottobre. Davanti alla manifestazione, i partecipanti portavano uno striscione con la scritta “Fermate il genocidio in Palestina”. Molti sventolavano bandiere palestinesi. Le autorità hanno detto che alla manifestazione hanno partecipato circa 20.000 persone. I manifestanti cantano “Dove sono le sanzioni contro Israele?” Hanno lanciato slogan come Alcuni hanno chiesto il boicottaggio di Israele.

Netanyahu deve dimettersi

La Spagna è uno dei critici più accesi dell’operazione militare israeliana nella Striscia di Gaza all’interno dell’Unione Europea. A livello internazionale, Israele ha lanciato ripetuti appelli a proteggere meglio i civili e a consentire gli aiuti di emergenza.

Migliaia di persone a Tel Aviv hanno chiesto le dimissioni del primo ministro Benjamin Netanyahu. “Il governo fallito si comporta come se nulla fosse accaduto”, ha detto uno degli oratori della manifestazione. La folla ha poi cantato: “Crimine! Crimine! Vergogna! Vergogna! Le critiche a Netanyahu stanno diventando sempre più forti in pubblico perché non ha alcun piano per la guerra di Gaza e le sue conseguenze. Soprattutto per i suoi parenti ancora violenti. di Hamas Gli ostaggi li hanno messi sotto pressione.

Il 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa sovietica liberò Auschwitz, un campo di concentramento tedesco nella Polonia occupata. In Germania, questa data è celebrata dal 1996 come Giorno della Memoria dell'Olocausto. Nel 2005 le Nazioni Unite hanno reso questa giornata una giornata della memoria.