Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Formula 1: Tutti i dettagli sulla separazione di Haas dallo sponsor russo Uralkali – Formula 1

“È molto straziante. Invio la mia più profonda solidarietà e sostegno a tutta la popolazione colpita da questa guerra devastante”.

Anche la star della F1 Mick Schumacher, 22 anni, ha inviato un messaggio al mondo sabato mattina tramite il suo canale Instagram sull’orribile guerra in Ucraina.

Ma questo non è tutto. Anche il capitano della Haas e la sua squadra hanno fatto un passo in più durante i test di Barcellona. È stato il martello della Formula 1 nei test invernali! L’ultimo giorno, Schumi Jr. avrebbe dovuto guidare la Haas visivamente revisionata, con vernice bianca invece che russa. È in tournée senza il titolo di sponsor per la sua squadra Uralkali, un’azienda chimica russa. Alla fine, i lavori di riparazione hanno richiesto molto tempo, il che ha impedito questa unità. Ma non misure! Haas aveva già annunciato giovedì sera che un cambiamento nell’aspetto della vettura è previsto per l’ultimo giorno di test. Il motivo è la guerra in Ucraina.

Non era abbastanza per Mick Schumacher. Il tedesco ha inciso i loghi del gruppo russo sui suoi capi da corsa. Bild lo afferrò con un vestito nuovo mentre andava al garage. Secondo le informazioni di BILD, è stata una decisione personale del pilota fare ciò. Marchio forte!


Mick Schumacher si è registrato sul petto il logo degli UralkaliFoto: Michelle Milewski

Bild conosce i retroscena della decisione anti-Uralkali ad Haas!

Giovedì sera si è parlato di una crisi tra il proprietario Gene Haas (69) e il capo della squadra Gunther Steiner (56) all’Haas Hospitality.

Alle 17:50, Haas si sedette a un tavolo e rimase lì da solo per cinque minuti. Poi venne Steiner. Entrambi parlarono per dieci minuti. Tra di loro: due fogli di carta A4. Sia nell’espressione seria, in particolare Steiner, si può vedere la pressione. E forse anche quanto pericolosa possa essere stata appena presa una decisione. Poi Haas si è seduto da solo al tavolo per 20 minuti ed era al cellulare.

La dichiarazione ufficiale della squadra è arrivata alle 19:38. Quella sera gli emblemi degli Uralkali furono graffiati da camion e case mobili.

Il valore dell’accordo con Uralkali è compreso tra 25 e 30 milioni. Secondo Steiner, nelle prossime settimane verrà presa una decisione su come sarà esattamente la relazione con Uralkali in futuro e da dove arriveranno i soldi in futuro.

Quando gli è stato chiesto da BILD, Steiner ha dichiarato: “Il team non è rimasto colpito. È impossibile che non ce lo aspettassimo. Ma abbiamo preso la decisione giusta per inviare un messaggio. Il team è dietro di noi”.

I dipendenti Haas continuano a vagare in campo con il pastore russo Uralkali sulla maglia della squadra. Poiché le lettere sono ricamate o incollate, non possono essere rimosse facilmente.

READ  Cristiano Ronaldo: suor Katia Aveiro accusata di sputare