Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Focus sulla tecnologia delle batterie: le azioni Volkswagen cedono: Volkswagen forgia l’unione delle celle della batteria: l’utilizzo degli impianti dovrebbe stabilizzarsi nel 2022 | newsletter

La società con sede a Wolfsburg ha annunciato mercoledì che con la tecnologia dei materiali belga e il gruppo di riciclaggio Umicor, il produttore di litio Vulcan Energy e 24 milioni di batterie statunitensi, sono stati stipulati contratti per la produzione di batterie su larga scala. Il gruppo vuole creare sei grandi fabbriche di celle per batterie in Europa. Il direttore della tecnologia Thomas Schmal ha recentemente fissato un importo fino a 30 miliardi di euro per investimenti a tal fine e per garantire le quantità di materie prime in un’intervista a Reuters.

Schmoll ha spiegato che una joint venture con Umicore fornirebbe materiale catodico alle fabbriche di celle. La produzione dovrebbe iniziare nel 2025 con una capacità iniziale di 20 GWh per fornire la produzione di celle a Salzgitter e aumentare gradualmente. Entro la fine del decennio sarà mirata una capacità produttiva annua di 160 GWh, che corrisponde alla necessità di costruire circa 2,2 milioni di veicoli elettrici. Insieme a Umicore, Volkswagen vuole anche sviluppare capacità per produrre materie prime e materiali catodici. Successivamente, i partner vogliono anche lavorare insieme per riciclare le batterie.

Volkswagen ha firmato un accordo di fornitura a lungo termine per le materie prime delle batterie con Vulcan, che vuole estrarre l’idrossido di litio nella faglia dell’Alto Reno. [L8N2SS5ZF] Tuttavia, la condizione è che anche la filiale tedesca della società australiana Vulcan Energy possa avviare con successo la produzione commerciale di litio nel 2026. Le materie prime per la produzione di batterie per auto elettriche sono ottenute dall’acqua termale nell’Alto Renograben. A causa dell’uso simultaneo del calore dell’acqua estratto dalle profondità, il litio è considerato CO2 neutrale secondo l’azienda. Vulcan include tra i suoi clienti anche la società madre di Opel Stellantis, i produttori di automobili francesi Renault e Umicore e il produttore di batterie LG Chem.

Al fine di sviluppare le ultime tecnologie di produzione per le fabbriche di celle, Volkswagen è coinvolta anche nello specialista americano di batterie 24M, una divisione del Massachusetts Institute of Technology (MIT).

READ  Per $ 7 miliardi finora: Musk vende milioni di giornali Tesla ogni giorno

Volkswagen sta portando avanti l’espansione delle energie rinnovabili con un parco eolico in Svezia

Volkswagen vuole portare avanti l’espansione dei parchi eolici e solari europei di circa 40 milioni di euro entro il 2025 e ha firmato un accordo con lo specialista di parchi eolici WPD Onshore Aldermyrberget AB a Skellefteå nel nord della Svezia. La produzione totale del parco eolico WPD raggiungerà i 290 GWh.

Secondo una portavoce, Volkswagen acquisterà circa 100 GWh di elettricità verde dai cosiddetti Energy Attributable Certificates (EATS), che sono attribuiti al gruppo. La portavoce non ha voluto commentare i dettagli finanziari della transazione.

40 milioni di euro dovrebbero andare a un totale di circa 20 progetti di energia rinnovabile, anche in Spagna, Inghilterra e Finlandia. Tutti i progetti insieme dovrebbero generare circa 7 TWh di elettricità verde aggiuntiva. Ciò corrisponde a una capacità di oltre 300 aerogeneratori e, secondo il gruppo, può coprire il fabbisogno annuo di 600.000 famiglie.

All’inizio del 2022, secondo l’annuncio, un nuovo sistema solare sarà collegato alla rete a Tramm-Göthen, nel Meclemburgo, in joint venture con la società energetica RWE.

Volkswagen vuole essere carbon neutral entro il 2050. Come obiettivo intermedio, le emissioni di anidride carbonica per veicolo in Europa saranno ridotte del 40% entro il 2030 rispetto al 2018.

VW prevede che l’utilizzo degli impianti si stabilizzerà gradualmente nel 2022

Grazie a una graduale ripresa dell’offerta di semiconduttori, il Gruppo Volkswagen prevede che la produzione di auto si stabilizzi fino al 2022. “Per l’intero anno, prevediamo un leggero miglioramento dell’offerta di semiconduttori rispetto al 2021”, ha affermato Murat Axel, membro del consiglio di amministrazione. di amministratori. Da acquistare come pubblicizzato. La prima metà dell’anno dovrebbe rimanere “estremamente volatile ed esigente”.

READ  Protezione del 19%: Volkswagen con una probabilità del 25%

Volkswagen ha affermato che continuerà a fare di tutto per ridurre gli effetti della carenza di chip sulla produzione. Collaborare con produttori e fornitori di semiconduttori per migliorare la situazione. La Semiconductor Task Force lavora in Volkswagen ormai da un anno.

La carenza globale di chip sta tenendo sotto controllo l’industria automobilistica. Alla Volkswagen, ad esempio, molte fabbriche hanno dovuto ridurre drasticamente la produzione quest’anno o fermarsi parzialmente.

VW potrebbe dover affrontare una ristrutturazione del consiglio di amministrazione – rapporti da ulteriori dettagli personali

Oltre ai piani di investimento per i prossimi anni, durante la riunione del consiglio di sorveglianza della Volkswagen prevista per giovedì potrebbero essere identificati diversi oggetti personali degni di nota. La società non ha commentato i rapporti di diversi media mercoledì. Nelle scorse settimane non è stato chiaro dal punto di vista dei vari attori dell’ambiente Volkswagen e, soprattutto, quale sarà il futuro dell’amministratore delegato Herbert Diess dopo una rinnovata faida con il potente consiglio d’affari. Questo sarà probabilmente un problema centrale per gli ispettori nella prossima riunione.

In teoria, a prescindere dall’uscita da Diess o dal continuare a lavorare nel sistema precedente, sarebbe possibile ipotizzare una soluzione ibrida: secondo questa, l’amministratore delegato rimarrebbe formale, ma il suo lavoro sarebbe concentrato su una sorta di pianificazione strategica complessiva. Ralf Brandstätter, capo del marchio principale di Volkswagen, è stato nominato membro aggiuntivo del consiglio di amministrazione del gruppo e presidente della Cina, per il suo potenziale successore dalla metà del prossimo anno intorno al capo della Skoda Thomas Schaeffer.

Secondo alcuni osservatori, questo potrebbe significare un minore impatto operativo per Deiss, che finora è stata anche responsabile delle attività commerciali in tutta la Cina. Dall’altro, all’amministratore delegato è esplicitamente attribuito l’ulteriore coordinamento della divisione software dell’azienda, Cariad, che per Diess è anche uno dei temi centrali del futuro dell’industria automobilistica. Le aziende e i proprietari non hanno voluto commentare le opportunità di un tale modello prima di prendere una decisione.

READ  Riacquisto di azioni: le azioni Allianz sono forti davanti al mercato: Allianz con riacquisto di azioni di oltre 1 miliardo di euro e aumento degli utili - miliardi di accantonamenti per contenzioso | newsletter

A seguito di un turbolento incontro a settembre, un nuovo conflitto è scoppiato tra Dess e parti del consiglio di sorveglianza della Volkswagen. La presidente del Consiglio del Lavoro Daniela Cavallo ha criticato l’amministratore delegato per il disagio che è sorto nella forza lavoro dopo aver preso in considerazione decine di migliaia di posizioni in esubero. Diess ha spiegato che potrebbe essere stato frainteso: voleva solo discutere di scenari estremi e indicare un ruolo più potente per il quartier generale a Wolfsburg. Un comitato di mediazione del Consiglio di sorveglianza si è riunito più volte per cercare soluzioni che mantenessero in carica il manager riformista e appianassero le ondate di disaccordo con la banca del dipendente.

Alla fine del round di pianificazione, possono essere prese anche alcune decisioni aggiuntive per i dipendenti. Si dice che l’ex direttore di Deutsche Börse Hauke ​​Stars sia il favorito del nuovo dipartimento IT del consiglio di amministrazione. Anche qui i dadi non vengono lanciati ufficialmente. Manfred Doss, chief legal advisor di Volkswagen, potrebbe diventare il successore di Heiltrod Werner nel Board of Integrity and Law. Il presidente cinese Stephan Wallenstein ha detto dagli ambienti aziendali che è probabile che cambi in un’altra posizione.

Il titolo Volkswagen è temporaneamente sceso nello scambio di XETRA dello 0,16% a 184,70 euro.

Amburgo / Francoforte (Reuters / Dow Jones / dpa-AFX)

Altre notizie su Volkswagen (VW) AG Vz.

Fonti di immagini: Gl0ck/Shutterstock.com, Bocman1973/Shutterstock.com