Aprile 18, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Emissione di un mandato d’arresto contro i commissari russi per i bambini

Emissione di un mandato d’arresto contro i commissari russi per i bambini

Contea degli Stati Uniti e del Regno Unito

Scandalo al Consiglio di sicurezza dell’Onu: parla a un comizio un politico russo ricercato con mandato d’arresto

Il discorso al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è stato ricevuto da: Commissario russo per i bambini Maria Luva-Luwa.

Il discorso al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è stato ricevuto da: Commissario russo per i bambini Maria Luva-Luwa.

New York. I rappresentanti degli Stati Uniti e della Gran Bretagna hanno lasciato una riunione informale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per protestare contro le lettere del commissario russo per i bambini Maria Luva-Belua, ricercata per il suo arresto in base a un mandato di cattura. Quando Luwa-Bilua ha parlato durante una videoconferenza durante la sessione di mercoledì a New York, i presidenti dei due paesi sono rimasti in silenzio, così come i presidenti di Albania e Malta.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

La Russia detiene attualmente la presidenza di turno dell’organismo. La chiamata di Lwova-Withouta è stata vista come una provocazione perché è vista come una figura chiave nella deportazione forzata di bambini ucraini dalla zona di guerra alla Russia. Ecco perché la Corte penale internazionale dell’Aia ha emesso un mandato di arresto per questo “sequestro” contro Levois-Belois e contro il presidente russo Vladimir Putin. La Russia, che non è un membro della Corte penale internazionale, ha liquidato ciò come maleducato e ha dichiarato che avrebbe utilizzato “informazioni oggettive” per dimostrare la “reale situazione” dei bambini nel Consiglio di sicurezza.

Novità: radar di crisi

Il corrispondente estero della NDA Kan Merry e il suo team analizzano l’evoluzione delle crisi globali nella nuova newsletter settimanale sulla situazione della sicurezza. Registrati ora gratuitamente e ricevi presto il primo numero.

Circa 40 altri paesi, inclusa la Germania, hanno condannato il discorso di Luwa-Biloh. “Non ci sono abbastanza false dichiarazioni per nascondere la verità: la Russia continua la deportazione illegale e forzata di bambini ucraini nel mezzo di una guerra condotta dalla Russia”, ha scritto su Twitter la missione tedesca delle Nazioni Unite.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

Zelenskyj chiede la riforma del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Zelensky ha descritto la presidenza di turno russa del consiglio come “ridicola” e “distruttiva”.

“Non esiste una piattaforma internazionale per Foa-Biloa”

Dall’inizio della guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina, Kiev ha ripetutamente accusato Mosca di “deportare” bambini ucraini. Recentemente, Kiev ha segnalato 19.514 bambini colpiti, inclusi 4.390 orfani. Mosca nega e parla di evacuazioni.

Anche gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno fatto pressioni affinché l’incontro non fosse trasmesso sul canale web TV ufficiale delle Nazioni Unite. La Russia sta trasmettendo sul canale YouTube della Missione delle Nazioni Unite nel paese. L’ambasciatore degli Stati Uniti alle Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield ha dichiarato prima dell’incontro che gli Stati Uniti si sono opposti all’evento e si sono uniti alla mossa della Gran Bretagna di interrompere la trasmissione dell’incontro in segno di protesta. Thomas-Greenfield ha affermato che Lvova-Belova non dovrebbe ricevere una piattaforma internazionale per diffondere disinformazione e difendere le sue “terribili azioni” in Ucraina. “Coglieremo ogni opportunità per respingere la Russia se tentano di utilizzare la loro presidenza per diffondere disinformazione”, ha affermato l’ambasciatore statunitense.

+++ Tutti gli sviluppi della guerra contro l’Ucraina nel live blog +++

Lwowa-Withouta ha negato le accuse in una conferenza stampa a Mosca martedì. Secondo il suo racconto, i bambini della zona di guerra in Russia vengono portati in salvo e accuditi se non sono presenti genitori o parenti.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

Lvova-Belova ha affermato che dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio 2022, la Russia ha accolto più di cinque milioni di ucraini, inclusi 700.000 bambini, tutti genitori, parenti o tutori. Questo non vale per i 2.000 bambini degli orfanotrofi nel Donbass orientale. Ad oggi, circa 1.300 bambini sono tornati negli orfanotrofi, 400 sono stati mandati negli orfanotrofi russi e 358 sono stati collocati negli orfanotrofi. Luva-Belwa ha negato le accuse dell’Ucraina e dei paesi occidentali sull’esistenza di “campi segreti di rieducazione” per bambini. Se un bambino scompare, ha detto, gli ucraini hanno l’opportunità di contattare il Commissario per i bambini con un preavviso richiesto.

Refugees International contraddice l’affermazione russa

Non ci sono stati contatti ufficiali con le autorità ucraine per quanto riguarda i bambini. Tuttavia, il suo ufficio ha incontrato i rappresentanti dell’associazione benefica per l’infanzia UNICEF, Refugees International e il Comitato internazionale della Croce Rossa. “Forniamo tutte le informazioni disponibili sulla situazione dei bambini”, ha detto. Gli sforzi per il ricongiungimento familiare sono ora coordinati con la Croce Rossa.

Sarah Schafer, vicepresidente dello Strategic Outreach Program for Refugees International, ha negato l’affermazione. Ha detto che la sua organizzazione non è stata contattata dalla Russia per i bambini ucraini.

Una ricerca dell’Associated Press ha rivelato che i funzionari russi hanno deportato bambini ucraini in Russia senza il consenso dei genitori, dicendo loro bugie sul fatto che i loro genitori non li volevano più e usandoli per scopi di propaganda. Sono venuti da famiglie russe e hanno ricevuto la cittadinanza russa.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

James Kariuki: Dovresti parlare Luwa-Bilwa all’Aia

“Il fatto che stiano invitando qualcuno che è stato incriminato dalla Corte penale internazionale parla da solo”, ha detto il vice ambasciatore britannico alle Nazioni Unite James Kariuki prima della presidenza russa. Se il Lwowa-belowa ha qualcosa da dire sulle sue azioni, può farlo davanti alla Corte penale internazionale dell’Aia.

Un politico russo ricercato con mandato d’arresto parla a una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

L’apparizione video del commissario russo per i diritti dei bambini Llova-Belua davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite mercoledì ha portato a uno scandalo diplomatico.

La missione russa delle Nazioni Unite ha confermato che i bambini ucraini erano stati evacuati dalle aree a rischio. È sbagliato dipingere questo come un rapimento o un tentativo di privarli della loro identità ucraina attraverso l’adozione in famiglie russe. “Una tale posizione non è solo infondata e irrazionale, ma anche disumana, in quanto incoraggia praticamente l’abbandono degli orfani o l’indifferenza verso i bambini nel bel mezzo delle ostilità”, ha affermato la missione delle Nazioni Unite.

Le forze russe hanno invaso l’Ucraina il 24 febbraio 2022. La Russia ha occupato quasi il 20% del territorio ucraino. Molti ragazzi e ragazze hanno perso i genitori nella guerra di aggressione russa. Migliaia sono in fuga.

Leggi di più dopo l’annuncio

Leggi di più dopo l’annuncio

RND/dpa/AP