Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Elezioni in Slovacchia: tutto il potere a Fico?

Elezioni in Slovacchia: tutto il potere a Fico?

Al: 23 marzo 2024 alle 16:44

La Slovacchia sta tenendo le elezioni per scegliere un nuovo presidente, ma è anche sulla strada Est-Ovest. Perché in futuro il Primo Ministro Fico, amico della Russia, potrebbe controllare anche la più alta carica dello Stato.

A pochi giorni dalle elezioni presidenziali, migliaia di slovacchi sono scesi di nuovo in piazza, e non solo nella capitale Bratislava. Si sentono “Boo”, “Ah”, “Mafia!”. Questa volta la gente ha protestato contro la ristrutturazione della radiodiffusione pubblica.

“Il governo di Robert Fico deve cercare di riprendere il controllo in silenzio”, ha cantato dal podio il leader dell'opposizione liberale Michel Simica. “Finirà come la sua riforma giudiziaria. Non se la caverà con tutto perché noi non ci arrenderemo. Non diventeremo un'altra Ungheria, nessun Orbanistan!”

Ma ci sono state grandi preoccupazioni sulla traiettoria antidemocratica dell’Ungheria da quando il nazionalista di sinistra Robert Fico ha governato nuovamente la Slovacchia – questa volta con retorica filo-russa e tentativi aperti di limitare la libertà di stampa e ricostruire lo stato di diritto.

Preferito: Nominato da Fico Grace

Finora la presidente progressista Zuzana Caputova resiste ancora. La Corte Costituzionale ha bloccato alcune parti della riforma giudiziaria. Caputova non avrebbe mai più lavorato. Dice che le mancano le forze dopo gli insulti e le diffamazioni, soprattutto da parte di Fico e dei suoi amici del partito, e dopo le minacce di morte. Il candidato più probabile a succederle è il candidato di Fico, il suo partner di coalizione Peter Pellegrini.

“Non permetterò mai che la Slovacchia venga coinvolta in una guerra”, ha detto su Facebook. “Per mandare soldati in Ucraina. Per perdere il nostro potere di veto nell'Unione europea. Gli elettori mi conoscono da anni: la Slovacchia sarà sempre la mia massima priorità.”

“Il Paese è a un bivio”

Pellegrini è apparso raramente in campagna elettorale. È il presidente del Parlamento e comunque è ovunque. Il 48enne era membro del partito di Fico, ma ora guida la sua forza di sinistra più moderata. Dopo le elezioni parlamentari dell'autunno scorso, Pellegrini avrebbe potuto governare con partiti europeisti, ma ha deciso subito per Fico e ha permesso il ritorno del primo ministro, da lungo tempo critico dell'Unione Europea.

A seconda dell’esito delle elezioni, il primo ministro filorusso Fico potrebbe essere in grado di governare, come temono i suoi critici.

Ivan Korcok teme che, da presidente, per Fico possa presto essere più facile governare. Il veterano diplomatico ed ex ministro degli Esteri è al secondo posto nei sondaggi d'opinione, subito dietro Pellegrini. “Per come la vedo io, il mio Paese è a un bivio”, dice. “La questione è se il campo politico che ora governa il paese otterrà anche la carica più alta. Se è così, l'intero paese sta andando in una direzione che, secondo me, non è buona.”

Sono previste elezioni di ballottaggio

Il 59enne Korcok vuole portare avanti l'approccio filo-occidentale del presidente uscente. Nove uomini sono in competizione, seguiti al terzo posto dal fuorviato Stefan Harabin, ex ministro della Giustizia e Presidente della Corte Suprema, di estrema destra.

Si prevede che nessun candidato otterrà la maggioranza assoluta al primo turno e che entro due settimane ci sarà il ballottaggio tra Korcok e Pellegrini. Ally Fico è considerata la favorita per questo.

Le urne chiudono alle dieci di sera. I risultati dovrebbero apparire domenica sera.

Marian Alois, RD Praga, Tagesschau, 23 marzo 2024, 16:15