Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dove i parenti delle persone depresse possono trovare aiuto

Dove i parenti delle persone depresse possono trovare aiuto

Si stima che una donna su quattro e un uomo su otto saranno colpiti da depressione nel corso della loro vita. Circa cinque milioni di persone soffrono di depressione e con loro le loro famiglie. Cosa possono fare i parenti per un familiare che soffre di depressione? Come puoi superare questo peso e dove puoi trovare aiuto?

Le cose più importanti a colpo d'occhio


Sintomi: cosa fa la depressione a una persona?

La depressione può cambiare completamente una persona. Dove a poco a poco si insinuavano motivazione, buon umore, progetti, socializzazione, amore, letargia, tristezza, pessimismo, disperazione, ritiro sociale, disperazione e persino pensieri suicidi.

Anche l'umano tacque lentamente. Ciò che le persone colpite non possono sopportare diventa una grande sfida anche per i loro parenti.

Parenti: cosa fa loro la depressione?

“Impotenza, stanchezza, sovraccarico e senso di colpa sono tra i sentimenti più comuni che devono sopportare i parenti delle persone depresse”, afferma Waltraud Reinke, presidente dell'Associazione tedesca per la depressione. .” La distanza tra loro e il paziente è tale che non riescono più a raggiungerlo e ad aiutarlo quanto vorrebbero”.

L'esperto consiglia ai parenti di cercare sempre aiuto e sostegno. È difficile per la famiglia affrontare da sola il conflitto emotivo associato alla malattia. Solo poche persone possono sopportare questo lungo termine. È particolarmente stressante quando una persona depressa nega la propria malattia, non vuole ricevere aiuto e rifiuta le cure.

Pensieri suicidi: e adesso?

“Se non vengono fornite le cure necessarie, il suicidio può essere la fine di un lungo percorso di sofferenza. Oltre il 70% dei suicidi in Germania sono dovuti alla depressione, e nonostante lievi miglioramenti nel panorama assistenziale, a parte i ricoveri di crisi nelle cliniche psichiatriche in Casi: “Spesso non ci sono posti per un trattamento tempestivo”, dice Reinke.

“Qualsiasi affermazione che vuoi porre fine alla tua vita dovrebbe essere presa sul serio. Non aver paura di esprimere le tue preoccupazioni alla persona malata e dargli così l'opportunità di uscire dal circolo vizioso. In casi estremi, l'assistenza medica di emergenza può anche essere richiesto.”

Vita quotidiana con depressione: un'ombra oscura

“La depressione è una vita con un'ombra oscura”, dice Armin Roussel, che ha sofferto di depressione qualche anno fa. “Ero sopraffatto dai sentimenti e dai pensieri dentro di me. Anche quando mi arrivavano pensieri suicidi, rimanevo in silenzio. Invece, Mi isolavo sempre più da mia moglie e dai miei figli.” Ero sicuro che sarebbero stati meglio senza di me”, ricorda un portavoce della Lega tedesca contro la depressione eV

Per Armin Roussel, è stata una conversazione aperta con la moglie e il terapeuta che ha finalmente cambiato le cose. Insieme si sono recati in clinica e hanno trovato l’aiuto di cui avevano bisogno.

“Sono molto grato a mia moglie per essere stata al mio fianco”, dice. “La depressione è stata una situazione straordinaria per tutti noi: piena di paure, sensi di colpa e accuse. Certamente non avremmo potuto farcela da soli”. .” Russell. “Il trattamento è il passo più importante. La persona malata ha bisogno di un aiuto specializzato.”

Depressione: dove possono trovare aiuto i parenti?

Se un parente soffre di depressione, entrambe le parti hanno bisogno di aiuto: la persona colpita e i suoi parenti. Il telefono di servizio della cassa malati può essere il primo punto di contatto per eventuali offerte di aiuto.

Anche il vostro medico di famiglia è un contatto importante. Questa persona può avviare colloqui con neurologi e psicologi e, se necessario, supportare il trasferimento in clinica. Associazioni e associazioni offrono anche opzioni di comunicazione e consulenza per i parenti di pazienti depressi, tra cui:

Indipendentemente dall'organizzazione a cui i parenti chiedono aiuto, è importante che non passi troppo tempo. Quanto più tardi arriva il sostegno, tanto maggiore è il rischio di scivolare in una depressione emotiva dalla quale non riuscirete a uscire così rapidamente.

L’assistenza professionale non si limita ad una funzione consultiva e di supporto. Ti aiuta anche a riconoscere i tuoi limiti e ad accettare che come membro della famiglia o persona cara non puoi funzionare perfettamente in ogni momento e hai bisogno di spazio per ricaricare le batterie.