Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo un’enorme caduta massi: la famosa via adriatica è rimasta chiusa per diversi mesi

Dopo un’enorme caduta massi: la famosa via adriatica è rimasta chiusa per diversi mesi
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Il Passo Balcanico conduce dalla Carinzia all’Italia, poi attraverso Udine fino all’Adriatico. Ma a causa della caduta massi a 1200 metri di altezza non è possibile attraversarlo.

Lione/Udine – Nella notte del 1° dicembre si è verificata una massiccia frana di massi al Monte Croce. Pezzi e detriti grandi quanto un’auto hanno distrutto la galleria di caduta massi, distruggendo la strada e rendendola impraticabile. Un blocco del peso di circa 15 tonnellate è rimasto impigliato nella rete di sicurezza, ma un altro ha demolito il muro di contenimento.

Chiusa la via critica verso l’Adriatico: transitano solitamente 2000 veicoli

La chiusura è un disastro per la comunità e la regione, ha dichiarato all’ORF il sindaco di Götzach-Mauthen nel distretto di Hermagor (Austria), Josef Soppoth: “Abbiamo molte aziende commerciali, soprattutto nel settore del legno, che fanno “Per quanto riguarda gli scambi con l’Italia, ora dobbiamo ovviamente fare delle deviazioni enormi. È un fattore economico.” Ma il traffico turistico è intenso in entrambe le direzioni e, in una bella giornata, ci sono fino a 2.000 veicoli sul Blaken Pass.

Una frana è stata intercettata al Passo Placken, sul versante italiano. © Protezione Civile della Regione Autonoma FVG/Facebook

L’amministrazione stradale italiana sta già lavorando sui danni. Si ritiene che siano stati frantumati 500 metri cubi di roccia. Sia la parte austriaca che quella italiana sperano in una rapida riconciliazione. “Il valico è un’infrastruttura importante per la vita dell’intera regione”, ha affermato la Camera di Commercio Portenone-Udine e ha chiesto l’istituzione di un commissario che rimuova rapidamente ogni ostacolo burocratico al rinnovo.

Dopo forti piogge, le rocce sono cadute dal pendio del Passo Plakan.
Dopo forti piogge sono caduti enormi detriti rocciosi. © Protezione Civile della Regione Autonoma FVG/Facebook

Tuttavia, ci vorranno mesi per ripristinare le aree danneggiate. Ci sono già voci che chiedono l’abbandono definitivo del Plackenpass. “La strada non è più sicura da percorrere”, ha citato Massimo Mendle, ex sindaco di Palouse. Ciò sarà disastroso per il turismo. Ciò che accadrà realmente si saprà tra qualche mese.

È ancora possibile raggiungere il confine ed è finita: una frana distrugge il tunnel

Secondo l’azienda austriaca dei trasporti ÖAMTC, il Pluckenpass è ancora percorribile fino al passo o oltre il confine. “Per i viaggi in Italia dovreste prendere la strada principale: la B100 via Sillian-Arnbach, oppure la B111 via Hermagor e Nassfeld, oppure l’autostrada A2 Villach-Darvis.”

Recentemente un’importante via per il Lago di Garda è stata chiusa a causa di una valanga di detriti. Per inciso, secondo una nuova misurazione, la costa italiana sarebbe lunga migliaia di chilometri.