Maggio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo un infarto: il dispositivo impiantabile rileva complicazioni

Ci sono buone notizie scientifiche per le persone che sono sopravvissute a un infarto: l’Università di Medicina di Innsbruck ha riferito mercoledì che un piccolo dispositivo impiantabile sotto la pelle in pazienti che hanno avuto un infarto rileva i primi segni di gravi complicazioni. Uno studio mostra che gli impianti sono nettamente superiori alle tradizionali cure post-trattamento.

Lo studio è stato condotto da Axel Bauer, direttore della Clinica universitaria di medicina interna III presso il Med Uni Innsbruck, in 33 centri cardiaci in Germania e Austria. The Lancet Digital Health ha pubblicato la ricerca.

Chiaramente, la procedura di telemedicina presenta importanti vantaggi: secondo i ricercatori, il dispositivo impiantabile – il minuscolo cardiofrequenzimetro – ha rilevato eventi ritmici gravi, per lo più asintomatici, in 60 pazienti su 201 entro 21 mesi. D’altra parte, solo dodici di questi eventi sono stati rilevati nel gruppo di controllo, che consisteva in 199 pazienti con infarto senza monitoraggio remoto, nell’ambito delle consuete cure di follow-up nello stesso periodo. “Il messaggio chiave è che il monitor rileva eventi ritmici pericolosi ma asintomatici con grande sensibilità, il che a sua volta fa presagire gravi eventi clinici. Pertanto, i problemi seri possono essere rilevati molto presto e i pazienti ad alto rischio possono essere trattati meglio in futuro”, Bauer spiegato.

Secondo l’esperto, il monitoraggio riveste particolare importanza per un nutrito gruppo di persone affette da capacità di pompaggio media, per le quali al momento non esistono misure preventive specifiche. Il cardiofrequenzimetro è “piccolo come un chiodo”. È un dispositivo passivo che registra continuamente informazioni elettriche dal cuore per diversi anni. Le aritmie pericolose verranno automaticamente riconosciute e teletrasportate al centro.

READ  Quale animale vedi? La risposta rivela personalità e desideri

Il lavoro di ricerca non è sufficiente: gli studi futuri devono ora chiarire in che misura questa strategia di telemedicina può migliorare la prognosi a lungo termine delle persone colpite.