Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo le dimissioni: un politico del Partito socialdemocratico incita contro Israele con un articolo scandaloso regionale

Dopo le dimissioni: un politico del Partito socialdemocratico incita contro Israele con un articolo scandaloso  regionale

Amburgo – Quando si sono uniti al Partito socialdemocratico nel 2018, alcuni dei loro compagni avevano mal di pancia. Ora dovrebbero sentirsi vendicati.

Il politico Nebahat Gutslu (58), ex vicepresidente di Amburgo, suscita indignazione con un post di odio contro Israele.

Ha parlato su Facebook degli attacchi israeliani per liberare gli ostaggi tenuti dai terroristi di Hamas a Gaza: Israele In soli 60 giorni furono uccisi 8.697 bambini. Bugia: diffonde una propaganda impeccabile da parte dell’organizzazione terroristica.

Guçlo ha pubblicato questa propaganda anti-israeliana su Facebook

Foto: facebook.com/nebahat.gueclue

Gutschlo ha anche annunciato di aver lasciato il Partito socialdemocratico a novembre.

► Garantisce a Israele il diritto all’autodifesa, ma poi relativizza che “gli attacchi israeliani nella Striscia di Gaza sono sproporzionati” e un “crimine di guerra contro l’umanità”.

Nebahat Goklu (58 anni) è stato membro della Nazionalità dal 2004 al 2010 e dal 2015 al 2020

Nebahat Goklu (58 anni) è stato membro della Nazionalità dal 2004 al 2010 e dal 2015 al 2020

Immagine: pubblicità pubblica

Il 7 ottobre i terroristi di Hamas hanno invaso Israele e massacrato brutalmente 1.200 persone, tra cui molti bambini. Hanno anche rapito centinaia di israeliani a Gaza. Guçlo dice raramente una parola al riguardo.

Incredibile: Guçlo accusa Israele addirittura di “70 anni di apartheid e pulizia etnica”. Assurdità storiche e dichiarazioni tipiche degli odiatori di Israele. Il 58enne ha criticato il sostegno del governo federale a Israele, definendolo “codardo” e “impantanato nella sua colpa storica”. Deviazione incredibile.

Ma questo non basta.

► Gutschlo si oppone anche al sostegno militare all’Ucraina nella guerra contro la Russia: “Il governo federale ha recentemente deciso di raddoppiare gli aiuti militari all’Ucraina. Che follia!! Le armi non fanno la pace! Sono contrario alla fornitura di più armi all’Ucraina. “Non ne posso più.”

Senza le forniture di armi occidentali, l’Ucraina avrebbe perso la guerra contro la Russia già da tempo.

Non è stato il suo primo scandalo: la politica di origine turca una volta ha abbandonato il Partito dei Verdi e si è unita al Partito socialdemocratico. In precedenza aveva comunicato con un’organizzazione vicina all’organizzazione turca di estrema destra “Lupi Grigi”. Si dice anche che ci siano legami con il capo della rock band turca.

Dal 2020 Guçlo non è più membro della Cittadinanza. Abbiamo sentito che il suo abbandono del partito potrebbe essere facilmente superato nell’SPD di Amburgo. Non è stato possibile raggiungere Gutschlo per un commento.