Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dmitry Peskov: Il Cremlino parla ufficialmente per la prima volta della “guerra” in Ucraina

Dmitry Peskov: Il Cremlino parla ufficialmente per la prima volta della “guerra” in Ucraina
al di fuori Dmitrij Peskov

Il Cremlino parla ufficialmente per la prima volta della “guerra” in Ucraina

“Tutto si è trasformato in guerra dal primo giorno.”

A più di due anni dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, il Cremlino ha ammesso per la prima volta che la Russia è in “stato di guerra”. Il corrispondente capo Ibrahim Naber da Kiev ha dichiarato: “La Russia ha mobilitato centinaia di migliaia di soldati, la Russia ha trasformato la sua economia in una guerra (…), e ha trasformato tutto dal primo giorno”.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

È iniziata come un'operazione militare speciale, ma ora è diventata molto più di questo: il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha parlato ufficialmente della “guerra” che la Russia sta conducendo per la prima volta in Ucraina. Egli basa questa visione sull’“intervento” dell’“Occidente collettivo”.

MA più di due anni dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, il Cremlino ha ammesso per la prima volta che la Russia è “in guerra” con l’Ucraina.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto in un'intervista al settimanale russo pubblicata venerdì:Argomento e realtà“Siamo in guerra. Sì, è iniziata come un'operazione militare speciale, ma una volta che lì si è formato questo gruppo, e poiché l'intero Occidente è stato coinvolto dalla parte dell'Ucraina, per noi si è trasformata in una guerra. “Tutti devono capirlo per la propria mobilitazione interna”.

Leggi anche

Oleksandr, comandante della compagnia dell'unità di intercettazione della brigata

Rete satellitare Starlink

Nell'intervista, Peskov ha ribadito la rivendicazione del Cremlino sui territori dell'Ucraina che sono stati annessi in violazione del diritto internazionale: Donetsk, Luhansk, Zaporizhia e Kherson, così come la Crimea, che è stata annessa nel 2014. Il portavoce del Cremlino ha detto che la Russia non può permettere l'annessione l’esistenza di uno Stato ai suoi confini e dichiara pubblicamente che il suo obiettivo è riconquistare queste aree. Come al solito, il governo ucraino ha definito Peskov il “regime di Kiev”. Mosca ha annunciato l’annessione delle quattro regioni nell’autunno del 2022, ma le ha controllate solo parzialmente.

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov

Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov

Fonte: tramite Reuters

Mosca ha ufficialmente descritto l’invasione su larga scala dell’Ucraina nel febbraio 2022 come una “operazione militare speciale”. Dopo l'attacco, le autorità di regolamentazione dei media russi hanno vietato ai media di usare termini come “dichiarazione di guerra” o “invasione”. In Russia le critiche rivolte alle azioni svolte in Ucraina e l'uso della parola “guerra” in questo contesto sono punibili con multe e pene detentive. Secondo l'ONG OWD-Info, dall'inizio della guerra di aggressione sono stati aperti più di 900 procedimenti penali: una ragazza è stata costretta a trasferirsi in un orfanotrofio a causa dell'immagine pacifista.

Un portavoce del Cremlino ha poi confermato nella sua conferenza stampa quotidiana: “Legalmente si tratta di un’operazione militare speciale, ma in realtà è diventata una guerra”. Recentemente, il presidente russo Vladimir Putin ha accusato l’Occidente di condurre una “guerra ibrida” contro Mosca. Ma finora si è limitato a descrivere il conflitto in Ucraina come una “operazione militare speciale”.