Maggio 22, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Digital Markets Act: Setapp vuole creare il proprio iOS App Store

Digital Markets Act: Setapp vuole creare il proprio iOS App Store

I creatori dell’app store di app in abbonamento alternativo Setapp hanno in programma di rilasciare la propria offerta per iPhone non appena Apple aprirà le opzioni di sideload appropriate. Lo ha reso noto l’azienda ucraina su X con. “L’ultimo servizio di abbonamento alle app per macOS e iOS prevede di lanciare un App Store alternativo in Europa”, afferma Setapp Ltd.. Come hashtag sono stati utilizzati “#DMA” e “#DigitalMarketsAct”, che si riferiscono alla prossima legge sui mercati digitali nell’Unione europea. Gli interessati possono Registrati nella lista d’attesa Partire.

annuncio

Setapp è attualmente disponibile sotto forma di app macOS, ma consente anche l’utilizzo di varie app iOS tramite account in-app. La larghezza è regolatore del tasso fisso – L’utilizzo su Mac costa $ 107,88 all’anno o $ 9,99 al mese. Se desideri utilizzare anche le app iOS, devi pagare $ 134,88 all’anno o $ 12,49 al mese. Se desideri utilizzare più Mac, puoi utilizzare l’abbonamento Power User, che parte da $ 14,99 al mese ($ 161,88 all’anno). Attualmente sono disponibili più di 240 applicazioni.

Finora Setapp è stata installata su iPhone tramite l’Apple App Store; Dopodiché devi registrarti separatamente per sbloccare il programma. Con una vista separata, questo può essere fatto in un solo passaggio e semplifica l’uso. L’aspetto dell’app store di Setapp è ancora sconosciuto, come quando verrà lanciato. Ciò dipende sia dal quadro politico che dalla stessa Apple, che è stata molto critica nei confronti del sideload forzato nell’Unione Europea.

L’analisi meccanica dinamica (DMA) dovrebbe entrare in vigore nella primavera del 2024. Quindi Apple dovrebbe già gettare le basi per questo in iOS 17 e iPadOS 17, che sarà rilasciato in autunno. Per motivi di sicurezza, Apple ha finora negato fermamente la possibilità per i possessori di iPhone di scaricare app che non provengono dall’App Store di Apple direttamente sul dispositivo. Inoltre, non ci sono app store gestiti da altri fornitori.

Il capo del software, Craig Federighi, ha confermato in un’intervista a giugno che stanno lavorando a stretto contatto con la Commissione europea, ma la società non fornisce alcuna informazione sull’implementazione. Si può prevedere che la società aspetterà fino all’inizio dell’accesso diretto al mercato, ovvero presentando di fatto fornitori alternativi. Oltre a Setapp, è probabile che molti altri fornitori siano interessati ai propri app store, tra cui Epic Games, con cui Apple è coinvolta da anni in una controversia legale sull’apertura della piattaforma.

annuncio



(Laurea triennale)

alla pagina iniziale