Febbraio 6, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Deschamps “non si è mai risentito per questo discorso”: la Francia non ha seguito Italia, Spagna e Germania

Gli ultimi tre Mondiali hanno sempre comportato un grave incidente. Perché in ogni caso il detentore del titolo dominante ha perso nel round iniziale. La Francia ora ha rotto questo (noto) incantesimo.

Grazie a Kylian Mbappe, la maledizione del campione del mondo della Francia si è conclusa dopo appena due partite.
AFP tramite Getty Images

In vista della Coppa del Mondo di quest’inverno (Karim Benzema, Paul Pogba, N’Kolo Kante, Christopher Nkungu) e durante il torneo (rottura del legamento crociato del professionista bavarese Lucas Hernandez), la nazionale francese è stata scelta dall’allenatore. Didier Deschamps non ha mostrato debolezze.

I campioni del mondo in carica si sono qualificati in anticipo per gli ottavi di finale del Day 2, il primo partecipante alla Coppa del mondo nel torneo di quest’anno in Qatar. Una vittoria per 2-1 sulla Danimarca si è assicurata il biglietto per la fase a eliminazione diretta dopo un’enfatica vittoria per 4-1 sull’Australia in precedenza. L’uomo ha festeggiato ancora una volta: Kylian Mbappe (23), questa volta pareggiando dopo aver segnato all’andata, l’Enner Valencia dell’Ecuador guida la classifica marcatori con tre gol ai Mondiali, ed è stato poi ampiamente celebrato dai suoi colleghi.

Non di nuovo nel 2002, 2010, 2014 e 2018

Grazie alle seconde tre della seconda partita, l’Equipe Tricolore può facilmente raggiungere l’ultima partita del girone D quando martedì (16:00, in diretta! su Kicker) c’è la resa dei conti con i tunisini, che hanno un solo punto. . Allo stesso tempo, la Grande Nation è quasi certa di vincere il girone con una differenza reti nettamente superiore rispetto all’Australia, seconda (tre punti).

READ  Quasi 40 paesi sono stati rimossi dall'elenco dei rischi Corona

Anche la Francia, recente campione del mondo, è riuscita a bandire la maledizione. Perché negli ultimi tre Mondiali i campioni in carica sono stati eliminati direttamente nella fase a gironi: nel 2010 l’Italia è arrivata ultima con due punti dietro a Nuova Zelanda, Slovacchia e Paraguay, e nel 2014 la Spagna è arrivata terza con una sola vittoria sul Cile. I Paesi Bassi e nel 2018 si sono classificati al quarto posto dietro a Germania, Corea del Sud, Messico e Svezia.


Questo discorso non mi preoccupa affatto. Non ho paura che accada lo stesso a noi.

Didier Deschamps sulla maledizione del campione del mondo

Il Brasile, che ha raggiunto i quarti di finale della Coppa del Mondo 2006 prima di perdere contro l’eventuale Francia finalista, è passato per la prima volta agli ottavi di finale della Coppa del Mondo, come campione in carica. Quanto al tecnico Deschamps: “Siamo arrivati ​​al primo obiettivo. Quando ho sentito quello che mi hanno detto i giornalisti sugli ex campioni del mondo, ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ Ha avuto a che fare con la prima volta. . Credo nei miei ragazzi. Le statistiche vanno infrante”.

Per inciso, la maledizione dei due volte campioni della Coppa del Mondo (1998 e 2018) non è una novità: nel 2002, l’Equipe Tricolor, campione del mondo dal 1998, dovette arrendersi dopo tre partite – con un gol. differenza 0:3.


Leggi anche: La Francia celebra Double Baker e “Leader” Mbappé