Aprile 14, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Default tra due settimane: il segretario al Tesoro americano teme il panico nel mercato azionario globale

Default tra due settimane: il segretario al Tesoro americano teme il panico nel mercato azionario globale

default entro due settimane
Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti teme il panico nel mercato azionario globale

A Wall Street circolano già opuscoli di emergenza. Se il Congresso non riesce a raggiungere un accordo a Washington, il bilancio degli Stati Uniti potrebbe rimanere indietro in due settimane. Quindi il segretario al Tesoro Yellen ritiene che sia possibile un panico globale nei mercati azionari.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha avvertito di uno shock finanziario globale se il suo paese fosse inadempiente. Ha assicurato ai rappresentanti delle banche a Washington che era possibile immaginare il crollo di un certo numero di mercati e l’emergere di un “panico globale”. Negli Stati Uniti, milioni di cittadini potrebbero rimanere senza pagamento del reddito e una recessione potrebbe profilarsi all’orizzonte: “Non c’è tempo da perdere. Il Congresso deve affrontare il tetto del debito il prima possibile”.

Il Tesoro prevede di poter pagare entro il 1° giugno solo titoli di stato USA senza alzare il tetto del debito. In serata, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden terrà una riunione di crisi con parlamentari di alto livello, tra cui il presidente della Camera dei rappresentanti dominata dai repubblicani, Kevin McCarthy. Ha detto che un accordo deve essere in atto entro la fine della settimana per passare al Senato e alla Camera dei Rappresentanti.

Quasi due settimane prima dell’imminente default, anche l’industria finanziaria di Wall Street stava diventando sempre più ansiosa. Il battibecco sul tetto del debito tra repubblicani e democratici è da anni una tradizione per i partecipanti al mercato, spesso con accordi dell’ultimo minuto. Ma questa volta, i banchieri sono diffidenti nei confronti dei fronti molto aspri tra le parti e del poco tempo rimasto per il compromesso, ha riconosciuto un alto funzionario del settore. Jane Fraser, CEO di Citigroup, ha definito l’attuale dibattito sul tetto del debito “più preoccupante” di quelli precedenti. Il presidente di JPMorgan Chase, Jamie Dimon, ha affermato che la banca tiene incontri settimanali sull’impatto.

La validità dei titoli di Stato è in discussione

Nel caso in cui si sia già verificato un default, è difficile valutarne l’impatto. Perché i titoli di stato statunitensi sono il fondamento del sistema finanziario globale. Quindi gli esperti temono che ci saranno enormi fluttuazioni nelle borse, ad esempio nei mercati azionari e del debito. Gli analisti di Wall Street avvertono che le turbolenze nel mercato del tesoro si diffonderanno rapidamente ai mercati dei derivati, dei mutui e delle materie prime. Perché gli investitori possono mettere in dubbio la validità dei titoli di stato, che spesso vengono utilizzati come garanzia per transazioni e prestiti. Gli analisti hanno affermato che le istituzioni finanziarie potrebbero chiedere alle loro controparti di sostituire le obbligazioni interessate dal default. Anche una violazione a breve termine di un limite di debito può far salire alle stelle i tassi di interesse, crollare i prezzi delle azioni e violare i patti sui prestiti. Moody’s Analytics ha affermato che è probabile che i mercati dei finanziamenti a breve termine si congelino.

Banche, broker e piattaforme di trading si stanno già armando contro potenziali interruzioni. Per fare ciò, passano attraverso scenari come il modo in cui vengono elaborati i pagamenti sui titoli di stato. Vogliono anche assicurarsi di disporre di personale, liquidità e sistemi tecnici sufficienti per gestire gli elevati volumi di trading. Vengono inoltre esaminati gli effetti che potrebbero avere sui contratti con i clienti. Ad esempio, i grandi investitori obbligazionari hanno sottolineato che la liquidità è importante per resistere a violente oscillazioni dei prezzi ed evitare di dover vendere nel momento peggiore possibile. Secondo il broker online Tradeweb, fornisce consulenza a clienti, gruppi industriali e altri partecipanti al mercato sui piani di emergenza.

Guida al piano di emergenza

Il gruppo di lobby di Wall Street Sifma ha prodotto un opuscolo che mostra come gli attori del mercato del tesoro – come la Federal Reserve Bank di New York, le banche di compensazione e i commercianti di tesoreria – possono comunicare prima e durante i default. Sifma attraversa diversi scenari. Molto probabilmente, il Tesoro guadagnerà tempo per pagare gli obbligazionisti. In tal modo, annuncerà prima di effettuare un pagamento che rinnoverà i titoli in circolazione aggiungendo un giorno alla volta. Quindi il mercato può continuare a funzionare, ma probabilmente non maturerai alcun interesse su un pagamento in ritardo.

Nel peggiore dei casi, il Ministero non paga né il capitale né il buono interessi e non proroga la data di scadenza. Le obbligazioni non pagate non possono più essere negoziate e non saranno trasferibili attraverso il Fedwire Securities Service, che viene utilizzato per detenere, trasferire e liquidare titoli di stato. “È difficile perché questo è senza precedenti”, ha detto Rob Twomey, esperto CIFMA. “Ma stiamo solo cercando di assicurarci di avere un piano in atto con i nostri membri per aiutarli a superare quella che potrebbe essere una situazione instabile”.