Maggio 19, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

DAX sale leggermente: Wall Street senza slancio

DAX sale leggermente: Wall Street senza slancio


Rapporto di mercato

Stato: 19/04/2023 22:13

Tra le tensioni tra le aspettative sui tassi di interesse ei dati societari, mercoledì i mercati azionari statunitensi si sono mossi lateralmente. Il mercato tedesco si è presentato forte.

Le borse di New York tendono ad essere miste a metà settimana. Il benchmark Dow Jones si è mosso lateralmente e ha chiuso in ribasso dello 0,23%. I risultati di ieri della banca d’affari Goldman Sachs hanno smorzato il sentiment. Oggi, il concorrente Morgan Stanley ha registrato un calo degli utili del primo trimestre, ma il titolo ha registrato solo perdite temporanee.

The Beige Book: l’economia statunitense è stabile

L’attuale rapporto economico della Federal Reserve statunitense non ha fornito alcun nuovo slancio. Nel rapporto, chiamato “Beige Book”, gli osservatori valutari testimoniano lo sviluppo “relativamente stabile” dell’economia statunitense. L’attività economica è cambiata poco nelle ultime settimane. La crescita del mercato del lavoro si è leggermente indebolita e l’aumento dei prezzi è rallentato. La prossima decisione sui tassi d’interesse della Fed è prevista per l’inizio di maggio. Gli esperti ipotizzano attualmente un aumento dei tassi di 25 punti base.

L’indice tecnologico Nasdaq 100 ha quasi recuperato le sue perdite iniziali e ha chiuso solo dello 0,02%. Dopo la chiusura della borsa, dovrebbero essere pubblicati i bilanci del produttore di auto elettriche Tesla e del colosso high-tech IBM.

Il DAX sta ancora andando bene

Il mercato azionario tedesco è ancora in buona forma. Dopo un inizio debole, il DAX ha registrato un leggero guadagno dello 0,08% entro la fine delle negoziazioni. Ciò significa che il massimo di 15.916 raggiunto martedì è ancora a portata di mano.

Il mercato azionario è stato recentemente in grado di sfidare con successo le rinnovate preoccupazioni sui tassi di interesse e isolare relazioni trimestrali deludenti.

Aggiornamento economico dal 19/04/2023

Ann Katherine Beck, risorse umane, 19/04/2023 09:50

L’euro resta sotto 1,10

La valuta comune europea è stata sottoposta a forti pressioni, soprattutto al mattino, ma è riuscita a contenere un po’ le sue perdite nel corso della giornata. Il dollaro è salito rispetto a diverse altre principali valute. La valuta statunitense è spesso presa di mira come rifugio di stabilità in tempi turbolenti.

La lira turca è più bassa che mai

Appena un mese prima delle elezioni presidenziali e parlamentari in Turchia, la valuta nazionale è scesa al livello più basso della storia. Ieri il cambio a New York era di 19,5996 lire turche per dollaro. Dalla sua introduzione nel gennaio 2005, il valore della nuova lira non ha avuto molto valore. Sebbene l’inflazione in Turchia sia diminuita costantemente negli ultimi cinque mesi, a marzo era ancora al 50,51%.

I prezzi del petrolio sono in calo

I prezzi del petrolio sono scesi ulteriormente. Secondo gli esperti di mercato, i margini di raffinazione inferiori per diesel e cherosene in particolare indicano una minore domanda globale. Il barile di Brent del Mare del Nord è stato scambiato in calo dell’1,8% a $ 83,60 in tarda serata. L’improvviso e consistente calo delle riserve petrolifere negli Stati Uniti non ha quasi sostenuto i prezzi. Le scorte di greggio sono diminuite di 4,6 milioni a 466,0 milioni di barili (159 litri ciascuno) rispetto alla settimana precedente.

I prezzi dell’oro sono tornati sotto i 2.000 dollari

Il prezzo dell’oro è stato costretto a rinunciare di nuovo alla soglia dei $ 2000 al mattino. “Il supporto principale è compreso tra $ 1940 e $ 1960, con un test inferiore a $ 1900. Una rottura di questo livello potrebbe segnalare un’inversione di tendenza più ampia e una prospettiva di prezzo più aggressiva”, ha affermato Craig Erlam della società di brokeraggio Oanda.

Tesla abbassa nuovamente i prezzi negli Stati Uniti

I numeri trimestrali di Tesla sono attesi la sera dopo la chiusura del mercato azionario statunitense. A causa dell’attuale guerra dei prezzi, gli esperti temono che il margine di profitto del 23,2% sarà inferiore a quello di più di tre anni fa. Il produttore di auto elettriche ha annunciato in precedenza che avrebbe spinto la battaglia degli sconti nel suo paese d’origine. I prezzi negli Stati Uniti sono diminuiti di $ 3.000 per la Model Y e di $ 2.000 per la Model 3. Questa è la sesta volta che Tesla taglia i prezzi negli Stati Uniti quest’anno.

Rheinmetall aggiorna il Puma

Le azioni Rheinmetall sono state tra i vincitori del DAX. Il gruppo armato, insieme al suo partner Krauss-Maffei Wegmann (KMW), ha ricevuto un ordine dalla Bundeswehr per modificare ulteriormente il veicolo da combattimento Puma. Secondo DAX, il volume degli ordini ha superato i 770 milioni di euro. Entro il 2029, la potenza di fuoco e i sistemi di comando e controllo del carro armato devono essere aggiornati.

Kyon ipotizza

La quota di Kion era molto richiesta su MDAX. Il produttore di carrelli elevatori ha alzato le previsioni per l’anno. Secondo i dati preliminari, la divisione carrelli elevatori (ITS) ha aumentato il suo utile operativo rettificato (EBIT) a 177 (anno precedente: 114,2) milioni di euro nel primo trimestre grazie a catene di approvvigionamento meglio funzionanti, ha annunciato Keon. Di conseguenza, l’utile operativo del Gruppo è stato migliore del previsto attestandosi a 156 (170,3) milioni di euro. Le vendite da gennaio a marzo sono leggermente aumentate a 2,78 (2,73) miliardi di euro. Per l’intero anno, Kion prevede ora un fatturato di almeno 11,2 miliardi di euro, che il gruppo aveva precedentemente ipotizzato almeno 11 miliardi di euro. L’EBIT rettificato deve essere di almeno 615 (in precedenza almeno 550) milioni di euro.

Gersheimer è in rosso dopo l’aumento di capitale

Lo specialista di imballaggi MDAX Gerresheimer ha raccolto nuovi fondi raccogliendo capitali sul mercato. 3,14 milioni di nuove azioni sono state vendute a 86,50 euro per azione, ha detto la società martedì sera. Il ricavo complessivo dell’emissione è stato pari a 271,6 milioni di euro. I proventi danno a Gerresheimer “la flessibilità necessaria per trarre vantaggio da opportunità di crescita più significative e redditizie”, ha affermato la società.

Carl Zeiss Meditec con problemi di costi

Le azioni Carl Zeiss Meditec hanno registrato perdite significative. L’aumento dei costi dei materiali e dei salari, nonché i problemi in Cina, hanno portato a una diminuzione della redditività del tecnologo medico nell’ultimo trimestre. Secondo i calcoli preliminari, l’utile prima degli interessi e delle imposte (EBIT) è diminuito di quasi il 19% su base annua a 83,6 milioni di euro. D’altra parte, le vendite sono aumentate di un buon 13% a 504,2 milioni di euro. L’utile netto è stato di 0,69 euro per azione dopo 1,01 euro dell’anno precedente.

Netflix deluso

Dopo la chiusura del mercato azionario statunitense martedì, il servizio di streaming video Netflix ha riportato risultati per la sua attività che non hanno soddisfatto le aspettative degli investitori. Nel primo trimestre, il servizio di video online ha aumentato i clienti di 1,75 milioni a 232,5 milioni di account utente e le vendite sono aumentate di quasi il 4% su base annua a 8,2 miliardi di dollari. Ma i profitti sono scesi di circa il 18% a 1,3 miliardi di dollari.