Dicembre 10, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dati della Commissione UE: i prezzi del diesel sono aumentati particolarmente in Germania

Dati della Commissione dell’Unione Europea
Il diesel è diventato particolarmente costoso in Germania

I prezzi della benzina e del diesel sono aumentati dall’invasione russa dell’Ucraina. I dati della Commissione dell’Unione Europea mostrano che in entrambi i casi l’aumento in Germania è stato particolarmente elevato. La sinistra esige una reazione dal governo federale.

Da nessuna parte nell’UE il prezzo di un litro di diesel è aumentato più che in Germania dall’inizio della guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina. Ciò deriva dai dati della Commissione dell’Unione europea, che è stata inviata dall’Ufficio federale di statistica su una richiesta di sinistra al Bundestag e da cui il gruppo mediatico Funke ha citato.

Di conseguenza, il prezzo di un litro di diesel in Germania è aumentato di 38 centesimi tra il 21 febbraio – tre giorni prima dell’inizio della guerra – e il 25 aprile, da 1,66 euro al litro a 2,04 euro al litro. Solo in Svezia e Lettonia anche il prezzo del diesel è aumentato di 38 centesimi durante questo periodo. Al contrario, in Francia, secondo i dati, l’aumento è stato di soli 17 centesimi e in Italia solo di cinque centesimi. Guardando allo sviluppo dall’inizio dell’anno, il prezzo di un litro di diesel è aumentato di 47 centesimi tra il 3 gennaio e il 25 aprile in Germania.

Il prezzo di un litro Super 95 è aumentato di 23 centesimi in Germania dall’inizio della guerra, solo in Austria l’aumento di prezzo è stato di 24 centesimi. In Ungheria, invece, il prezzo è sceso di 6 cent nello stesso periodo, e in Italia di ben 8 cent.

Alla luce dell’evoluzione, il copresidente del gruppo parlamentare di sinistra, Dietmar Bartsch, ha invitato il ministro federale dell’Economia Robert Habeck del Partito dei Verdi a prendere provvedimenti contro “l’abbattimento dei prezzi delle compagnie petrolifere”. Bartsch ha detto ai giornali Funk che il governo federale dovrebbe “fermare la mentalità di acquisizione di potere delle compagnie petrolifere, che stanno sfruttando spudoratamente la situazione attuale per inquinare le tasche dei loro azionisti”. Ha descritto il taglio di tre mesi delle tasse sull’energia pianificato dalla Traffic Light Alliance come insufficiente. La tassa sull’energia dovrebbe invece essere sospesa “finché i prezzi saranno a un livello inaccettabilmente alto”.

READ  Kyle Rittenhouse è stato assolto dall'accusa di aver sparato a due persone, ecco perché