Gennaio 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Conflitto con la Russia: l’Ucraina accusa la Germania di impedire consegne di armi

  • A partire dalsophia lutero

    Vicino

La Russia sta ammassando le sue forze al confine con l’Ucraina e minacciando l’Occidente se la NATO continuerà ad espandersi a est.

  • La situazione al confine con l’Ucraina sta peggiorando.
  • Gli esperti ritengono che dalla Russia siano stati inviati più di 100.000 soldati.
  • Sia l’Unione Europea che gli Stati Uniti avvertono Vladimir Putin di un attacco all’Ucraina.

+++ 15:10: Il presidente ucraino Volodymyr Selinsky accusa la Germania di impedire il riarmo della difesa ucraina: “La Germania ci ha recentemente impedito di ricevere spedizioni di sistemi di armi di difesa nell’ambito della cooperazione NATO”, ha detto lunedì il capo di Stato al quotidiano italiano La Repubblica (13.12.). .2021). Ogni paese democratico che si protegge dall’aggressione dovrebbe avere il diritto di possedere questo tipo di arma difensiva.

Ha aggiunto che c’era ancora paura in “alcune capitali” della Russia, apparentemente in relazione a guardare Berlino. Zelensky ha affermato che gli sforzi di deterrenza dell’Occidente finora non hanno prodotto alcun risultato. “Siamo grati per il supporto, ma questi sforzi collettivi al momento non sono sufficienti”, ha aggiunto.

Nonostante i negoziati tra Mosca e Washington, il numero di soldati russi e la quantità di equipaggiamento militare non sono stati ridotti. Temendo un’escalation sul terreno, l’Occidente ha esitato a lungo a vendere armi a Kiev. Nel frattempo, gli ucraini sono riusciti ad acquisire alcuni sistemi di difesa, inclusi dispositivi per missili anticarro americani Javelin e droni turchi.

Conflitto in Ucraina: la Russia minaccia un’azione militare – L’UE prevede di imporre sanzioni

+++ 10.00: Dopo che le nazioni del G7 hanno avvertito la Russia di un attacco all’Ucraina, Mosca ha inasprito la sua retorica. Come riportato dal quotidiano Tagesspiegel, il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov ha minacciato di intraprendere un’azione militare lunedì (13 dicembre 2021) se la NATO e gli Stati Uniti non avessero fornito garanzie di sicurezza. Di conseguenza, l’alleanza militare è tenuta a non espandersi verso est oa non stabilire alcun sistema d’arma vicino ai confini russi.

READ  '30mila, qualunque cosa': l'ex star di Klopp deve pagare per un cane rubato

Dall’altro, il rappresentante Ue per gli affari esteri Josep Borrell ha detto a Bruxelles che sono in discussione possibili sanzioni economiche con Stati Uniti e Gran Bretagna. Ha aggiunto che la Russia pagherà un prezzo pesante per qualsiasi aggressione. .

Russia in conflitto con l’Ucraina: il sindaco di Kiev Klitschko avverte dell’invasione russa

Aggiornamento di martedì 14 dicembre 2021 alle 6:40: Il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko, ha avvertito di un’invasione russa. “In tutta l’Ucraina ci stiamo preparando a dare al presidente russo Vladimir Putin l’ordine di guerra”, ha detto Klitschko in un articolo ospite su Springer-Platt Bild (martedì). “Come soldato, una volta ho giurato di difendere il paese e ora sono pronto a combattere per la mia patria”.

Come sindaco, organizza la protezione civile della capitale. I suoi poteri hanno già intensificato il reclutamento e l’addestramento dei riservisti nella Brigata di difesa regionale.

Russia in conflitto con l’Ucraina – ‘La Georgia è la prossima nell’agenda di Putin’

Aggiornamento da lunedì 13 dicembre 2021 alle 15:15: Il ruolo di Vladimir Putin al momento non si limita alla comunicazione con l’Ucraina. Anche la Georgia è nella sua agenda, ha scritto un esperto del portale di politica estera. La Russia vuole espandere continuamente la sua influenza in Georgia. “La destabilizzazione della Georgia è all’ordine del giorno”, scrive Natia Siscoria. Putin utilizzerà diversi strumenti per raggiungere questo obiettivo.

Putin sta attualmente spingendo per una più stretta cooperazione tra Georgia, Armenia e Azerbaigian per quanto riguarda Turchia, Russia e Iran. In questo modo, la Russia vuole posizionarsi come attore dominante con il pretesto della cooperazione economica e isolare la Georgia dall’Occidente. D’altra parte, le forze filo-russe in Georgia incoraggeranno l’attuale situazione politicamente instabile e aumenteranno l’influenza della Russia. Allo stesso tempo, Putin potrebbe quindi presentare all’Occidente la Georgia destabilizzata come uno “stato fallito” per il quale l’adesione alla NATO non sarebbe un’opzione.

READ  Questo è l'argomento della Conferenza mondiale sul clima di Glasgow

Il conflitto dell’Ucraina con la Russia: “Imminente la più grande invasione d’Europa”

Primo rapporto di lunedì 13 dicembre 2021: MOSCA/KIEV – Da novembre sono aumentate le segnalazioni di movimenti di truppe russe lungo il confine ucraino. La Russia sta costantemente espandendo la sua presenza militare nella regione di confine. Secondo i risultati della NATO, la Russia ha attualmente ritirato tra 75.000 e 100.000 soldati in regioni non lontane dall’Ucraina. Si diffonde il timore di una nuova escalation del conflitto in Ucraina.

Nuovi soldati verranno aggiunti costantemente al confine tra Ucraina e Russia. “Questa è una minaccia davvero seria per l’Ucraina”, ha sottolineato. Il politico americano Robin Gallego ha detto alla CNN. Una delegazione statunitense è attualmente sul posto per valutare la situazione. “La Russia sta cercando di influenzare e/o persino trattare con l’Ucraina ad un certo punto”, afferma Gallego. Vladimir Putin farà qualcosa, potrebbe essere il caso tra un mese o cinque mesi, afferma il politico americano, affermando: “Dobbiamo accettarlo, questa sarà probabilmente la più grande invasione dell’Europa dalla seconda guerra mondiale”.

Il conflitto in Ucraina raggiunge il culmine: Putin invia le truppe russe al confine

“Noi democrazie liberali dobbiamo lavorare insieme e prevenire questo”, chiede il politico americano. Nel frattempo, sempre più paesi si sono rivoltati contro Putin. Questo è ciò che ha avvertito il presidente degli Stati Uniti Joe BidenChe gli Stati Uniti ei suoi alleati avrebbero risposto con “forte misure economiche e di altro tipo”. Anche l’Unione Europea ha minacciato dure sanzioni. “L’aggressione deve avere un prezzo”, ha detto venerdì (10 dicembre 2021) la presidente della Commissione Ursula von der Leyen. Tuttavia, è stato lasciato aperto sul fatto che anche il divieto di funzionamento del gasdotto Nord Stream 2 sul Mar Baltico possa far parte delle sanzioni.

READ  La coalizione nei Paesi Bassi: un accordo di coalizione dopo 271 giorni

“È molto chiaro che la Germania, l’Unione europea e molti altri paesi risponderanno alle violazioni delle frontiere”, ha sottolineato il cancelliere federale Olaf Scholz. Ma in questa situazione è abbastanza chiaro che una tale violazione del confine deve essere prevenuta dalla Russia. Anche i principali paesi industriali occidentali (G7) si sono chiaramente opposti a Putin. I rappresentanti del G7 hanno dichiarato domenica (12/12/2021) che la Russia dovrebbe prendere in considerazione “gravi conseguenze” e “costi esorbitanti” in caso di invasione dell’Ucraina.

Russia e Ucraina: il politico Usa chiede misure dure

In un’intervista alla CNN, il politico americano Gallego non ha avuto altro che le conseguenze economiche. Il politico ha detto che l’Ucraina dovrebbe essere sostenuta. Anche con le armi in modo che il paese possa difendersi dall’invasione e anche in caso di invasione. I movimenti delle truppe russe non dovrebbero rimanere senza conseguenze: “Purtroppo, questo significa che dobbiamo uccidere alcuni russi. Ma è l’unico modo in cui lo fanno”. [Russland; Anm. d. Red] Lo capiamo anche noi. “L’esercito ucraino doveva avere i mezzi per fare lo stesso. (slo/afp)