Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Compresse vitaminiche invernali: qualsiasi pillola (inefficace)

Le vitamine sono particolarmente importanti in inverno. Tre pillole in particolare sono utili. Ma attenzione: molti prendono pillole vitaminiche che non fanno nulla.

Importante – Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il 95% della popolazione scandinava ha una carenza di vitamina D all’inizio dell’autunno. Ciò è dovuto alla mancanza di luce solare. La carenza può essere compensata con compresse. Anche in Germania, dove la maggior parte delle persone – come dimostrano studi rappresentativi – riceve vitamine sufficienti, alla gente piace prendere pillole. Ma la pillola è davvero necessaria?

Compresse vitaminiche: la vitamina D e l’acido folico hanno senso come compresse

“Abbiamo due vitamine di cui abbiamo scoperto che scarseggiano”, ha spiegato di recente il professor Gerhard Rickemer del Max Rubner Institute di Karlsruhe. Funk tedesco Ha fatto riferimento allo studio del consumo nazionale. Ciò che si intende è la vitamina D, che viene donata dalla luce solare, e l’acido folico.

Abbassa naturalmente la pressione sanguigna e quindi previene l’ictus: alimenti che proteggono

Abbassa naturalmente la pressione sanguigna e quindi previene l’ictus: alimenti che proteggono

Poiché la vitamina D non si trova in nessuna fonte di cibo naturale, molte persone assumono compresse vitaminiche. Non è irragionevole a questo punto, specialmente in inverno. Tanto più che molti medici considerano benefica una dose giornaliera più elevata di vitamina D.

Compresse vitaminiche: B12 è anche un’opzione per i vegani

La situazione è simile con l’acido folico. Molti tedeschi generalmente soffrono di una carenza di “baby vitamin”. È particolarmente importante per le donne incinte proteggere un bambino nato con anomalie della colonna vertebrale e del midollo spinale. Sebbene l’acido folico (anche acido folico) si trovi nei legumi e nelle verdure verdi, gli esperti raccomandano compresse multivitaminiche a seconda della situazione, dopotutto l’acido folico è necessario per la formazione del sangue, la divisione cellulare e i processi di crescita.

READ  Il principio del boomerang e la felicità

Quanto sia razionale assumere compresse multivitaminiche dipende principalmente dalla gravità della carenza. Gli esperti concordano. L’integrazione sotto forma di pillole non dovrebbe essere la norma, ma dove l’offerta è gravemente scarsa, la somministrazione di integratori vitaminici sembra inevitabile. Per i vegani, questo richiede anche la vitamina B12.

Il numero di vegetariani in Germania è in aumento. Quasi tre milioni di persone non mangiano affatto prodotti di origine animale. Tuttavia, ciò che una dieta puramente vegetariana non copre è la vitamina B12.In quanto elemento fondamentale per la divisione cellulare, la formazione del sangue e la funzione del sistema nervoso, la vitamina è indispensabile, motivo per cui i medici e gli esperti vegani consigliano di assumere compresse vitaminiche. Tuttavia, le pillole B12 non sono sicuramente necessarie a tutti come integratore.

Alcune pillole multivitaminiche non sono necessarie in inverno – probabilmente non hai bisogno di queste pillole

Queste tre vitamine, che possono essere utili da fornire attraverso integratori alimentari, non sono le uniche vitamine consumate diligentemente in Germania. Tra le decine di milioni di tedeschi (il 58% della popolazione) che fanno affidamento sulle compresse vitaminiche, alcuni assumono anche vitamina A, vitamina C, vitamina E, vitamina B3 e vitamina B3 in compresse. Tuttavia, nella maggior parte dei casi ciò non è affatto necessario, in quanto le vitamine sono ben coperte dagli alimenti convenzionali, come dimostra il seguente elenco.

  • Vitamina ACarote, zucche, albicocche, cavoli, lattuga e spinaci contengono carotenoidi, precursori della vitamina A. Lo stesso vale per i latticini. La stessa vitamina A si trova nel fegato e nelle uova, tra le altre cose.
  • Vitamina CEsempi di alimenti particolarmente ricchi di vitamina C sono i frutti di mare (il succo), i peperoni, il ribes nero e il prezzemolo.
  • Vitamina E: oli vegetali (soprattutto olio di germe di grano, olio di girasole e olio di colza), noci (come arachidi, nocciole, soprattutto mandorle), verdure verdi come spinaci e broccoli
  • Vitamina B3: soprattutto pesce (es. sardine) e legumi (es. piselli) possono aiutare, ma anche arachidi, fegato di vitello e funghi
  • vitamineUna dieta ben bilanciata è la cosa migliore e più importante, con ribes, broccoli, cavoli e kiwi in particolare che sono vere e proprie bombe vitaminiche.
READ  Coltivazione sperimentale di pomodori con vitamina D in Inghilterra

Chi ha a che fare con vitamine in abbondanza avrà inevitabilmente a che fare con la frutta. Non tutti però conoscono la differenza tra un mandarino e una clementina, anche se i due frutti possono essere differenziati utilizzando determinati criteri.

Elenco delle regole: © Christin Klose / dpa