Aprile 14, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Cherry Xtrfy: il produttore tedesco batte Razer, Logitech & Co

Cherry Xtrfy: il produttore tedesco batte Razer, Logitech & Co

Il produttore tedesco Cherry sta spostando l’attenzione dalla fornitura di pulsanti ad altri produttori per produrre le proprie tastiere. Mentre l’azienda ha finora pubblicato principalmente periferiche per ufficio con il proprio nome, l’attenzione si concentra ora sulle tastiere da gioco con il marchio Cherry Xtrfy. Cherry riporta una latenza particolarmente bassa, anche nelle sue versioni radio wireless. Ciò pone l’azienda in diretta concorrenza con altri produttori di periferiche di gioco come Corsair, Logitech e Razer.

Xtrfy è un produttore di periferiche svedese acquistato da Cherry nel 2022. Lancio di nuovi prodotti di gioco Con il famoso marchio Cherry Xtrfy. L’azienda è principalmente interessata al mercato occidentale in Europa e Nord America. In Cina, invece, Cherry è una figura ben nota da anni, ad esempio la MX Board 6.0 era un’esclusiva lì.

La nuova filosofia dell’azienda parte da tre tastiere: MX 3.0S Wireless (da 150€), MX 8.2 TKL Wireless (da 192,46€) e MX-LP 2.1 Compact Wireless (da 129,45€). Tutti i modelli stabiliscono una connessione wireless tramite Bluetooth o un dongle USB. Quest’ultimo dovrebbe consentire un tempo di risposta inferiore al millisecondo. In alternativa, le tastiere possono anche essere collegate tramite un cavo USB-C: anche le batterie vengono caricate tramite una connessione di tipo C.

MX 3.0S Wireless è già disponibile come versione cablata con il nome MX Board 3.0S, la funzionalità wireless è nuova qui. La tastiera utilizza un layout completo che include un tastierino numerico con un totale di 110 tasti.

La MX 8.2 TKL Wireless è la cosiddetta tastiera senza tasti, nota anche come modello 80 percento, che manca del tastierino numerico sul lato destro. L’involucro è realizzato interamente in alluminio. Il modello è disponibile anche in una custodia imbottita in alluminio.

Cherry Xtrfy MX 8.2 TKL Wireless

(foto: heise online/mma)

L’MX-LP 2.1 Compact Wireless è piccolo quanto una tastiera al 65% con 69 tasti: la riga F, alcuni tasti funzione e il tasto Menu in basso a destra scompaiono e i tasti freccia si muovono. Molte funzioni vengono eseguite tramite un secondo livello, ad esempio i tasti F tramite Fn + il numero corrispondente. Ad esempio, Alt + F4 equivale a Alt + Fn + 4.

Inoltre, Cherry utilizza tasti più piatti e dal profilo più basso con copritasti adattivi in ​​molte varianti di colore. La sensazione di scrittura varia notevolmente a causa del tratto breve.

L’illuminazione RGB può essere impostata su tutte e tre le tastiere utilizzando combinazioni di tasti. Il software Cherry opzionale consente impostazioni di illuminazione per tasto.

Un evento pratico ha già dimostrato che gli stabilizzatori sotto lo spacer, i tasti enter e il tasto backspace sono lubrificati. Di conseguenza, questi tasti vibrano meno quando vengono premuti e il suono è più piacevole.

Il produttore fa pagare molto poco per le tastiere: MX 3.0S Wireless ha un prezzo di vendita consigliato di € 180, MX 8.2 TKL Wireless costa € 210 e MX-LP 2.1 Wireless Compact costa € 140. Le prime due opzioni sono disponibili con pulsanti lineari MX Red o pulsanti tattili MX Brown. Cherry utilizza solo MX LP Speed ​​​​lineare per la sua piccola tastiera. Alcuni rivenditori stanno già sottoquotando il prezzo al dettaglio suggerito.


Le precedenti tastiere Cherry Xtrfy sono molto semplici, con la parte superiore del case che funge anche da piastra di montaggio per i tasti. Il produttore sta pensando a progetti più complessi con sospensione del circuito stampato.

I nuovi copritasti e layout dei tasti sono più specifici: Cherry vuole vendere più set di copritasti in futuro, comprese versioni colorate e copritasti realizzati in plastica ABS e PBT. In un’intervista online con Heise, il manager di Cherry ha accennato alla collaborazione con il produttore tedesco GMK.

(Immagine: Xtrfy K5 (sempre senza marchio Cherry) utilizza già copritasti PBT colorati. Cherry intende offrire diversi tipi individualmente in futuro.)

Quando si tratta di interruttori, Cherry vuole prendere spunto dai produttori di interruttori cinesi come Kailh, JWK, Tecsee e SP Star, che lavorano con diverse plastiche e lubrificanti: questo cambia la morbidezza del pulsante e il suono durante la digitazione. In futuro potrebbero essere previsti anche pulsanti lubrificati dalla fabbrica Cherry.


(Maestro)

alla pagina iniziale